Conoscere l'editing

Corso online di editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Diffondi libro

Come fare per trovare il piacere della lettura - 4

Sunset LimitedSunset Limited di Cormac McCarthy

 

BIANCO  Non sa che cosa offrire a uno che sta per prendere il Limited.

NERO  Appunto. Sento che in pratica la trattativa è finita.

BIANCO  Forse è così. Ha mai avuto a che fare con dei suicidi?

NERO  No. Tu sei il primo. Questi tossici e crackomani, non c’è niente di più lontano dal suicidio. Non capirebbero neanche di cosa stai parlando. Si svegliano tutte le mattine nel dolore. Un dolore atroce. Ma non se ne vanno al deposito della metro. Adesso mi dirai, grazie tante, loro ce l’hanno qualcosa che gli fa passare il dolore. Devono solo sbattersi un po’ in giro e procurarselo. E non ti posso dare torto. Ma la domanda rimane. Che cos’è esattamente questo dolore che porta i pendolari a infilarsi un bel cappotto di legno? Di che tipo di dolore stiamo parlando? Secondo me, se fosse il dolore per una perdita a portare la gente al suicidio, anche solo seppellirli tutti quanti prima che scende il sole sarebbe un lavoro a tempo pieno. E allora torno sempre alla stessa domanda. Se non è quello che uno ha perso a dare questa sofferenza insopportabile, allora forse è quello che uno non perderà mai. È quello che preferirebbe morire, piuttosto di mollare.

BIANCO  Ma se uno muore, lo molla eccome.

NERO  Eh no. Se uno muore, non c’è più e basta.

BIANCO  Be’. Io non so che dirle. La decisione di lasciare tutto è il punto dove finalmente sono arrivato. Mi ci è voluto tanto per arrivarci e se c’è una cosa che sarei del tutto restio a mollare è questa.

NERO  Che in altre parole vuol dire?

BIANCO  L’unica cosa che non voglio mollare è l’idea di mollare. Mi aspetto che sia quella a portarmi a destinazione. Dipendo da quella. Le cose in cui credevo erano molto fragili. Come le ho detto. Non resteranno al mondo per molto tempo, e io nemmeno. Ma non credo sia questo il vero motivo della mia decisione. Secondo me è qualcosa di molto più profondo. Alle perdite ci si può abituare. Non c’è alternativa. Per dire, a lei piace la musica, no?

NERO  Sissignore.

BIANCO  Chi è il più grande compositore che conosce?

NERO  John Coltrane. Di gran lunga.

BIANCO  Secondo lei la sua musica durerà in eterno?

NERO  Oddio. L’eternità è lunga, professore. Devo per forza dirti di no. Non durerà in eterno.

BIANCO  Ma questo non le fa perdere tutto il suo valore, no?

NERO  No, infatti.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (2 voti)
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.