Consigli di lettura

Interviste scrittori

Conoscere l'editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Tutti i contenuti di Annamaria Trevale

  • Tipo: Blog
    Mer, 25/05/2022 - 12:05

    “Quel maledetto Vronskij”, incontro con Claudio PiersantiQuel maledetto Vronskij (Rizzoli, 2021) è il nuovo romanzo di Claudio Piersanti e ci racconta la storia di Giovanni e Giulia, una tranquilla coppia di cinquantenni che conduce un’esistenza ai limiti del banale in una città indefinita del nord Italia. Hanno avuto una figlia che ormai è andata a vivere all’estero lasciandoli soli, per quanto circondati da parenti e amici. Giulia è impiegata, Giovanni fa il tipografo e dopo essere stato licenziato dall’azienda per cui lavorava ha realizzato il sogno di mettersi in proprio, in un locale tutto suo dove insiste a lavorare con passione anche se si rende conto che il suo mestiere, come tante attività artigianali, è destinato a scomparire.

    Nel bel mezzo di questa esistenza che sembrerebbe immutabile, un giorno scoppia il classico fulmine a ciel sereno: Giulia sparisce da un giorno all’altro, lasciando solo un laconico biglietto in cui non fornisce spiegazioni ma prega il marito di non cercarla.

    Completamente spiazzato, Giovanni è costretto a...

  • Tipo: Blog
    Gio, 19/05/2022 - 10:18

    Scrittori da (ri)scoprire – Marise FerroGiornalista e traduttrice, Marise Ferro (Ventimiglia, 1905 – Sestri Levante, 1991) appartiene a quel gruppo di scrittrici italiane che si affermano nel secondo dopoguerra, affrontando in vari modi la questione femminile prima ancora dello sviluppo del movimento femminista vero e proprio.

    Maria Luisa Ferro, che sceglierà lo pseudonimo di Marise pubblicando il primo libro, nasce a Ventimiglia, città di frontiera. La madre è figlia di un armatore locale, il padre è un ufficiale di carriera piemontese, ma il matrimonio non è felice e la coppia si separa nel 1911, due anni dopo la nascita di una seconda figlia, Silvana. Le due bambine, profondamente legate, vengono spesso affidate ai nonni materni e la nonna le fa familiarizzare con il francese, sua lingua materna. A partire dal 1922, con la scomparsa del nonno, madre e figlie si trasferiscono per alcuni anni a Bologna e poi, dal 1930, a Roma dove Marise, che ha compiuto studi irregolari, pubblica il suo primo romanzo, Disordine (1932).

    L’anno successivo si stabilisce a Milano, dove lavora come...

  • Tipo: Blog
    Gio, 12/05/2022 - 10:30

    Scrittori da (ri)scoprire – Milena MilaniScrittrice, giornalista e affermata pittrice, Milena Milani (Savona, 1917 – Savona, 2013) ha vissuto tutta la sua lunghissima esistenza tra arte e letteratura, lasciando una traccia significativa in entrambi i mondi.

    Nasce a Savona nel 1917, da padre livornese di tendenze anarchiche e madre piemontese, che la chiamano Milena perché, come avrebbe poi lei raccontato più volte da adulta, se fosse stata un maschio si sarebbe dovuto chiamare Lenin, e Milena sembrava loro il nome femminile più simile.

    Diplomatasi alle magistrali, Milani decide di andare a frequentare l’università a Roma, dove è obbligata a iscriversi ai GUF (Gruppi Universitari Fascisti), grazie ai quali rivela comunque le sue doti letterarie partecipando con le sue poesie ai Littoriali, le competizioni culturali organizzate per gli universitari. A Roma, però, frequenta anche un gruppo di intellettuali poco fedeli al regime, che si riuniscono abitualmente in una saletta del Caffè Aragno, e che comprende tra gli altri...

  • Tipo: Blog
    Mer, 11/05/2022 - 10:30

    “Nessuno ne parla” di Patricia Lockwood, quando la realtà irrompe nel virtualeNessuno ne parla (Mondadori, 2022 – traduzione di Manuela Faimali) è il primo romanzo di Patricia Lockwood, poetessa e saggista americana che si era già fatta notare con il memoir Priestdaddy (Mondadori, 2020 – traduzione di Manuela Faimali), in cui raccontava la sua insolita famiglia, capeggiata da un padre che, dopo essere stato pastore luterano, si è convertito al cattolicesimo, mantenendo però in via del tutto eccezionale la possibilità di continuare a vivere con moglie e figli. Finalista al Booker Prize 2021, il maggior premio letterario in lingua inglese, Nessuno ne parla ha avuto molto successo nel mondo anglosassone e ora arriva anche in traduzione italiana.

    La protagonista, che narra le sue vicende in prima persona, è una regina dei social media, che in un mondo completamente allo sbando sia dal punto di vista economico,...

  • Tipo: Blog
    Gio, 05/05/2022 - 11:29

    Scrittori da (ri)scoprire – Gianni RodariGianni Rodari (Omegna, 1920 – Roma, 1980) occupa senz’altro un posto notevole nella letteratura italiana del secolo scorso come narratore e, soprattutto, grande teorico della letteratura per ragazzi, un genere che anche grazie al suo insegnamento si è sviluppato in modo notevole negli ultimi decenni.

    Nasce a Omegna, sulle rive del lago d’Orta, dal secondo matrimonio di un fornaio che gestiva la sua bottega nel centro del paese. Dopo la morte prematura del padre, la madre torna a vivere a Gavirate, in provincia di Varese, che era il suo paese d’origine, con i due figli Gianni e Cesare, facendo entrare il maggiore in seminario. Poco tempo dopo, però, comprendendo che il figlio non aveva alcuna vocazione, lo iscrive alle scuole magistrali.

    Appassionato di musica, Rodari impara a suonare il violino e per qualche anno gira per i locali della provincia esibendosi in un trio con altri due amici. Nel 1938, ottenuto il diploma, viene assunto come precettore privato da una ricca famiglia di ebrei tedeschi rifugiatisi a Sesto Calende, e questo gli permette d’imparare il tedesco....

  • Tipo: Blog
    Mer, 04/05/2022 - 10:30

    “Rancore” di Gianrico Carofiglio, il ritorno di Penelope SpadaRancore (Einaudi, 2022) segna il ritorno di Penelope Spada, il personaggio che Gianrico Carofiglio ha iniziato a raccontare ai suoi lettori poco più di un anno fa con La disciplina di Penelope (Mondadori, 2021).

    Ex magistrato allontanato in modo brusco e misterioso dalla magistratura, investigatrice privata senza licenza, fanatica della forma fisica ma al tempo stesso fumatrice e bevitrice senza moderazione, Penelope Spada è una donna inquieta e piena di evidenti contraddizioni, che si muove sullo sfondo della Milano contemporanea, con l’unica compagnia della fedele cagna Olivia. Pochissimi contatti umani, nessun amore, tanta solitudine e un sordo rimpianto per la sua vita passata.

    Quando la figlia di un noto barone universitario, trovato senza vita nel suo letto e dichiarato morto per cause naturali, chiede a Penelope di fare luce su quella che...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.