Conoscere l'editing

Corso SEC

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Corso online di editing

Tutti i contenuti di Maria Grazia Bonavoglia

  • Tipo: Blog
    Mar, 07/01/2014 - 16:30

    GiralibroPer la rubrica Fuori Registro, questo mese, abbiamo intervistato Erica Giacosa, direttore del “Giralibro”, uno dei progetti più longevi di promozione della lettura nelle scuole organizzato dall'Associazione per la Lettura creata nel 1994 da Lorenzo Enriques. L'Associazione distribuisce gratuitamente alcuni libri di narrativa alle scuole secondarie di primo grado per arricchire e rinnovare le biblioteche scolastiche.

    Quanto è esteso attualmente il progetto?
    Le scuole coinvolte sono attualmente circa 2.800, situate in tutta Italia e in centri di dimensioni differenti: fino ad oggi abbiamo regalato complessivamente più di 600....

  • Tipo: Blog
    Mer, 11/12/2013 - 12:30

    Fuori registroAll’Istituto Margherita di Bari un’interessante iniziativa ha visto alcuni ragazzi della scuola media diventare autori di un libro, Le avventure di Tomo, che ha permesso loro di entrare nei meccanismi di produzione e gestione di un prodotto editoriale. Abbiamo intervistato il docente referente, prof. Lucio D’Abbicco.

    Il progetto è partito dall’analisi del libro come medium culturale ed è arrivato alla realizzazione di un volume interamente creato dai ragazzi. Come si colloca in un progetto formativo scolastico la produzione di un libro?
    Il progetto ha preso avvio da alcune discipline (Italiano, Storia e Tecnologia fra tutte), durante le quali si è analizzato l'oggetto libro come prodotto, insieme agli aspetti creativi ma anche economici. Sono assolutamente convinto che la lettura più efficace, cioè quella che davvero incide nella formazione integrale della persona, sia quella gratuita ed elettiva; perciò il nostro sforzo educativo è stato...

  • Tipo: Blog
    Mar, 05/11/2013 - 12:30

    Efraim Medina Reyes, Quello che ancora non sai del Pesce GhiaccioEfraim Medina Reyes dopo cinque anni torna con un romanzo edito da Feltrinelli e tradotto da Gina Maneri. Si conferma voce molto innovativa nella letteratura sudamericana: ci offre un testo fortemente riflessivo con una scrittura molto interessante. Quasi una storia di formazione, quella di Teo Goldman, che cerca di costruire la propria identità in una realtà ambivalente, fuggendo continuamente dall'isolamento a cui è costretto.

    Medina Reyes risolve brillantemente il sempiterno dilemma “di cosa si parla quando si sta parlando di realtà” perché Teo spiega ad ogni pagina con precisione dove si trova: quasi sempre nella realtà “fluttuante”, che si manifesta nella sua vita attraverso qualcuno che arriva improvviso e la sconvolge; soltanto con le persone a cui è legato affettivamente vive nella realtà “fissa” («Come Dio, la realtà fissa, continua o prefissata può essere...

  • Tipo: Blog
    Ven, 20/09/2013 - 09:30

    FrigoBookAd Acquaviva delle Fonti, in terra di Bari, da alcune settimane un frigorifero celeste è diventato famoso in città. Non si sa da dove provenga: la sua storia è oscura fino al giorno in cui è stato trovato in una discarica e recuperato dal gruppo di ragazzi “Ravvivàti”, che si son dati nel nome il proprio intento, i quali hanno deciso di farlo diventare una libreria pubblica sempre aperta, gratuita e disponibile per tutti.

    Al frigo celeste è stato innanzitutto dato un abito nuovo: Ang, locale artista, lo rendeva più esteticamente apprezzabile, disegnando accattivanti personaggi che sfuggono alla TV e volano via grazie a palloncini fatti di libri, mentre i Ravvivàti iniziavano a raccogliere volumi da donare dalla propria libreria, da amici, da parenti, regalati dalla biblioteca comunale, finché hanno raggiunto un numero tale da poter inaugurare la postazione e iniziare a chiamarla FrigoBook.

    La città, incuriosita e subito entusiasta, ha adottato il frigorifero comprendendo...

  • Tipo: Blog
    Ven, 13/09/2013 - 11:30

    Libri fuori dal fangoIl 13-14-15 settembre, a Borgo San Giuliano, vicino Rimini, si terrà il Festival “Insieme fuori dal fango”, un evento “in opposizione”. Il responsabile, Massimo Roccaforte, ci spiega il senso delle scelte organizzative e contenutistiche.

    Sarà un Festival di "resistenza culturale": cosa proverà a contrastare?
    L'impoverimento generale che attraversa la nostra società. Ci sembra di poter dire tranquillamente che la crisi economica di questo Paese (ed in generale del sistema mondo) sia andata di pari passo con l'abbandono di ogni forma critica di approccio all'esistente.
    Semplificando si può dire che se la caduta del muro di Berlino ha lasciato spazio al capitalismo più selvaggio allo stesso modo è venuto a mancare un pensiero critico attuale che provasse a mettere in discussione l'esistente.
    Ciò produce un divario, una sofferenza, una mancanza di senso che mi sembra attraversi tutti gli aspetti della nostra vita.
    Noi, con il nostro piccolo festival, e dal nostro punto di vista specifico, vogliamo tentare di capire quali possano essere le strade percorribili per sviluppare una Cultura della diversità...



  • Tipo: Blog
    Lun, 12/08/2013 - 11:30

    Emmanuel Carrère, Vite che non sono la mia«La notte prima dell'onda, ricordo che io ed Hélène abbiamo parlato di separarci». L'incipit di Vite che non sono la mia vi porta subito alla consapevolezza del momento in cui qualcosa finisce: vi sentite incapaci di stare ancora con la persona con cui immaginavate la vecchiaia, sapete che allontanarvi è l’unica naturale conseguenza credibile e che la ricerca infinita di un Altrove, la paura di non essere capaci di amare vi perseguiteranno per sempre.

    Carrère era in questo stato interiore il 25 dicembre 2004, nello Sri Lanka che l'indomani sarebbe stato per sempre alterato dallo tsunami, all’inizio del racconto autobiografico delle Vite che non sono la mia, edito nel 2011 da Einaudi e di recente ristampa (trad. Maurizia Balmelli). Rivela subito che, nel momento in cui scrive, anni dopo, quello stato d’animo sembra abbia lasciato spazio a una fiducia più ampia, sorprendendosene lui per primo. Inizia a raccontare le terribili...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.