Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Consigli di lettura

Interviste scrittori

Conoscere l'editing

Tutti i contenuti di Claudia Verardi

  • Tipo: Blog
    Lun, 13/06/2011 - 09:26

    Horror

    La vita di oggi troppo spesso assomiglia alla trama di un film dell’orrore. Questa definizione, forse un po’ netta e perentoria, può suonare come un’esagerazione (magari un’ovvietà) ma è maledettamente – è il caso di dirlo – vero. Riguardando qualche film di Wes Craven, cineasta e sceneggiatore di indiscusso spessore anche letterario, risulta evidente che gli incubi che popolano le opere di fiction rispecchiano gli orrori nascosti dentro ognuno di noi. La letteratura di genere horror (un autore su tutti, Stephen King) ha l’eccezionale capacità di scovare il fantastico nel quotidiano, considerando ogni strato sociale e attitudine umana ed è in grado di intrecciare, fino a confonderli, i confini tra realtà e visione onirica, funzionando su livelli diversi che analizzano i temi umani e sociali più importanti, come la famiglia, i rapporti sociali, i sentimenti. È così che funzionano i libri del più grande scrittore horror dell’epoca moderna, Stephen King. Strutturati su piani differenti, i suoi libri intrecciano bene e male, sogno e dimensione vera, passato e presente. Le sue opere attorcigliano l’orrore fantastico con quello reale della vita di tutti i giorni. La narrativa dell’orrore, dal romanzo gotico in poi, ipotizza situazioni che destabilizzano gli equilibri della...

  • Tipo: Blog
    Mer, 11/05/2011 - 09:14

    Un bravo ragazzo di Giampaolo MorelliDall’ispettore Coliandro alla narrativa. Smessi momentaneamente i panni di attore, soprattutto quelli dell’alter ego Coliandro (personaggio “fumettoso” nato dalla penna dello scrittore emiliano Carlo Lucarelli) Giampaolo Morelli si cimenta nella scrittura con il suo primo romanzo, Un bravo ragazzo, edito da Fazi Editore, che racconta la vita – piuttosto spregiudicata e sopra le righe – di un giovane prestigiatore erotomane e dislessico che ha un’esistenza complicata e vive immerso nelle aspettative e nei tormenti tipici della fase adolescenziale.

    Raimondo Ricci, questo il suo nome, è un diciassettenne che si sente inadeguato davanti al mondo degli adulti e alle loro prepotenze. I professori lo fanno sentire uno zero, i genitori lo rimproverano e lo umiliano di continuo, costringendolo a subire inutili e pallosissime ripetizioni pomeridiane. Ma Raimondo ha un’arma segreta: sognare a occhi aperti. Sogni potenti, fortissimi, violenti, colorati. Sogni in cui tutto viene filtrato attraverso la sfera erotica e sessuale. Definito dalla critica divertente, provocatorio e scanzonato Un bravo ragazzo esplora la vita di Raimondo, il quale decide di sfruttare la sua propensione...

  • Tipo: Blog
    Sab, 02/04/2011 - 10:07

    "Il terrazzino dei gerani timidi" di Anna MarchesiniDopo la lunga assenza dalla scena artistica (dovuta principalmente a motivi di salute) Anna Marchesini omaggia il pubblico italiano con un romanzo intenso e delicato, Il Terrazzino dei gerani timidi. Frutto di un’acuta riflessione sui fatti e sulle cose della vita, il romanzo analizza l’animo e le emozioni umane con lucidità, senza mai cadere in patetismi forzati né pietismi mielosi ma, anzi, mantenendo l’energia e il vigore asciutto – e profondamente comico – che ha sempre caratterizzato il lavoro e la scrittura (seppur teatrale o televisiva) di Anna Marchesini, caustica e impareggiabile attrice e autrice di apprezzato talento, famosa per aver fatto parte del Trio con Massimo Lopez e Tullio Solenghi e per aver dato voce a una carrellata di personaggi unici e spassosissimi. Il Terrazzino dei gerani timidi è il primo romanzo di quest’attrice che ha alle spalle una formazione classica e letteraria molto forte (attualmente insegna all’Accademia d’Arte Drammatica Silvio d’Amico di Roma, dove è stata bocciata due volte prima di essere ammessa.

    Nel romanzo, di indirizzo autobiografico, Anna racconta la vita attraverso gli occhi...

  • Tipo: Blog
    Sab, 12/03/2011 - 11:02

    Solo

    Le vite che non abbiamo vissuto sono, forse, quelle che ci appaiono più interessanti. Magari ci avrebbero fatto battere di più il cuore o, chissà, ci avrebbero fatto soffrire di più di quella che abbiamo realmente avuto.

    Solo, l’intenso romanzo di Rana Dasgupta, è la storia dello sradicamento emotivo che caratterizza e, purtroppo, definisce l’epoca moderna. Lo scrittore angloindiano è dotato di grande sensibilità artistica e in questo suo secondo romanzo (tradotto da Silvia Roti Sperti e pubblicato da Feltrinelli) scrive una storia ambientata nella Bulgaria del XX secolo, in cui qualsiasi ideologia politica – ma, in fondo, anche personale – viene messa alla prova mentre una malinconia immensa colma il vuoto dei tempi andati.

    È evidente il riferimento ad alcuni grandi scrittori anglosassoni del passato, in particolare a George Orwell, per la sapida critica della società circostante che, talvolta, ci violenta e ci condiziona fin nelle nostre sfere più intime e nascoste. Il protagonista di Solo, il vecchio Urlich, è un marito abbandonato, un padre non considerato, un violinista mancato amante della chimica, oltre che il manager di un’industria socialista mandato in pensione con un misero orologio d’oro e...

  • Tipo: Blog
    Mer, 09/02/2011 - 10:57

     

    Odore di chiusoIl titolo di questo bel libro di Marco Malvaldi è indicativo di quanto sta succedendo in questo periodo, in Italia e non solo. C’è davvero Odore di chiuso, aria stantia che si respira in ogni angolo del Paese, in ogni settore professionale e negli animi scoraggiati delle persone che, invece, dovrebbero trovare la forza di combattere.

    L’ambientazione del romanzo è ottocentesca, ma il titolo riporta proprio all’attuale situazione politica, economica e sociale italiana. La storia si svolge a San Carlo, nella Maremma toscana. Il conte Alinaro Bonaiuti ha invitato nel suo castello, per una battuta di caccia, alcuni ospiti, tra i quali il noto gastronomo Pellegrino Artusi. Si tratta di un intero weekend da passare insieme. La prima serata, durante la cena, il conte, di ottimo umore, racconta di una grossa vincita ai cavalli, invitando gli ospiti a trasferirsi nella sala da fumo per brindare alla vincita. Dopo aver spiegato ai suoi ospiti di non poter bere champagne per un dolore allo stomaco e aver ripiegato su un bicchiere di Porto, il conte si sente male. Da quel momento in poi si snoda un giallo di impostazione classica con tutti gli elementi a tema: il castello, i delitti, la nobiltà decaduta, perfino il maggiordomo,...

  • Tipo: Blog
    Mer, 15/12/2010 - 12:33

    “Le parole tra di noi” di Charles Martin“Le parole tra di noi” di Charles Martin (Corbaccio, traduzione di Olivia Crosio)

     

    È uscito da poco il nuovo romanzo di Charles Martin, autore dotato della rara capacità di tratteggiare, con sensibilità e consistenza, personaggi davvero piacevoli. Sulle montagne colme di neve dello Utah precipita un piccolo aereo da turismo con a bordo soltanto due passeggeri: Ashley Knox, giornalista di trentaquattro anni, e Ben Payne, dottore (ortopedico) di trentanove. Lei sta per sposarsi e lui vuole correre a casa per riappacificarsi con la moglie con cui ha litigato. A Salt Lake City avrebbero dovuto prendere un volo per Denver, ma l’arrivo di una tempesta ha fatto cancellare la partenza. Così, Ben noleggia un aereo e offre un passaggio a quella ragazza conosciuta poco prima in aeroporto. Purtroppo l’aereo cade e Ben si ritrova con un paio di costole rotte, mentre Ashley subisce una frattura al femore. Insieme, costretti in questa terribile condizione, dovranno affrontare una situazione al limite della sopravvivenza. Ben è un tipo molto sportivo e, per fortuna, riuscirà a costruire un rifugio e a procacciare un po’ di cibo. Ma Ben è...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.