Interviste scrittori

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Conoscere l'editing

Consigli di lettura

Editing ‒ Il mondo interiore di un personaggio

Editing ‒ Il mondo interiore di un personaggioDicevo nella scorsa puntata che lavorando di più sui mondi interiori è possibile migliorare l’immaginario che caratterizza i personaggi di una storia. In questo l’editor può aiutare molto uno scrittore a incuriosire di più i lettori.

Il mondo interiore gira attorno al concetto di cambiamento. Un personaggio diventa agli occhi di chi legge interessante se vive un cambiamento. Se non cambia vi deve essere comunque una ragione precisa, ma possiamo affermare che nella stragrande maggioranza dei casi un personaggio di una storia cambia. Di questo lo scrittore dovrebbe essere consapevole, il problema è che di frequente si concentra troppo su cambiamenti repentini che diventano in non pochi casi non verosimili con il rischio di stupire in negativo il lettore.

Se Maria ritiene che l’unica salvezza sia lasciare Paolo dopo 15 anni di matrimonio e due figli, prima di portarla a farlo lo scrittore dovrebbe donare a chi legge una fase intermedia in cui lei continui ad avere in testa frasi come «ho paura di commettere un errore imperdonabile» o «non è ancora il momento giusto» o «non so come farlo» o «non ci riuscirò». Fase che sarà distribuita nel testo senza esplicitare quelle frasi di cui sopra ma obbligando il personaggio a comportamenti che in qualche modo le facciano intuire. L’editor dovrà controllare che ciò sia eseguito con equilibrio e senza scene banali.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

La filosofia di un personaggio non sta tanto nelle sue parole, quanto invece in ciò che fa. Perciò sarà importante che l’editor metta al microscopio i comportamenti di Maria che sono il frutto dei suoi pensieri, del suo spirito, dei suoi ideali. Quando un personaggio sta vivendo un cambiamento, è probabile che inizierà a poco a poco a vivere la sua sofferenza interiore con piccoli cambiamenti. Possono essere anche lontani dall’epilogo futuro, ma un chiaro segnale che qualcosa non è più come prima. Per tale motivo, quando ci si rapporta a uno scrittore, un editor dovrebbe in questo caso chiedere: «Quali sono le paure e le sofferenze di Maria e come le sta vivendo?». Solo concentrandosi sulle sue paure e sulle sue sofferenze sarà possibile capire se il filo logico della trama scelto dall’autore sia o non sia in linea con quanto poi accadrà, cioè la separazione di Maria da Paolo.

Altro punto. I desideri per il futuro. Un personaggio, per quanto pauroso, per quanto sofferente, di sicuro ha qualche desiderio. Ecco un bagaglio interiore dentro il quale lavorare sulla scrittura dell’autore. Potrebbe essere un desiderio di liberazione dalla sofferenza, potrebbe essere un desiderio di trovare l’amore, potrebbe essere un desiderio che il contratto di lavoro sia rinnovato. Tale desiderio va mostrato qua e là in modi che facciano intuire appunto quel desiderio.
Un esempio. Se Maria ha un padre gravemente ammalato di Alzheimer e decide una sera di cercare siti che parlino di eutanasia, si lascerà nella testa del lettore che lei pensi a una liberazione dalla sofferenza. Non importa se poi l’eutanasia sarà davvero una strada della trama, è l’immaginario che conta.

Quindi, nel momento in cui state analizzando l’arco di trasformazione di un personaggio, provate a chiedere allo scrittore che cosa Maria desidera per il futuro o se non vi relazionate con lo scrittore chiedetevi se vi sembra che l’abbia pensato per i suoi personaggi (almeno per quelli principali). Questo aiuterà a intervenire sul testo considerando le eventuali possibilità future. 

Prima di un evento X bisogna governare nelle pagine la relazione fra paure/sofferenze e desideri per il futuro in modo che si crei un percorso di accettazione consapevole del protagonista verso un determinato cambiamento. Quanto più il senso di accettazione diventerà piano piano solido, tanto più il cambiamento diventerà maturo.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Un editor ha la responsabilità di far degustare meglio al lettore l’attraversamento narrativo. Attraversare significa vivere con passi incerti, con passi più sicuri, con passi confusi, in ogni caso un avanzamento verso l’evento X.

A giovedì prossimo, parleremo ancora di mondi interiori.

LEGGI TUTTE LE PUNTATE DI CONOSCERE L'EDITING

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.