Interviste scrittori

Consigli di lettura

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Conoscere l'editing

Chi è il peggior poeta del mondo?

Chi è il peggior poeta del mondo?Chi è il peggior poeta del mondo? Che ne dite di scoprirlo insieme?

Dopo esserci occupati della poesia italiana più breve e di quella più corta in assoluto, oggi proviamo a individuare il poeta peggiore di tutti i tempi. O almeno quello che è considerato tale da buona parte degli studiosi e dei critici.

Cominciamo subito col dire che non si tratta di un italiano. Il poeta peggiore del mondo è infatti in irlandese e probabilmente il suo nome non vi dirà nulla. E provate a indovinare perché!

Bene, ecco svelato l’arcano: il poeta considerato il peggiore del mondo è William Topaz McGonagall. Scozzese di origine, è passato alla storia per i suoi versi involontariamente burleschi, ma forse sarebbe più corretto dire dall’involontario effetto comico.

La sua opera più nota è The Tay Bridge Disaster, composta nel 1879 per commemorare gli eventi occorsi quello stesso anno il 28 dicembre. Durante una burrasca particolarmente violenta, il Tay Bridge di Dundee crollò causando la morte di 75 persone che viaggiavano su un treno che, al momento del crollo, stava attraversando il ponte.

Chi è il peggior poeta del mondo?

Il testo – che riporta 90 vittime anziché delle 75 realmente accertate – comincia così:

 

«Bel ponte ferroviario sul Tay d'argento

Ahimè! Di riferire sono spiacente

Che sono state stroncate novanta esistenze

Nell'ultimo giorno di sabato del 1879

Che sarà ricordato per lunghissimo tempo.»

 

E più o meno di questo tenore sono tutti i suoi componimenti poetici che gli sono valsi appunto la fama di peggior poeta di tutti i tempi.

Va detto però che, nonostante questo, una sua raccolta di 35 poesie nel 2008 è stata venduta per 6.600 sterline inglesi.


Per la prima foto, copyright: Johannes Roth su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.7 (3 voti)
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.