Consigli di lettura

Interviste scrittori

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Conoscere l'editing

Blue Monday: ecco il giorno più triste dell’anno

Blue MondayDopodomani, lunedì 20 gennaio, sarà il giorno più triste dell’anno. A stabilirlo, con precisione apparentemente scientifica, è un’equazione individuata nei primi anni 2000 da uno psicologo dell’Università di Cardiff, tale Cliff Arnall. Insomma, se avete appena tirato un sospiro di sollievo per essere sopravvissuti a un altro anno di crisi e a un altro venerdì 17, preparatevi: il peggio non è ancora arrivato.

Secondo il professor Arnall, infatti, considerando meteo (W), debiti accumulati per i regali di Natale (d), giorni trascorsi dal Natale (Q), le giornate trascorse dalla presa di coscienza dell’ennesimo fallimento dei buoni propositi per l’anno nuovo (Q), il calo di motivazione (M) e la crescente necessità di darsi da fare (Na) inseriti in un’equazione che dà molto peso al giorno della settimana (D) viene fuori che il terzo lunedì di ogni gennaio può essere considerato senz’ombra di dubbio il giorno più triste dell’anno.

Equazione

L’equazione nel suo accostare grandezze, ambiti e concetti così diversi, in realtà di scientifico ha ben poco, ma è piaciuta molto soprattutto ai media anglosassoni che ogni anno, complice probabilmente un periodo di magra per quanto riguarda news più serie, sprecano pagine su pagine sull’argomento. E pare che l’idea piaccia sempre di più anche ai lettori, se è vero che nel mondo anglosassone, da qualche anno a questa parte, aumentano le astensioni dal lavoro in corrispondenza di quello che gli inglesi chiamano Blue Monday.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+, Issuu e Pinterest]

Ma l’idea, per quanto bislacca, ormai sembra riscuotere un “successo” planetario. Tanto che in rete si sprecano i suggerimenti per superare il giorno più triste dell’anno e lo stesso professor Arnall, forse spaventato dal troppo successo di un’idea nata quasi per gioco, ha ritenuto di dover aggiustare il tiro consigliando di «reagire alla depressione facendo qualcosa di allegro, magari in compagnia». Ma in mancanza di idee, secondo noi, potrebbe andare bene anche un libro, uno qualsiasi.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (2 voti)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.