Consigli di lettura

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Interviste scrittori

Conoscere l'editing

Tutti i contenuti di Michele Larotonda

  • Tipo: Blog
    Lun, 07/06/2021 - 12:30

    “Le balene mangiano da sole”, il nuovo romanzo di Rosario PellecchiaA volte capita e l’ho detto molte volte su queste pagine, che se lavori in radio, nel cinema, nella musica, non sta scritto da nessuna parte che la tua professione si debba limitare al tuo campo principale. Negli ultimi anni sono tanti i registi, musicisti, comici che hanno dato alle stampe le loro opere prime nel mondo della letteratura e c’è anche chi, invece, ha scritto più di un romanzo e abbia avuto la fortuna e il caso che questa nuova veste abbia riscontrato i favori del pubblico, tanto da farne quasi una seconda professione.  

    Certo ci sono persone che sono state costrette ad accettare, a farsi piacere un lavoro che non era nelle proprie corde, ma che permette di pagare mutui, bollette, affitti, insomma permette di vivere. Che tu faccia un lavoro creativo oppure un lavoro alienante, la scrittura, la voglia di raccontare, il desiderio di dire la tua è qualcosa che, se dentro di te, prima o poi uscirà. Non è detto e non è obbligatorio diventare dei nuovi Eco, ma se la passione per la scrittura è forte, nulla impedirà all’uomo di...

  • Tipo: Blog
    Mer, 05/05/2021 - 10:30

    Quattro amici per una storia molto cruda. “Mentre tutto cambia” di Fabio GuarnacciaLa linea d’ombra è un romanzo di Joseph Conrad pubblicato all’inizio del secolo scorso e si può di certo annoverare tra i romanzi che non conoscono il tempo che passa inesorabile. Ancora oggi viene proposto nelle scuole e frasi come: «È il privilegio della prima giovinezza di vivere in anticipo sui propri giorni, in quella bella continuità di una speranza che non conosce né pause né introspezione. Una stupidità così totale era quasi interessante. Per lui la vita – questa precaria e dura vita – era un dono prezioso che temeva di perdere», sono entrate nell’immaginario collettivo dei ragazzi che per la prima volta si avvicinano a questo romanzo.

    L’età dell’innocenza è per antonomasia quella dell’adolescenza e ci sono tanti autori che su quell’età ci hanno costruito una carriera intera (vedi Ammaniti), altri che parlando di quell’età sono passati alla storia e infine alla leggenda (vedi Salinger), ma alla fine perché c’è tanto interesse verso...

  • Tipo: Blog
    Sab, 24/04/2021 - 13:09

    “Anna”, una nuova serie tv a firma di Niccolò Ammaniti«Figli miei adorati, vi amo tanto. Tra poco la vostra mamma non ci sarà più e ve la dovrete cavare da soli. Siete bravi e intelligenti e sono sicura che ce la farete».

     

    A volte la scrittura non è sufficiente a descrivere bene e in maniera esauriente una storia che si ha in testa. Ci sono troppe regole dal punto di vista creativo e ci sono troppe regole dal punto di vista editoriale e commerciale. Poi ci sono quei casi in cui, anche se la scrittura è il tuo mestiere, senti la necessità o il bisogno di esprimerti e di raccontare usando altri mezzi e non perché quello che scrivi è debole, ma più semplicemente è la storia stessa che ti chiede di venire a galla in maniera diversa e non solo su carta. I più maligni diranno che se uno scrittore si dà al cinema è perché il film è più fruibile, arriva prima alla gente che preferisce un buon film, o una serie tv, a un buon libro.

     

    ...

  • Tipo: Blog
    Mar, 30/03/2021 - 12:30

    Illusionismo e thriller. “Prisma” di Gianluca MorozziChe sia un film, una serie Tv o un romanzo, il genere thriller, giallo o poliziesco segue un canovaccio cui è difficile, se non impossibile, distanziarsi troppo, altrimenti si rischierebbe di cadere e scadere nel banale e nel grottesco.

    C’è sempre un poliziotto, un omicidio, una donna, un’indagine e un finale, magari anche a sorpresa, che rivela i diversi arcani e scioglie tutte le matasse della storia. Eppure sebbene all’apparenza possa sembrare una cosa semplice, il genere thriller nasconde molte insidie ed è difficile non cadere nel banale o nel più patetico già sentito.

    Infine ci sono autori che hanno la capacità di scrivere tantissimo e soprattutto la capacità di differenziarsi sempre a ogni romanzo e, cosa ancora più difficile, riuscire sempre a essere sempre originale, mai scontato e trovare sempre l’approvazione del pubblico dei lettori.

    È il caso di Gianluca Morozzi: scrittore, fumettista, musicista e conduttore radiofonico ...

  • Tipo: Blog
    Ven, 26/02/2021 - 11:30

    Chi ha detto che avere un figlio è sempre una bella esperienza? “La spinta” di Ashley AudrainDiventare genitori è un’esperienza unica nel suo genere. Quante sono le coppie che tutti gli anni, a un certo della propria vita, decidono di comune accordo di mettere al mondo un figlio. Certo, non sto dicendo che sia un passaggio obbligato per tutti, c’è anche chi decide di non volere figli, per paura, per impossibilità naturale o economica, perché non sente quello che viene chiamato istinto materno o genitoriale e tante altre ragioni.

    Una cosa è sicura, nel momento in cui si decide di avere un figlio, inizia una nuova fase della propria vita che comincia non quando nasce il piccolo, ma già nel momento in cui il concepimento ha preso il sopravvento.

    Un iter fatto di visite ed esami continui e ripetitivi, di farmaci più o meno blandi da assumere a certe ore e con una certa precisone. Poi ci sono i corsi pre-parto, i consigli dei genitori (perché ci sono passati prima), degli...

  • Tipo: Blog
    Ven, 12/02/2021 - 11:30

    “La Nera” di Dino Buzzati e il suo tocco inimitabileSu Dino Buzzati se ne sono dette tante.

    È stato uno dei tanti autori odiati e temuti sui banchi di scuola, dove ci venivano sempre proposti i sui romanzi come Il deserto dei Tartari o Un amore e non sempre era facile immedesimarsi o rimanere affascinati da storie ambientate in periodi così lontani da noi o rimanere incantati dalle sue storie immaginarie, ci sembrava sempre tutto vecchio, andato, superato. Io stesso ho iniziato a leggere i suoi romanzi solo dopo il liceo.

    Per alcuni Dino Buzzati è il Kafka italiano.

    Infine sono innumerevoli le leggende su Dino Buzzati. Ad esempio la sua morte è avvenuta per lo stesso identico male di cui era morto il padre (Giulio Cesare Buzzati, noto docente universitario) e si narra che quando morì in un letto della clinica privata La Madunina di Milano, gli animali del vecchio zoo di Porta Venezia iniziarono...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.