Corso SEC

Conoscere l'editing

Corso online di editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

8 marzo e letteratura al femminile, sì, no o forse?

Uomo e DonnaOggi è l’8 marzo, e mi è tornato in mente che c’è un aforisma dello scrittore austriaco Karl Kraus che, tra le sue molte massime, amo particolarmente, e dice: «Chi ha il cuore vuoto, ha la bocca che trabocca».

 

Sentiamo tanto parlare di equità, diritti civili, egualitarismo, parità tra i sessi. Si sventolano ipotesi di leggi ad hoc contro il “femminicidio”, salvo poi riabilitare, anzi sostenere, e giustificare, modelli di incrollabile fede sessista.

 

E in letteratura cosa succede? La stessa cosa.

 

Vi sono modelli sessisti che resistono senza temere minime erosioni, e che ognuno di noi può subito mandare a mente pensando a quei percorsi che vanno, per le donne, dall’erotico spinto alla storia d’amore in costume e ritorno.

 

Dunque, parliamo di uguaglianza a cui tendere, o di diversità naturale? Oppure parliamo di diversità da valorizzare? Non siamo poi molto lontani dal concetto di "biodiversità". Siamo invece lontanissimi dal Genesi 2:18-25.

 

Che sia “gioco delle parti”, “ordine delle cose”, “dialettica”, tuttavia esistono settori, target di vendita, segmentazioni a cui obbedire. Perciò, prima di lamentare modelli imposti dall’alto, non dovremmo forse chiederci se una “ecologia dei modelli” non possa produrre qualcosa di differente?

 

Per tornare alla domanda di cui sopra: non è forse aberrante l’espressione “letteratura al femminile”? E non dovrebbe forse essere una donna, che tale è perché tale è nata, a rilevare per prima questa terribile stortura?

 

C’è una letteratura, la letteratura, ed è stata ed è maschio e femmina, uomo e donna, bianco e nero. Ed è anche tutto quello che sta tra gli estremi e contro gli estremi.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.3 (4 voti)

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.