Conoscere l'editing

Consigli di lettura

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Interviste scrittori

“Artiglio”, la donna killer di Gu Byeong-Mo

“Artiglio”, la donna killer di Gu Byeong-MoLa vita di Artiglio sembra del tutto ordinaria, ma in realtà dietro la sua apparente calma si nasconde qualcosa di inaspettato, sì perché la donna protagonista di Artiglio, romanzo della scrittrice coreana Gu Byeong-Mo, edito da Mondadori, è tutt’altro che una tranquilla signora di mezza età.

L’intreccio narrativo presenta da subito un ritmo incalzante che porta il lettore dentro la storia, nella quale Artiglio dimostra fin dalle prima pagine di aver capito alla perfezione le regole del suo mestiere: agire senza dare mai nell’occhio. Tanto è vero che lo stesso aspetto della protagonista – capelli grigi, fisico mingherlino, rughe disegnate sul volto – non fa trapelare la sua vera natura: è un sicario. Artiglio è la Decana dell’Agenzia per la quale lavora, non solo perché è una dei membri più anziani, ma è anche una delle migliori killer che agisce con precisione – è un fenomeno con il suo coltello nascosto sotto le vesti – e lo fa senza lasciare nessun segno.

Fino a qui tutto sembra andare per il verso giusto, ma l’autrice ci mostra una donna che entra in crisi. Tanto è vero che Artiglio comincia a fare cose che mai in quarant’anni di carriera aveva fatto. Un giorno, mentre deve portare a termine una missione pedinando un bersaglio, manda tutto a monte nel vedere un anziano in difficoltà, perché prova un moto emotivo che la spinge a voler fare qualcosa per il prossimo in difficoltà. Cosa davvero insolita per una che ammazza per lavoro. In un’altra occasione, sempre durante un incarico, ha un mancamento e riesce ad andare all’ospedale dove perde però i sensi e la donna al risveglio va nel panico – anche se non lo mostra – perché si è resa conto che il medico che si è preso cura di lei non è il solito, e quello nuovo potrebbe essere rimasto colpito e insospettito dalla serie di fini e affilati coltelli che lei aveva nascosto sotto la sua veste.

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

L’autrice ci presenta una donna dinamica, over 60, alle prese con il passare del tempo, con la solitudine della vita che avanza, con qualche acciacco e col fatto che forse è giunto il momento di andare in pensione. In realtà quanto più ci si addentra nella storia, tradotta da Lia Iovenitti, tanto più c’è qualcosa o qualcuno che emerge dalpassato di Artiglioe che non le dà tregua nel presente.

“Artiglio”, la donna killer di Gu Byeong-Mo

Attorno ad Artiglio si muovono alcuni personaggi che le fanno da contorno, ma che hanno un ruolo importante per portare avanti la narrazione. Per esempio ci sono il Direttore e Rimedio che hanno un buon feeling con Artiglio, mentre Torero, anche lui collega più giovane, continua a provocarla e stuzzicarla in modo pesante, come se volesse una replica brutale della donna che, glielo ricorda lui durante una delle varie battute sagaci sulle unghie delle mani poco curate, un tempo era chiamata proprio Unghia.

La storia creata da Gu Byeing-Mo non è solo un avventuroso thriller dal quale emergono colpi di scena inaspettati e imprevisti. Artiglio è una storia in cui una donna, giunta alla soglia della terza età, fa i conti con se stessa. Piano piano Artiglio prende consapevolezza che sta invecchiando e, anche se ancora i suoi riflessi sono pronti e lei è sempre ben reattiva nel contrastare gli imprevisti, qualcosa nel suo corpo e animo sta cambiando. La protagonista sente che ci sono momenti del suo passato tornati nel presente e forse non l’hanno mai abbandonata, e allora dalle pagine del libro, oltre alla vita di Artiglio dell’oggi, si compie un salto indietro nel tempo alla scoperta del vissuto della protagonista e di quei dolori e fragilità che non l’hanno mai abbandonata e che sono sempre rimasti nel suo cuore, un po’ sopiti, come in attesa di trovare finalmente pace.

“Artiglio”, la donna killer di Gu Byeong-Mo

L’editor scrittrice coreana mette in scena le dualità dell’essere umano nel senso che i personaggi protagonisti del suo romanzo (da Artiglio, a Rimedio a Torero per citarne alcuni) all’apparenza e agli occhi di ogni persona che incontrano appaiono come individui distinti, seri, gente  comune per intenderci, ma, come si scoprirà durante la narrazione, sotto sotto la loro vera natura è ben diversa e saranno le azioni da loro compiute a dimostrarlo. È proprio durante la narrazione che le loro ambiguità verranno a galla in modo imprevisto, dimostrando come non sempre le persone sono quello che sembrano o che vogliono fare credere agli altri che le circondano.

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

Artiglio è un romanzo d’azione dal ritmo cinematografico, con un’atmosfera a tratti ironica che controbilancia le tensioni tra i diversi attori narrativi in campo e i colpi di scena sono davvero imprevedibili (finale compreso). Allo stesso tempo Artiglio di Gu Byeong-Mo è anche un’attenta riflessione che l’autrice attraverso la protagonista fa sul senso del tempo, su come lo si utilizza nel corso del vivere, su quanto abbiamo fatto e su quello che avremmo potuto o voluto fare e che invece non è stato compiuto.


Per la prima foto, copyright: Andrey Zvyagintsev su Unsplash.
Per la terza foto, la fonte è qui.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.