Conoscere l'editing

Consigli di lettura

Interviste scrittori

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Cultura a #Roma 12 – Wunderkammern

Wunderkammern, RomaTra i luoghi culturali più belli di Roma non può certo mancare Wunderkammern, centro di arte contemporanea che, fondato in Umbria nel 1998, si è poi spostato in una nuova sede, quella della Capitale, per l’appunto, con l’obiettivo di promuovere l’arte nelle sue diverse forme.

La presentazione che ne fa il sito ufficiale è chiara e completa – potete ben vederlo qui –, ma sono coloro che hanno frequentato il posto a darne un’immagine eccellente; Romina S, per esempio, ne parlava così nel 2011 (un anno dopo l’inizio dell’avventura romana) su Yelp.it:

«Nonostante fossero mesi che mi ripromettevo di andare a dare un'occhiata a questa galleria di Torpignattara, di cui avevo sentito parlare in modo entusiastico da alcuni amici che non si fanno scappare le ultime novità dell'arte contemporanea, la prima volta che sono stata qui è stato in occasione di uno degli ‘eventi’ dello scorso autunno: l'inaugurazione della mostra di Space Invaders, che aveva appena trascorso a Roma tutta l'estate scorsa, riempiendo la città dei suoi coloratissimi mostriciattoli. L'evento in questione era davvero molto affollato, anche perché la mostra era curata niente di meno che da uno dei mostri sacri dell'arte contemporanea italiana, Achille Bonito Oliva. Dimostrazione che la galleria aperta da pochi anni, si è già conquistata un ruolo non da poco nel panorama romano e non solo. Gli spazi sono molto ampi e suddivisi in più stanze, intervallate da un cortile interno molto carino utilizzato perlopiù nelle inaugurazioni. La galleria è molto attenta ai giovani artisti emergenti, al punto che ha istituito da poco un premio: il ‘WK Art Distinction’, ossia un riconoscimento che viene assegnato ai giovani artisti più promettenti, formatisi attraverso percorsi che non fanno parte dei soliti circuiti accademici».

Sono tanti i temi che ispirano i lavori degli artisti emergenti della galleria Wunderkammern: il meraviglioso, il paradossale, il rapporto fra privacy e voyeurismo, e molto altro ancora; tutto nell’ambito di grandi collaborazioni con enti che, tra l’altro, vi abbiamo già presentato: dal sito ufficiale, infatti, apprendiamo che dal 2010 Wunderkammern, oltre ad aver partecipato a numerose fiere d’arte nazionali e internazionali, ha iniziato a collaborare con MACRO “Museo d’Arte Contemporanea Roma” e MAXXI “Museo Nazionale delle Arti del XIII secolo”. È indiscutibile, insomma, che un appassionato di arte troverà il paradiso in questa galleria.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

Qualità, ricerca e mercato sono le tre linee guida del lavoro del team che organizza eventi per promuovere l’arte presso il Wunderkammern, e tutto questo avviene – vale la pena ricordarlo – in un quartiere di Roma non proprio valorizzato dal punto di vista culturale. Natalia M. – sempre su Yelp.it – è stata chiara a tal proposito:

«Faccio ancora fatica a credere che nel contesto popolare e multietnico di Torpignattara sia stata aperta una galleria del genere. E forse la scelta non è del tutto casuale, visto che per il momento ho assistito a due mostre che hanno a che fare con "l'urbano" e con la metropoli underground di street artist, come l'artista di strada francese di Space Invaders o la mostra collettiva Lumen Urban Show che ha l'obiettivo di portare in città una iniziativa che coinvolgerà i più talentuosi urban artists della scena nazionale».

Gli artisti sono parecchi: Jef Aérosol, Gianni Asdrubali, Alexander Hamilton Auriema, Angelo Bellobono,Tomaso Binga, C215, Monica Canilao, Guglielmo Achille Cavellini, Simona Frillici, Annette Haas, Agostino Iacurci, Mark Jenkins, Myriam Laplante, Ludo, Seboo Migone, Sten&Lex, Luca Padroni, Emiliano Ponzi, Rero, Naoya Takahara, Valentina Vannicola, Valentina Vetturi e Dan Witz.

L’idea alla base di Wunderkammern è lodevole, i progetti realizzati lo sono altrettanto: non vi resta che visitare la galleria per constatare con i vostri occhi che non figura a caso tra i luoghi culturali più belli di Roma

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (2 voti)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.