Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Conoscere l'editing

Corso online di editing

Diffondi libro

Cultura a #Bologna 1 – Palazzo Fava e i suoi Carracci

Palazzo Fava, BolognaChi si trovi di fronte agli Incanti di Medea, non può non emozionarsi, anche se non sa nulla di storia dell'arte o dei Carracci. Per questo inizio il tour nella cultura bolognese da Palazzo Fava, noto anche come Palazzo delle Esposizioni.

L'incantevole edificio di origine medievale deriva il suo nome dalla famiglia che lo acquistò nel 1546. Passato dai Fava ai Medici, giunse nelle mani dell'Hotel Baglioni che, nel 2005, per fortuna, lo cedette alla Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna. Dopo aver provveduto al suo restauro, la stessa lo riconsegnò alla città. Ora è inserito nel percorso artistico dell'ente Genus Bononiae.

Accade così che oggi Palazzo Fava sia da visitare, soprattutto perché accoglie, al piano nobile, il primo e rivoluzionario esperimento dei giovani fratelli Carracci.

La sala dedicata a Giasone e Medea è considerata uno dei capolavori della pittura secentesca per la sua drastica rottura rispetto alla dittatura accademica. Nel ciclo di dipinti, composto da 18 episodi, ogni riquadro possiede una sua originale prospettiva, pur rappresentando più azioni contemporaneamente. I Carracci dipingono il loro addio alla scansione narrativa tradizionale (in cui noi “contemporanei” ci sentiremmo molto più a nostro agio) e all'eccesso manieristico di elementi ornamentali.

Tra gli episodi, troviamo appunto gli Incanti di Medea, che, in un notturno lunare, rappresenta «il primo nudo moderno della storia dell’arte», per Andrea Emiliani. Che poi un Conte Fava abbia provveduto a ricoprire le pudenda esposte nei dipinti del ciclo, è un'altra questione, che nulla toglie al fascino di un Palazzo che incanta.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

Quanto al rilievo culturale del Palazzo delle Esposizioni, basti pensare alla mostra La ragazza con l'orecchino di perla, che – nonostante il titolo – non è incentrata su Vermeer. È dedicata al Secolo d'Oro della pittura olandese, le cui opere, per volontà del curatore Marco Goldin (storico dell'arte sensibile al binomio antico-contemporaneo, oltre che direttore di «Linea d'ombra»), sono affiancate dai lavori di 25 artisti italiani contemporanei.

Tra le speranze di Goldin, che il pubblico si ponga davanti al lavoro di Vermeer «non soltanto come a un’icona pop, ma anche come a una rappresentazione sublime della bellezza dipinta. In questo quadro tutto vive dentro una sorta di silenzio crepitante, che chiama ognuno di noi verso il luogo dell’assoluto». Che altro aggiungere?

Intanto vi suggerisco questo link, dove potrete avere un assaggio del ciclo dei Carracci, di cui il geniale critico d'arte e scrittore Roberto Longhi ha parlato come di un «un romanzo storico», capace di «comunicare direttamente ad apertura, non di libro, ma di finestra». Ma è solo un assaggio. Vi assicuro che trovarsi di fronte agli Incanti di Diana(e non solo!) di Palazzo Fava è tutt'altra cosa.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (2 voti)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.