Corso online di editing

Diffondi libro

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Conoscere l'editing

Tutti i contenuti di Linda Mazzeo

  • Tipo: Blog
    Gio, 15/04/2021 - 12:30

    Quando il corpo delle donne diventa un campo di battagliaLa storia della violenza e della tortura delle donne ha origini lontane. Già nel mito la fanciulla viene rapita da Zeus mentre è intenta a raccogliere fiori e condotta con la forza e l’inganno a Creta. Il primo libro di storia dell’Occidente, scritto da Erodoto, si apre con il racconto di una serie di sequestri di donne e bambini a opera dei fenici, poi dei greci e infine dei troiani che rapiscono Elena scatenando una lunga guerra. Anche Omero e Tito Livio annoverano lo stupro e il rapimento delle donne come una pratica comune tra gli antichi greci e romani, e persino in un passaggio dell’Antico Testamento, nel libro di Zaccaria, sono fatti riferimenti alla violenza attuata sulle donne. La propensione maschile a essere predatorio ha dunque radici profonde. Tutto parte dalla possibilità di sottomettere fisicamente quello che è considerato il “sesso debole” attraverso l’atto sessuale e incutere così terrore.

    I nostri...

  • Tipo: Blog
    Mer, 10/03/2021 - 11:30

    La vita e il suo conto da pagare. “Niente a parte il sangue” di Adil BellafqihAdil Bellafqih. Giovane scrittore, classe 1991. Il suo romanzo d’esordio Nel grande vuoto si è aggiudicato la menzione speciale della giuria alla XXXI edizione del Premio Calvino ed è arrivato secondo al Premio Kihlgren Opera Prima. Torna ora alle stampe pubblicato da Mondadori con Niente a parte il sangue, un racconto totalmente diverso dal precedente, ambientato ai giorni nostri nella provincia emiliana. Una storia che parla con una sincerità a tratti spietata del grande vuoto esistenziale che tutti in fondo abbiamo dentro e che ciascuno cerca a modo suo di arginare, contrastare o affrontare come può. Se nel primo...

  • Tipo: Blog
    Mar, 26/01/2021 - 11:30

    L’acqua del lago, come la vita, non è mai dolceUna scrittura essenziale e ponderata, crudele e poetica, quella di Giulia Caminito, che torna nelle librerie con il romanzo L’acqua del lago non è mai dolce (Bompiani). È la storia di un carattere, del suo evolversi dall’infanzia sino all’età adulta, ma anche di un rapporto tra una madre e una figlia, non sempre idilliaco, con sottofondo una società fortemente legata all’immagine e al possesso materiale e poco o nulla interessata ai valori interiori che rappresentano la peculiarità di un individuo e che fanno di noi gli esseri che siamo.

    Quando il romanzo ha inizio, Gaia, la protagonista che narra in prima persona, ha sei anni. Lentamente, pagina dopo pagina, assistiamo allo sbocciare della sua personalità. È un fiore selvatico in mezzo a un campo selvaggio, che apprende molto presto a sfoderare le spine e a pungere coloro che le arrecano dei torti.

    La sabbia si mischia con l’erba e con i sassi, nera e argillosa. È un antico cratere, ora pieno d’acqua. È il lago di Bracciano, dove approda, in fuga...

  • Tipo: Blog
    Mer, 13/01/2021 - 11:30

    Il coraggio delle donne raccontato da Dacia Maraini e Chiara Valentini«Woman’s right are human rights»: i diritti delle donne sono diritti umani. Ci sono voluti secoli per udire pronunciare queste parole, nel 1995, durante la Conferenza Mondiale delle Nazioni Unite sulle donne, tenutasi a Pechino. Parole che possono apparire scontate se non si getta uno sguardo alle lotte compiute dalle donne e pagate con il sangue, per riuscire ad affermare i propri diritti di esseri umani, per troppo lungo tempo misconosciuti. Partendo dai primordi, con Eva storicamente sottomessa ad Adamo, il maschio, l’uomo, fino a giungere a oggi, epoca in cui se l’uguaglianza viene formalmente proclamata, nella sostanza la strada da compiere è ancora lunga. Le discriminazioni continuano infatti a essere molte e impongono di non abbassare la guardia per tutelare conquiste che purtroppo non possono ancora essere date per definitive. Basti pensare...

  • Tipo: Blog
    Gio, 26/11/2020 - 11:30

    Per una nuova scuola. “L’appello” di Alessandro D’AveniaE se l’obiettivo della scuola fosse non solamente quello di istruire, ma quello di far emergere la vera essenza di ciascun individuo? Oggi, soprattutto, che sempre più assistiamo a un allontanamento dal baricentro originario di luogo di cultura, nel quale imparare a “coltivare” liberamente se stessi, ci troviamo di fronte a un sistema chiuso, intrappolato in apparati burocratici e politici, interessato più a preservare se stesso che i ragazzi. Un sistema basato sulla ripetizione e non sulla scoperta, sull’interrogazione e non sull’interrogativo e in cui l’amore per lo studio rischia di affievolirsi totalmente. Eppure, è proprio l’amore verso il sapere che dovrebbe indurre ad arricchire il proprio bagaglio di conoscenze ed è proprio la scuola che dovrebbe insegnare a sviluppare uno spirito critico, vale a dire la capacità di giudicare lucidamente le cose senza lasciarsi influenzare dai pensieri e pregiudizi altrui, e tuttavia l’odierna cultura di massa, dedita più ai cellulari e ai...

  • Tipo: Blog
    Mer, 14/10/2020 - 12:16

    La comunità delle donne nel nuovo romanzo di Valeria Parrella«Stringiti alla comunità delle donne perché quando sarai vecchia saranno loro che ti salveranno: non i maschi». È con questa frase della filosofa femminista Luisa Muraro che Valeria Parrella, finalista al Premio Strega 2020 con Almarina, introduce il suo ultimo romanzo Quel tipo di donna, edito da HarperCollins Italia.

    Un viaggio in pieno stile Thelma & Louise, intrapreso da quattro amiche con lo scopo di affrontare un dolore, un lutto subito da una di loro a causa della morte prematura della figlia, viaggio che realmente è avvenuto, perché davvero un’estate di alcuni anni fa, Valeria Parrella è partita da Napoli in compagnia di tre amiche in direzione Turchia, per sostenere un’amica in un momento di grande sconforto. E tra vere amiche si sa, si fa sempre così, si affronta tutto insieme, gioie e dolori, ci si sostiene e consola a vicenda, seguendo il...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.