Consigli di lettura

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Conoscere l'editing

Interviste scrittori

Tutti i contenuti di Annamaria Trevale

  • Tipo: Blog
    Gio, 21/10/2021 - 12:06

    Scrittori da (ri)scoprire – Piero JahierTra i grandi narratori della Prima guerra mondiale troviamo anche Piero Jahier (Genova, 1884 – Firenze,1966), scrittore, traduttore, giornalista e poeta.

    Nasce a Genova, secondo di sei figli, da padre piemontese e madre toscana. Il padre, pastore della Chiesa battista, era stato inviato in missione apostolica in quella città, ma pochi anni dopo la famiglia torna in Piemonte, prima a Torino e poi a Susa, dove Piero frequenta le scuole elementari. Dopo un dissesto economico, causato dal fallimento della banca che custodiva i loro risparmi, i genitori si trasferiscono a Firenze presso la casa materna, ma nel 1897 il padre, preso dal rimorso per aver tradito la moglie, si suicida, lasciando la famiglia in ristrettezze. Il giovane Piero riesce a iscriversi alla facoltà di teologia grazie a una borsa di studi, ma contemporaneamente trova un impiego presso le ferrovie e inizia a frequentare gli ambienti letterari fiorentini. Scrive articoli per varie riviste, abbandonando dopo un paio d’anni la...

  • Tipo: Blog
    Mer, 20/10/2021 - 10:49

    “Il sole senza ombra” e il ’77 bolognese. Intervista ad Alberto GarliniAlberto Garlini, scrittore e curatore del festival letterario Pordenonelegge, con Il sole senza ombra (Mondadori, 2021) ci racconta una vicenda che nasce in un momento preciso della nostra storia recente: le agitazioni studentesche che nel 1977 a Bologna contrapposero esponenti della sinistra extraparlamentare e di Comunione e Liberazione in uno scontro durissimo, culminate con la morte dello studente Francesco Lorusso e fermate da un intervento estremamente pesante della polizia, agli ordini del Ministro dell’Interno Francesco Cossiga, che non esitò a inviare in città i carri armati.In quella Bologna messa a ferro e a fuoco, ma anche mossa dall’ansia di rinnovamento che in quel periodo faceva nascere le prime radio libere e televisioni locali, il narratore Alberto...

  • Tipo: Blog
    Mar, 19/10/2021 - 17:19

    “I cani di Raffaello”. La bellezza può ancora salvare il mondo? Incontro con Carlo VanoniI cani di Raffaello (Solferino, 2021) è il primo romanzo scritto da Carlo Vanoni, critico d’arte già autore di saggi come Andy Warhol era calvo (2016), A piedi nudi nell’arte (2019) e Ho scritto t’amo sulla tela (2020), con i quali si propone di avvicinare il grande pubblico alla comprensione dell’arte, e in particolare dell’arte contemporanea, spesso meno conosciuta e apprezzata dai non addetti ai lavori rispetto ai capolavori del passato. Curatore di mostre, presentatore di trasmissioni televisive, autore di video molto seguiti su YouTube e di spettacoli teatrali, Vanoni si avvicina ora alla narrativa, anche se I cani di Raffaello è un testo ibrido, in cui una storia precisa si intreccia a numerose divagazioni sul mondo dell’arte.

    ...
  • Tipo: Blog
    Gio, 14/10/2021 - 09:54

    Scrittori da (ri)scoprire – Elena CaninoElena Canino (1898-1957) è l’autrice di uno dei pochi romanzi di formazione al femminile che si possono incontrare nella letteratura italiana del Novecento.

    Nasce come Elena Zegretti a Roma, in una casa a ridosso della fontana di Trevi, il cui rumore l’accompagna negli anni dell’infanzia. La madre è romagnola, il padre viene da Anagni ed è un alto funzionario statale, soggetto quindi a frequenti trasferimenti, così che nel 1907 la famiglia va a vivere per due anni a Spoleto, poi a Napoli, dove la giovane Elena inizia a frequentare con profitto il liceo. Nel corso del successivo trasferimento a Genova è compagna di scuola di una delle sorelle di Giovanni Ansaldo, destinato a diventare negli anni successivi uno dei più importanti giornalisti italiani, e diventa amica di tutta la famiglia. Poco dopo l’inizio della Prima guerra mondiale gli Zegretti tornano a Napoli, dove Elena si laurea in lettere con una tesi di archeologia. Potrebbe avere un incarico alla prestigiosa Scuola Archeologica di Atene, ma rinuncia per sposarsi con l’architetto Marcello Canino, col quale conduce la tipica...

  • Tipo: Blog
    Mer, 13/10/2021 - 11:41

    La scoperta di un nonno fascista. “Stirpe e vergogna” di Michela MarzanoCon Stirpe e vergogna (Rizzoli, 2021) Michela Marzano, filosofa, giornalista e scrittrice, ci presenta un libro che è un po’ romanzo e un po’ memoir, in cui affronta un tema strettamente legato alla nostra storia recente: come è stato vissuto nelle famiglie italiane il rapporto con genitori e nonni che avevano aderito al fascismo?

    La domanda Marzano se l’è posta nel momento in cui ha appreso, esaminando il certificato di battesimo di suo padre, che gli era stato dato Benito come secondo o terzo nome, cosa che le appariva assurda ritenendo che la sua fosse una famiglia di convinti antifascisti. In seguito però, cercando tra i ricordi di famiglia sopravvissuti ai traslochi e alla scomparsa degli esponenti delle generazioni precedenti, ha scoperto che il nonno paterno, magistrato salentino scomparso quando lei aveva appena sei anni, aveva conservato con cura tutti i cimeli attestanti un percorso esemplare all’interno del Partito Nazionale Fascista.

    ...
  • Tipo: Blog
    Gio, 07/10/2021 - 10:39

    Scrittori da (ri)scoprire – Ercole PattiTerra d’origine di tanti scrittori, la Sicilia ha dato i natali anche a Ercole Patti (Catania, 1903 – Roma, 1976), grande giornalista prima che narratore, oltre che commediografo e sceneggiatore cinematografico.

    Nasce a Catania in una famiglia benestante, primogenito di tre fratelli: il padre è avvocato, la madre possiede vaste proprietà terriere a Trecastagni, un paese ai piedi dell’Etna dove si possono trascorrere le lunghe vacanze estive. Fin da ragazzino subisce il fascino dello zio acquisito Giuseppe Villaroel, poeta, giornalista e critico letterario che gode di una certa fama nella Catania dell’epoca e introduce il nipote negli ambienti letterari della città, facendogli conoscere Pirandello, Brancati e anche l’ormai anziano e venerato Giovanni Verga.

    A quindici anni, convalescente della temuta influenza spagnola, Patti scrive e illustra un racconto che spedisce al direttore del «Corriere dei Piccoli». Le illustrazioni vengono scartate, ma il racconto è pubblicato e dà inizio a...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.