Corso SEC

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Corso online di editing

Conoscere l'editing

Come si scrive un comunicato stampa

Comunicato stampaAncora oggi niente come un comunicato stampa si rivela efficace per far conoscere un evento, un marchio o qualsiasi novità degna di nota in qualunque campo, nonostante i sistemi di comunicazione potrebbero cambiare totalmente nei prossimi anni.

Ma aver chiaro “chi” si è, di “cosa” si va parlando e “a chi” ci si rivolge non basta per poter dire di sapere come si scrive un comunicato stampa. Scrivere un comunicato stampa può essere davvero un'attività semplice e gratificante, se si rispettano poche e semplici regole di base.

Il titolo. Un comunicato stampa scritto beneha un titolo accattivante, che attira l'attenzione in primis dei giornalisti (o blogger), ai quali il comunicato si rivolge. Sbagliato, infatti, redigere un comunicato stampa pensando di rivolgersi direttamente al pubblico. Quindi niente parole o frasi roboanti, ma spazio alla sostanza, alla notizia, annunciata con un titolo breve, semplice, ma capace di incuriosire. Senza dimenticare la fantasia, perché nel titolo, certo, si può essere furbetti. Anche se la furbizia si deve fermare qui.

 

La data e il luogo. Sono riferimenti che spesso sembrano scontati, si rivelano invece importantissimi per posizionare l'evento in una dimensione definita. Nel flusso continuo della rete un testo senza data e senza luogo (e quanti se ne trovano...) ha pochissimo senso. Considerando che molti siti (anche di giornali, non solo blog) usano spesso prendere i comunicati stampa e pubblicarli così come sono, la mancanza di (o la difficoltà di reperire) informazioni essenziali come il “quando” e il “dove” può essere un buono motivo per non vedersi pubblicata la notizia.

 

Il testo. Come detto prima, il comunicato stampa si rivolge ad addetti ai lavori. Il linguaggio deve essere semplice ma non banale, così come non dovrebbe essere troppo promozionale (richiesta ardua in un tempo in cui gli addetti stampa si cercano prima tra i laureati in marketing e solo poi tra coloro che sanno scrivere in italiano). La struttura del testo dovrebbe dare l'idea di procedere per gradi, con la notizia secca nel primo paragrafo e quindi, nei successivi, dettagli e specifiche dell'evento. Sarà chi ne scrive, poi, a scegliere a che livello fermarsi nel riportare la notizia. Quanto scrivere? Un comunicato che va oltre 1 o 2 cartelle è già troppo lungo. Meglio andare all'essenziale, aggiungere i dettagli primari, e relegare il resto a tabelle e/o schede allegate.

 

Dati e citazioni. “Melius abundare quam deficere”, dicevano i latini. Soprattutto i dati, se sono nuovi, se sono tanti e interessanti, e se sono esposti con chiarezza e secondo logica, fanno letteralmente impazzire i giornalisti, che amano interpretarli e scrutarli cercando nuove chiavi di lettura. Importanti sono anche le citazioni, se sono frasi che fanno effetto e, soprattutto, se provengono dalla bocca della/e persona/e più importante/i (il presidente, l'amministratore delegato, il responsabile del progetto) all'interno dell'organizzazione/azienda.

 

I contatti e la disponibilità. Altro elemento che spesso chi scrive un comunicato stampa sottovaluta è l'elenco dei contatti. Che peraltro diventano inutili senza reperibilità e disponibilità. Spegnere il telefono alle 18 quando si esce dall'ufficio, senza considerare che un giornale a quell'ora è ancora spesso solo un embrione di quello che sarà l'indomani, può essere deleterio. Un giornalista, ma anche un blogger, perché no, può aver voglia di chiedere delucidazioni, come anche può cercare informazioni aggiuntive per puntare su una sua personale chiave di lettura.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Leggete la nostra Webzine

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Link o allegati? Invasi come siamo, ogni giorno, da mail di ogni tipo, un comunicato stampa con allegati file pesantissimi, per quanto interessante, verrà quasi di sicuro ritenuto opera di un'incapace, o di un novellino. Ora esiste la possibilità (mai sentito parlare di cloud?) di sostituire allegati pesantissimi con link che consentono di scaricare in qualunque momento tabelle e fotografie.

 

La rilettura. Il controllo di come si è scritto il comunicato stampa è l'ultima, ma forse più importante, operazione da compiere. Errori di ortografia e di grammatica fanno fare sempre una pessima figura, così come la mancanza di allegati, quindi meglio rileggere velocemente, anche due o tre volte. La rilettura deve comprendere anche i link, che vanno controllati uno ad uno. Ricordando sempre che il giornalista, ma anche chi legge, in generale, non ama le perdite di tempo. Dovendo scegliere per ragioni di spazio prediligerà un comunicato scritto bene ad uno che già dalle prime righe presenta errori ortografici.

Sono solo poche regole, dunque, ma che se applicate con attenzione possono condizionare in positivo la ricezione del nostro comunicato stampa e la diffusione della notizia in esso contenuta.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (2 voti)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.