Conoscere l'editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Interviste scrittori

Consigli di lettura

Deforestazione: Greenpeace e l’editoria italiana

Deforestazione: Greenpeace e l’editoria italianaNel marzo 2012 Greenpeace avviò un’analisi su 11 libri per bambini stampati in Cina, in particolare osservando gli editori del Gruppo Giunti e del Gruppo RCS. Per quale ragione? Mentre Mondadori, Feltrinelli, GEMS e De Agostini avevano aderito al programma Deforestazione Zero, al contrario Giunti e RCS non avevano dimostrato interesse alcuno verso un tema che coinvolge tutti noi e il futuro della Terra.

 

L’analisi dei libri fu compiuta dall’Istituto Tedesco per la Scienza e la Tecnologia della Carta e si scoprì che i campioni contenevano percentuali di fibra di acacia, in quattro su undici sono state identificate numerose fibre MTH, in due su undici invece fibre sconosciute. Una situazione poco chiara, ma che rappresentava la prova certa di come le aziende cinesi si nutrissero di cellulosa indonesiana per stampare milioni di libri (mercato che interessa anche il nostro Paese perché molti dei libri che leggiamo sono stati stampati in Cina). L’Italia, inoltre, è il primo importatore europeo di carta proveniente dall’Indonesia. Considerate sempre la lunga e complessa filiera editoriale. Dall’Indonesia, attraverso la Cina, fino al Bel Paese.   

 

Greenpeace aveva fatto un appello ai due grandi gruppi editoriali italiani, evidenziando alcuni punti:

 

1)      Non distruggere le foreste a causa di una cieca politica di acquisto.

2)      Impegnarsi a ripulire le proprie filiere di distribuzione.

3)      Impegnarsi pubblicamente a escludere dai propri fornitori criminali forestali e aziende controverse come APP e APRIL.

4)      Diventare editori amici delle foreste.

 

Sembrano problemi lontani, in realtà la deforestazione del polmone indonesiano da parte di APP e APRIL (due colossi del settore che non hanno la minima legislazione ambientale ma che si occupano solo di creare profitti), con una prudente obiettività, detiene il record mondiale di emissioni di gas serra. Inoltre, non si dimentichi la quantità di specie in via d’estinzione.

 

Invitiamo Greenpeace a continuare a tenere alta l’attenzione su questi importanti temi ambientali.

Domani pubblicheremo il seguito di questa vicenda.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.3 (3 voti)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.