Conoscere l'editing

Corso SEC

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Corso online di editing

Editing ‒ Rapportare un rimando funzionale a un cliffhanger

Editing ‒ Rapportare un rimando funzionale a un cliffhangerAccennavo nell’ultima puntata al rimando funzionale e dicevo come fosse diverso dal cliffhanger: oggi vorrei mostrarvi un esempio concreto.

Un cliffhanger si trova alla fine di un capitolo oppure di una scena e interrompe qualcosa che sarà poi ripreso più avanti. È ben riuscito se porta il lettore a farsi la seguente domanda: «Ora che succede?». Il cliffhanger appartiene alla categoria dei colpi di scena, modi di incuriosire chi legge a proseguire nella lettura.

Seminare continuamente suspense lungo la storia rappresenta uno degli obiettivi degli scrittori, ma gli editor dovrebbero porre attenzione soprattutto alla frequenza e alla modalità attraverso cui gli scrittori hanno agito.

È bene ricordare che affinché un cliffhanger sia ancor più intrigante, bisognerà sviluppare al meglio almeno un conflitto. Se la scena si interrompe e al contempo almeno un conflitto non è stato risolto, allora il lettore deciderà più facilmente di continuare a leggere.

Il rimando funzionale, invece, come spiegavo in una lezione passata, è diverso: anch’esso rimanda a qualcosa più avanti per aumentare la curiosità del lettore, ma non interrompe alcuna scena, che è invece la caratteristica primaria del cliffhanger.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

La domanda è: come possono lavorare insieme le due tecniche? In un modo semplice ma efficace. Poco prima del cliffhanger andrebbe inserito un rimando funzionale.

Riprendo le frasi di una lezione passata.

 

***

Marilena e Cristiano si incontrano per la prima volta in una caffetteria del centro grazie a un’amica comune, Flavia. I tre chiacchierano per circa un’ora quando Cristiano dice che è costretto ad andare via per un altro impegno.

«Se non ti dispiace, chiedo il tuo numero di telefono a Flavia…»

«Va bene», risponde Marilena.

***

 

Qui non c’è un cliffhanger, ma un rimando funzionale. Cristiano, con la sua battuta di dialogo, fa sospettare di voler risentire Marilena, che approva (per educazione o per interessamento questo non è il problema adesso).

Che cosa servirebbe per creare un colpo di scena prima della chiusura della scena?

 

***

Marilena e Cristiano si incontrano per la prima volta in una caffetteria del centro grazie a un’amica comune, Flavia. I tre chiacchierano per circa un’ora quando Cristiano dice che è costretto ad andare via per un altro impegno.

«Se non ti dispiace, chiedo il tuo numero di telefono a Flavia…»

«Va bene», risponde Marilena.

Senza quasi salutare, corre per uscire dal bar.

 

***

Ecco un possibile cliffhanger: perché Cristiano si mette a correre e scappa dal bar? Un colpo di scena che non lascia una risposta perché dopo quella frase il capitolo si chiude e il successivo si apre con una scena del tutto differente.

Ora state capendo, penso. Poco prima del cliffhanger l’editor dovrebbe consigliare allo scrittore di inserire un rimando funzionale, questo permette di tenere alta la tensione narrativa. In buona sostanza ci sono due domande da risolvere nella testa di chi legge:

  • Cristiano e Marilena si rivedranno ancora?
  • Perché Cristiano è scappato dal bar?

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Il lettore potrebbe sospettare che a Cristiano piace Marilena o che a Marilena piace Cristiano o entrambi i casi, ma quella fuga dal bar fa pensare a qualche problema. Ecco cosa attacca il lettore alla pagina: la possibilità di un nuovo rapporto fra due protagonisti e che per qualche motivo sembra nascere già fra mille casini. I lettori sono molto intrigati da situazioni di questo tipo.

Alla prossima puntata.

LEGGI TUTTE LE PUNTATE DI CONOSCERE L'EDITING

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.