Conoscere l'editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Interviste scrittori

Consigli di lettura

Da dove vengono gli immigrati che arrivano in Europa? Un reportage ce lo svela

Da dove vengono gli immigrati che arrivano in Europa? Un reportage ce lo svelaDa dove vengono tutti questi immigrati, ma sarebbe meglio dire migranti, che arrivano in Europa nelle condizioni così precarie, terribili, ai limiti della sopravvivenza che già conosciamo?

 

Dire Paesi arabi è dire poco, perché significa rintanarci nelle nostre false certezze di chi preferisce liquidare l’origine in una dimensione esclusivamente geografica.

 

Non neghiamo però che questa abbia la sua importanza, e non lo nega nemmeno Harraga, nuova pubblicazione edita da Contrasto, reportage (che dal 24 febbraio al 26 marzo 2017 sarà a Forma Meraviglia a Milano) che raccoglie le fotografie terribilmente evocative del ventiseienne napoletano Giulio Piscitelli, vincitore proprio con queste opere della tredicesima edizione del Premio Amilcare G. Ponchielli, istituito dal GRIN (Gruppo Redattori Iconografici Nazionale).

 

Non è un caso che questo duro, durissimo reportage fotografico sia accompagnato dalle mappe disegnate dal geografo, cartografo e information designer Philippe Rekacewicz appositamente per evocare insieme i luoghi di provenienza, di transito e di approdo dei migranti.

LEGGI ANCHE – Tra ‘ndrangheta e caporalato – Arancia meccanica a Rosarno

 

Apprendiamo così che sostanzialmente le rotte confluiscono verso l’Europa, passando per l’Italia e la Francia, fino a spingersi verso i Balcani.

E Piscicelli documenta tutto, non solo i viaggi dolorosi e pericolosi di chi s’imbarca in Tunisia per raggiungere le coste italiane, ma anche di chi dal Corno d’Africa attraversa il deserto (1.500 morti in un anno solo qui, si legge in uno dei testi introduttivi) e dei siriani, iracheni e afghani che approdano in Grecia.

Da dove vengono gli immigrati che arrivano in Europa? Un reportage ce lo svela

Deserto del Sahara, confine tra Egitto, Libia e Sudan, maggio 2014. Un gruppo di profughi eritrei attraversa il deserto

Da dove vengono gli immigrati che arrivano in Europa? Un reportage ce lo svela

Melilla, Spagna, agosto 2014. Immigrati subsahariani cercano di scavalcare la rete di confine tra Spagna e Marocco

Da dove vengono gli immigrati che arrivano in Europa? Un reportage ce lo svela

Mar Mediterraneo, aprile 2011. Oltre 100 migranti tunisini imbarcati dal porto di Zarzis attraversano lo stretto di Sicilia verso Lampedusa

 

Al centro di Harraba per la prima volta ci sono anche i luoghi di arrivo perché se è importante chiedersi da dove provengono i migranti è altrettanto importante, forse addirittura determinante, conoscere (noi che li accogliamo, così come noi che li respingiamo) dove arrivano. L’attenzione di Piscitelli e della sua macchina fotografica si sposta sui CIE, sullo sfruttamento della manodopera a Rosarno e a Castelvolturno, sull’Isola di Kos e di Lesbo, su Idomeni, al confine tra Grecia e Macedonia.

Da dove vengono gli immigrati che arrivano in Europa? Un reportage ce lo svela

Gerba, Tunisia, marzo 2011. Alcuni migranti tunisini sulla spiaggia dalla quale si imbarcheranno per Lampedusa

 

Da dove vengono gli immigrati che arrivano in Europa? Un reportage ce lo svela

Bari-Palese, dicembre 2012. Centro di identificazione ed espulsione (CIE), un migrante musulmano prega nel corridoio

 

Da dove vengono gli immigrati che arrivano in Europa? Un reportage ce lo svela

Villa Literno, Caserta, luglio 2011.

Lavoratori stagionali africani raccolgono pomodori lavorando a cottimo per poco più di 30 euro per oltre dieci ore di lavoro al giorno

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Da dove vengono gli immigrati che arrivano in Europa? Un reportage ce lo svela

Calais, Francia, novembre 2015. Tende nel campo profughi vicino alla città

 

Da dove vengono gli immigrati che arrivano in Europa? Un reportage ce lo svela

Idomeni, Grecia, dicembre 2015. Migranti aspettano da ore di attraversare il confine tra Grecia e Macedonia

 

Frontiere, sempre e solo frontiere, da attraversare, da superare e da bruciare, perché Harraga in arabo significa “quelli che bruciano le frontiere”: «Bruciare le frontiere, varcarle, attraversarle, rimbalzare contro i muri eretti ai loro margini, eludere il controllo delle polizie, fidarsi di trafficanti che non si è mai visto prima e che spesso non parlano neanche la propria lingua, guardare il cielo stellato di notte e le ferite della terra di giorno e soprattutto – soprattutto – fare gruppo con tutti quelli che bruciano insieme a te...».

 

Da dove vengono gli immigrati che arrivano in Europa? Un reportage ce lo svela

Atene, Grecia, maggio 2013. Hassan Mekki, 33 anni, sudanese.
Nel novembre 2012 è stato picchiato da un gruppo di persone forse legato al partito nazifascista Alba Dorata.
Hassan non ha denunciato la violenza perché non ha i documenti in regola
 

LEGGI ANCHE – Il laureato sfruttato – Abù, lo schiavo agronomo

Da dove vengono gli immigrati che arrivano in Europa? Un reportage ce lo svela

Röszke, Ungheria, settembre 2015.

Migranti appena arrivati dalla Serbia in attesa di essere trasportati, in autobus, nel campo profughi del governo ungherese, dove saranno registrati e schedati

 

Sono queste parole di Alessandro Leogrande, che firma l’introduzione del volume, che ci aiutano a rispondere alla nostra domanda iniziale: ecco gli immigrati vengono da qui, da un dove che più che un luogo di origine è un viaggio della speranza e del pericolo, come documentano le foto di Piscitelli.

Il tuo voto: Nessuno Media: 2.8 (4 voti)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.