Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Interviste scrittori

Conoscere l'editing

Consigli di lettura

Tutti i contenuti di Stefania Caviglia

  • Tipo: Blog
    Mar, 04/04/2017 - 11:54

    La ragazza di Cracovia per raccontare le atrocità della Seconda guerra mondialeLa Seconda guerra mondiale e l’Olocausto hanno segnato la vita di numerosi esseri umani e dalle testimonianze dei sopravvissuti sono stati tratti romanzi e film, affinché le generazioni future non dimentichino un simile orrore. La ragazza di Cracovia di Alex Rosenberg è basato su esperienze reali di persone vissute negli anni Trenta e durante la guerra. Il romanzo, tradotto da Federica e Stefania Merani, è stato pubblicato in Italia da Sperling&Kupfer.

    Lo scrittore statunitense insegna filosofia alla Duke University in North Caroline. Dopo numerosi saggi tematici, ha deciso di esordire in narrativa raccontando un passato doloroso che ancora oggi pesa nella memoria dei popoli.

    È il 24 ottobre del 1942 e Magarita Trušenko, cittadina di etnia tedesca, quasi ariana, si trova in una desolata stazione dell’Europa orientale in attesa del treno notturno per Varsavia. I suoi tratti somatici nascondono perfettamente le radici ebree. Con sé ha un...

  • Tipo: Blog
    Gio, 02/03/2017 - 12:30

    Un amante vile può diventare scrittore? La risposta di Orhan Pamuk«Volevo fare lo scrittore. Ma, dopo i fatti che mi accingo a raccontare, sono diventato un geologo e un costruttore».

     

    Questo è l’incipit dell’ultimo romanzo di Orhan Pamuk, La donna dai capelli rossi , tradotto da Barbara La Rosa Salim ed edito da Einaudi, nella collana Supercoralli.

    Lo scrittore, saggista e accademico turco, insignito del Premio Nobel per la Letteratura nel 2006, stupisce ancora una volta il lettore con una storia ricca di contenuti storici, politici, letterari attraverso le vicende di personaggi complessi e multiformi. Da sfondo gli eventi della Turchia da metà degli anni Ottanta al Duemila, un paese oggi vittima di violenza e attentati, diviso tra passato e modernità, come emerge in tutte le opere dell’autore, suo cantore d’eccellenza.

    La vicenda ha inizio nel 1985. Cem è figlio di un...

  • Tipo: Blog
    Mer, 08/02/2017 - 12:30

    La vita in un campo profughi raccontata con gli occhi di un bambinoChi meglio di un bambino è in grado di raccontare le condizioni di vita nei centri di detenzione e nei campi profughi?

    La scrittrice australiana Zana Fraillon ha utilizzato alcuni rapporti relativi ai centri australiani per costruire una storia di fantasia basata su una realtà concreta e globale. L’autrice è nata a Melbourne e vive a Victoria con il marito e tre figli. Ha lavorato come maestra e precedentemente ha scritto numerosi libri per l’infanzia.

    Il bambino che narrava storie è il suo romanzo d’esordio, tradotto in italiano da Valeria Galassi ed edito da Corbaccio. Protagonista è Subhi, un bambinoappartenente al popolo Rohingya, nato e cresciuto in un campo di detenzione.

    I Rohingya sono una minoranza etnica di religione musulmana, abitanti nel Myanmar, paese buddista, reo di un...

  • Tipo: Blog
    Sab, 07/01/2017 - 12:30

    A Vienna, tra l’amore, un giallo e il profumo del cioccolatoIl profumo del cioccolato di Ewald Arenz è ambientato nella romantica Vienna di fine Ottocento. In Germania è uscito per la prima volta nel 2007 e ha riscosso uno strepitoso successo. Recentemente è stato riproposto in Italia, tradotto da Aglae Pizzone, e pubblicato da Feltrinelli, nella collana I Narratori. Lo sfondo storico del romanzo susciterà l’interesse di tutti coloro che, visitando la capitale austriaca, sono rimasti affascinati dallo sfarzo dei palazzi, simbolo dell’impero austro-ungarico.

    Lo scrittore tedesco, nato a Norimberga nel 1965, si è laureato in Letteratura inglese e americana e insegna a Fürth, dove vive insieme alla famiglia. Le sue opere hanno ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui il Bayerischen Kunstförderpreis für Kultur.

    La storia ha inizio nel 1881 a Vienna. Il tenente August Liebeskind, stanco di servire la patria tra le fila dell’esercito austro-ungarico, decide di trascorrere le vacanze nella sua città d’origine. Non è tagliato per la vita militare. La sua...

  • Tipo: Blog
    Sab, 10/12/2016 - 12:30

    Due gemelle separate in tenera età nel “Giardino dei fiori segreti” di Cristina CaboniCristina Caboni torna in libreria con il romanzo Il giardino dei fiori segreti, edito da Garzanti.

    Dopo lo strepitoso successo del Sentiero dei profumi, diventato un bestseller internazionale, la scrittrice sarda ci racconta un’altra avvincente storia, probabilmente, anche questa volta, ispirata dal suo amore per la natura. Non è un caso che, oltre a coltivare l’innata dote per la scrittura, la Caboni si occupi dell’azienda apistica di famiglia, vicino Cagliari.

    Iris e Viola sono sorelle gemelle, che i genitori però hanno separato quand’erano ancora piccolissime. Per vent’anni nessuna delle due ha mai saputo dell’esistenza dell’altra. Si incontrano casualmente a Londra, al Chelsea Flower Show, la più grande mostra di fiori del mondo.

    Iris è stata cresciuta dal padre, Francesco, ed è diventata adulta girando il mondo insieme a lui. I fiori le trasmettono...

  • Tipo: Blog
    Mar, 01/11/2016 - 12:30

    Quando la Germania si credeva immortaleGli appassionati della Germania e della sua storia devono assolutamente leggere il romanzo di Charlotte Roth, Quando eravamo immortali, tradotto da Lisa Scarpa e pubblicato da Sperling & Kupfer.

    L’autrice, nata nel 1965, in una Berlino divisa in due dal muro, è una docente di letteratura, neofita della scrittura. Vive a Londra ma il suo cuore la riporta sempre nella sua patria natale. Il suo sogno era quello di scrivere in parte la storia della sua famiglia e con Quando eravamo immortali ci è riuscita in pieno: il libro è stato molto apprezzato dai lettori tedeschi, diventando un bestseller.

    Il romanzo è dedicato a Margarethe, l’amica di famiglia che le ha raccontato la storia della sua vita, chiedendole espressamente di scriverla: «la storia di Paula è la storia della nostra amica Margarethe», così ha affermato in un’intervista la scrittrice.

    Charlotte Roth narra due storie destinate ad...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.