Conoscere l'editing

Corso online di editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Diffondi libro

C’era una volta la narrazione interattiva

Storytelling«Storytelling», come del resto «narrazione», è termine ambiguo, di un’ambiguità magnifica e piena di possibilità. Potremmo viaggiare senza sosta dai classici più lontani nel tempo, dalle narrazioni mitiche, alle iper-narrazioni, e ritorno; di strumento in strumento, di mezzo in mezzo, dalla penna alle piattaforme web-based.

Più di recente, abbiamo parlato di transmedia storytelling, tirando in ballo tanto studiosi come Henry Jenkins quanto Matrix. In generale, poi, si fa un gran parlare di narrazioni interattive, e nuove frontiere, da alcuni anni. Le semplificazioni giornalistiche “impongono”, in certa misura, una sorta di cieca progressività, a tutti i costi. Con più sobrietà, si dovrebbero poter osservare corsi e ricorsi, anticipazioni, persistenze e “ritrovamenti”.

Non sarà un caso, infatti, se in pieni anni Ottanta si usava l’espressione inglese «interactive fiction», e quella italiana «avventura testuale», per indicare software pensati per raccontare una storia, all’interno della quale far muovere il giocatore, usando solo comandi testuali; letteralmente, “scrivendo”. Non sarà un caso neanche se alcuni nomi di allora, come Bonaventura Di Bello ed Enrico Colombini, rappresentano dei riferimenti a tutt’oggi.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: EditorialiWeb ed Eventi.

Seguiteci su FacebookTwitterGoogle+Issuu e Pinterest]

Più o meno nello stesso periodo, neanche così tanto lontano, per inciso, esplodeva pure il fenomeno librogame: in quel caso, la narrazione faceva sì che, a intervalli più o meno regolari, il lettore incontrasse dei “bivi”, o dovesse comunque operare delle scelte. Come scegliere? Semplice: opzione uno, vai a pagina x, opzione due, vai a pagina y. E si continua.

Insomma, nulla togliendo alle straordinarie possibilità offerte, e ancora solo in piccola parte sfruttate, dalla Rete, dalle connessioni in mobilità, dalla convergenza; fermiamoci, ogni tanto, però, e cerchiamo di esercitare l’analogia, anche se solo ex post.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (2 voti)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.