Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Conoscere l'editing

Interviste scrittori

Consigli di lettura

Blizt: la favola d’amore moderna di David Trueba

Blizt: la favola d’amore moderna di David TruebaBlitz di David Trueba è il terzo romanzo dell’autore spagnolo pubblicato in Italia da Feltrinelli, tradotto da Francesca Pe’. Un titolo breve e accattivante che racchiude una storia d’amore moderna e in cui tutto è un attimo.

Beto e Marta partono per Monaco di Baviera con l’intenzione partecipare a un concorso per architetti paesaggisti. Beto riceve un messaggio. È Marta, la sua fidanzata, ma quel messaggio non è per lui. È destinato all’amante ma inviato a lui solo per errore. I due si lasciano, Marta se ne torna a Madrid e Beto si ritrova da solo a presentare il suo progetto. Si tratta di un parco per adulti – o meglio, di un bosco – con clessidre in scala umana. Beto ama le clessidre, per lui sono il simbolo del vero senso della vita. Una sottomissione totale alla legge di gravità, in cui la sabbia cade inesorabile da un bulbo all’altro. Oltre alle clessidre Beto ama i giardini. Perché loro insegnano a valutare il tempo, a soppesarlo e a dargli il giusto valore. «Qualcuno di voi si è mai soffermato a pensare che cosa sono davvero tre minuti?».

Durante il convegno Beto incontra Helga. Lei è una donna di più di sessant’anni, disincantata e avvenente. La sua storia è raccontata attraverso la descrizione le suo corpo di donna matura. Helga nella sua vita ha amato, è diventata madre, ha coltivato la sua esistenza senza lasciarsi turbare dall’età. Beto e Helga s’innamorano e anche se la loro storia sembra non essere destinata a durare dopo Monaco, si incontreranno di nuovo a Maiorca, in una notte di capodanno, a quasi mezz’ora dalla mezzanotte. “Ti unisci a noi?” È così che Helga accoglie il ritorno di Beto nella sua vita. È così che Helga e Beto resteranno dopo, da soli, a contemplare una baia ammantata di stelle che in tedesco chiamano Blitz: lampo.

In Blitz è tutto una questione di tempo: il tempo di un sms per dirsi addio, il tempo della riflessione che scorre come sabbia in una clessidra, il tempo per il disinganno su Marta, il tempo per ritornare col pensiero al passato. Il tempo che passa e rivela il vero delle cose.

Trueba ci racconta una favola moderna, dove le carrozze sono aerei e gli amori sfuggono sul filo di un sms. Nell’amore veloce come un lampo non c’è posto per aspettare di far scendere la sabbia in clessidre in scala umana. Eppure fa resistere la voglia di partire così su due piedi e prendere un volo last minute, senza sapere se all’arrivo c’è qualcuno in attesa.

[I servizi di Sul Romanzo Agenzia Letteraria: Editoriali, Web ed Eventi.

Iscriviti alla nostra newsletter

Seguici su Facebook, Twitter, Google+, Pinterest e YouTube]

Blizt: la favola d’amore moderna di David TruebaDavid Trueba (Madrid, 1969) è regista, sceneggiatore, giornalista e romanziere. Autore abituato a essere in vetta delle classifiche dei libri più venduti in Spagna, Blizt è stato accolto positivamente dalla critica spagnola. Nel 2004 Trueba è diventato famoso sulla scena internazionale per il suo film Soldados de Salamina, basato sull’omonimo romanzo di Javier Cercas. Nel 2014 ha diretto La vita è facile a occhi chiusi, film con cui ha vinto ben sei premi Goya. Aperto tutta la notte (2009), Quattro amici (2000) e Saper perdere (2009) pubblicati in Italia da Feltrinelli sono tradotti in più di dodici lingue.

In un’intervista apparsa sull’«Indice» lo scorso gennaio, a proposito del ruolo di uno scrittore ha dichiarato: «Nell’arte non esistono norme fisse, però la relazione fra il lettore e il libro è regolata da un codice di onestà che impone che l’accordo sul punto di vista sia coerente all’interno del racconto e con la materia narrata. Molto spesso mi si chiede di che cosa parli un mio libro: il punto non è il tema, che cosa si racconta, ma a partire da chi si racconta. Non esiste una soluzione unica che valga per tutti i libri e tutti i racconti: devi ascoltare quello che vuoi raccontare e mantenerti fedele a quello».

Beto è un uomo di oggi: ha un lavoro “strano” in un’economia in recessione e spesso non sa che farsene delle sue illusioni. Il suo futuro gli sembra un enigma e quando perde Marta, colei che finora aveva considerato il solo punto fermo, deve reagire. Perché non è tutto uno scherzo, come crede all’inizio. E Beto reagisce, cede all’anti-convenzionalità di un amore fuori dagli schemi e lascia che un “blitz” lo illumini. E come ogni favola d’amore moderna che si rispetti il finale è a sorpresa.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.7 (7 voti)
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.