Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Corso online di editing

Conoscere l'editing

Corso SEC

Editing ‒ Emergono le emozioni?

Editing ‒ Emergono le emozioni?Si ragionava la scorsa volta sul punto di vista e mi permetto un consiglio agli editor. Voi potrete far riflettere l’autore su ogni aspetto dei punti di vista, potrete creare un’architettura complessa insieme, potrete affinare un dispositivo d’ingegneria narrativa al limite della perfezione, però non dovrete mai dimenticare che se non emergono le emozioni vi servirà a poco migliorare un testo. Lasciatemi spendere qualche parola su cosa intendo dire.

Quando annusate una gardenia avete le narici che provano qualcosa di fisico, non c’è ragionamento, accade. Una frase «il profumo di una gardenia» in un romanzo non scatena nei lettori quel profumo, si dovrà creare un percorso sensoriale come vi dicevo nelle lezioni 15 e 16.

Perciò quando analizzate se il punto di vista adottato dallo scrittore funzioni o meno, chiedetevi di continuo, e con questa espressione intendo in ogni pagina, lo ripeto, in ogni pagina: «Stanno emergendo le emozioni?»

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Non rispondetevi sì con troppa facilità, riflettete su come le emozioni emergano in una determinata pagina, con quali frasi, con quali parole, con quale ritmo, con quale altra modalità. Sarete costretti a scavare nel testo alla ricerca delle migliorie possibili. 

Provo ad allargare lo sguardo. Le emozioni possono essere positive o negative. L’emozione di vedere nascere un bimbo o l’apprensione per una telefonata che deve arrivare, lo stupore di fronte a un immenso prato di tulipani in fiore o il terrore per una pistola puntata alla testa. Un colpo al cerchio e uno alla botte recita l’espressione, perciò non dovrete scontentare nessuno, sia chi cerca emozioni positive sia chi preferisce quelle negative. Ecco la ragione per la quale dovreste aiutare lo scrittore a capire che servono entrambe e di continuo, sia positive sia negative. Sapete quante volte in un thriller trovo l’errore di insistere su quelle negative dimenticando quelle positive? Tante volte. O, al contrario, sapete quante volte in certi romanzi di narrativa consolatoria incontro troppa positività al limite del ridicolo? Tante. 

Un paio di anni fa un giovane editor mi chiese: «A parte il concetto, quali autori posso consigliare che siano davvero bravi a far emergere le emozioni?». La lista sarebbe davvero lunga e ricordo che mi domandai chi menzionare fra i contemporanei. Trovai tre nomi che sono fenomenali in questo: la francese Katherine Pancol, il tedesco Wulf Dorn e l’italiana Elisa Ruotolo. Diversissimi fra loro ma di un talento che dal mio umile e opinabile punto di vista è sbalorditivo se si parla di donare emozioni alle pagine. Vi consiglio di leggerli e studiarli.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Tenete sempre in considerazione che una storia racconta spesso il mondo interiore dei personaggi, o meglio, dovrebbe comunicare ai lettori una serie di elementi che permettano piano piano di dedurre il mondo interiore dei personaggi. Un’operazione che merita controllo e consapevolezza. Che cosa significa raccontare un mondo interiore?

Questo è il tema che occuperà le prossime puntate e che ritengo fra i più importanti per chi volesse intraprendere la carriera dell’editor. Un personaggio ben caratterizzato è corpo e anima. Non pochi scrittori se la cavano bene con il corpo ma con l’anima uhm, così così. Si dilettano a raccontare i loro pensieri o farli desumere dai loro comportamenti, ma anima significa anche ideali, spiritualità, credenze. Bisognerebbe lavorare di più sul significato di immaginario perché costruendo un buon immaginario allora un personaggio emerge con tutta la sua forza.

Alla prossima puntata.

LEGGI TUTTE LE PUNTATE DI CONOSCERE L'EDITING

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (2 voti)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.