Conoscere l'editing

Corso SEC

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Corso online di editing

Come costruire l’arco di trasformazione di un personaggio

Come costruire l’arco di trasformazione di un personaggioOgni personaggio, a meno che non si tratti di una mera comparsa, dovrebbe avere un proprio arco di trasformazione. Questo vale soprattutto per i personaggi principali, cioè quelli che insieme al protagonista ricoprono un ruolo importante per l’evoluzione della storia.

 

Tutto ciò perché l’arco di trasformazione aiuta a costruire personaggi che non sono statici e al contempo a rendere credibili i loro cambiamenti nel corso della narrazione.

 

Vediamo dunque da vicino come costruire un arco di trasformazione efficace.

 

 

1. Individua l’obiettivo principale del tuo personaggio

Come costruire l’arco di trasformazione di un personaggio

Obiettivi interessanti si sviluppano a partire da situazioni interessanti. A questo proposito considera che ci sono alcune situazioni tipo da cui potresti attingere:

  • Una situazione insopportabile da cui il tuo protagonista vuole fuggire.
  • Qualcosadi eccitante o di sorprendente che promette nuove avventure.
  • L’incontro con un estraneo enigmatico.
  • Un altro punto di svolta della trama che permette un cambiamento.

 

Un buon punto di partenza da usare quando crei l’arco di trasformazione è una situazione che prevede grandi incognite. Il lettore così non può essere certo di quali saranno i prossimi passi del personaggio. Quest’incertezza crea tensione narrativa. Questa tensione è ciò che distingue una sequenza noiosa di eventi insignificanti da una storia.

Per rendere gli obiettivi iniziali più intriganti:

  • Accenna a una serie di ostacoli.
  • Alza la posta: cosa accadrebbe se un personaggio non riuscisse a perseguire il suo obiettivo?
  • Rivela qualcosa del personaggio: cosa dicono i suoi obiettivi iniziali a proposito dei suoi desideri, delle paure, delle speranze e dei sogni?

***

2. Rifletti sui possibili aiuti e ostacoli

Come costruire l’arco di trasformazione di un personaggio

Molti archi di trasformazione implicano la presenza di altri personaggi che aiutano o ostacolano il viaggio del protagonista. A volte alcuni personaggi secondari fanno entrambe le cose. E dunque un “aiutante” può cominciare a porre degli ostacoli e fungere da “antagonista” e viceversa.

***

3. Trova un punto di non ritorno

Come costruire l’arco di trasformazione di un personaggio

Pensa all’arco di un personaggio come alle montagne russe. Tale metafora, che rimanda all’idea di imprevedibilità, potrebbe suonare come un cliché. In realtà aiuta a catturare quel momento in cui, dopo esserti spinto in alto per un certo tempo, raggiungi il picco e non puoi andare oltre, ma devi per forza cominciare la fase di discesa.

Un buon arco di trasformazione di un personaggio possiede queste qualità. Ha un certo livello di velocità. Prevede situazioni di cambiamento. Non procede sempre allo stesso modo. A volte va avanti lungo una lenta salita. Altre volte si ferma per una breve pausa (che colpisce direttamente allo stomaco) prima della velocissima discesa. Un punto di non ritorno, nel quale il tuo personaggio s’impegna molto su un piano, un obiettivo, permette di creare un momento centrale per il proseguire della storia. Per un arco efficace, il momento centrale non deve riguardare solo il primo obiettivo del personaggio ma anche l’insieme degli obiettivi finali.

Per creare un punto di non ritorno efficace nell’arco di trasformazione:

 

  • Costringi i personaggi a fare delle scelte irreversibili: in un romance, potrebbe essere la scelta di entrare in contatto con un “altro” alquanto misterioso.
  • Inizia a rivelare le conseguenze: in che modo la scelta iniziale potrebbe complicare la situazione di un personaggio?
  • Rifletti su altri punti della trama, positivi o negativi, che potrebbero derivare dal punto di non ritorno: queste situazioni ne generano altre? Portano il tuo protagonista più vicino ai suoi obiettivi o lo allontano?

***

4. Pianifica la crescita e il cambiamento

Come costruire l’arco di trasformazione di un personaggio

Gli archi di trasformazione più efficaci mostrano come i personaggi crescono e cambiano. Un assassino che completa il suo primo incarico può diventare più audace e sfacciato una volta che ha scoperto che può farla franca, ad esempio.

Crescita e cambiamento sono la chiave per conferire alla tua storia un susseguirsi di azioni e reazioni. Storie efficaci mostrano come un singolo evento innesca e produce risultati prevedibili e/o imprevisti.

Il modo in cui un personaggio si sviluppa o cambia può aiutare o ostacolare il perseguimento dei suoi obiettivi.

Ricorrere ad archetipi per i personaggi (come ad esempio: guerriero = uomo forte) è utile perché questi ci danno dei personaggi e un immaginario riconoscibile a cui attingere. Tuttavia degli ottimi archi di trasformazione possono rivelare anche le contraddizioni e le battaglie interiori vissute dal personaggio archetipo.

Un arco di trasformazione ben costruito mostra come un personaggio riesca a raggiungere un punto d’incontro con le sue contraddizioni, con i suoi punti di forza e quelli di debolezza. Un arco non è sempre ascendente, anzi in una tragedia ad esempio potrebbe gradualmente scendere verso un momento peggiore.

***

5. Porta in primo piano i conflitti interni ed esterni

Come costruire l’arco di trasformazione di un personaggio

I conflitti sono la chiave per sviluppare un buon arco di trasformazione. Un personaggio dovrebbe vedersela con i propri dubbi interiori, con i suoi errori e con altri fardelli. Ma potrebbe anche trovarsi ad affrontare conflitti con altre persone (singoli individui o la società nel complesso) o con l’ambiente che lo circonda.

Qualunque sia il tipo di conflitto che inserisci nella tua storia, mostra come i personaggi riescono a superarlo o come soccombono. I conflitti inseriti all’interno di un arco di trasformazione:

  • Aumentano la suspense narrativa: come si risolverà il conflitto? Il lettore deve conoscere la risposta.
  • Alimentano il cambiamento: in che modo il tuo personaggio potrebbe adattarsi per superare il conflitto o addirittura acquisire nuove abilità? È diventato più saggio? Più duro? Più vulnerabile? Più consapevole?
  • Aiutano la caratterizzazione:il modo in cui il tuo personaggio risponde ai conflitti dice molto della sua personalità.

Leggi tutte le Lezioni di scrittura creativa

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (4 voti)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.