Conoscere l'editing

Interviste scrittori

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Consigli di lettura

Le ultime dal blog...

  • Autore: Annamaria Trevale
    Mer, 22/12/2021 - 11:30

    Cosa spinge al suicidio? “La ferita” di Lucio LeoneCon La ferita (Alessandro Polidoro Editore, 2021) lo scrittore ed editore Lucio Leone lascia il territorio già collaudato del romanzo storico, con cui si era cimentato a partire da Nel buio arde (Ad Est dell’Equatore, 2010), per avventurarsi in un mondo completamente diverso e abbastanza spiazzante.

    In una vaga città senza nome e in un tempo imprecisato, un uomo conduce un’esistenza eremitica, senza legami e senza affetti, svolgendo una professione a dir poco sconcertante: dietro richiesta di parenti o amici di persone morte suicide, incide con un coltello i loro cadaveri e si immerge in essi attraverso la grande ferita che ha procurato. Deve riuscire a raggiungere la coscienza del defunto e rivivere insieme a essa gli ultimi momenti di vita, quelli che hanno preceduto il gesto irreparabile, per cercare di comprenderne le motivazioni e possibilmente convincere il soggetto a cambiare idea.

     

    ...

  • Autore: Irina Turcanu
    Mar, 21/12/2021 - 11:30

    Un intenso profumo di genuinità. “Fratellastri” di Fabio ModugnoQuando scrivere è sinonimo di mettersi a nudo, esporsi, rannicchiarsi nei propri anfratti per sporcarsi dei sentimenti più veri che si possano provare per poi portarli in superficie, allora chi legge ha l’occasione di entrare in contatto un altro. Ne nasce un incontro in cui non soltanto si indossano i panni dell’altro, ma si sta anche nella sua pelle, ci si tormenta e ci si sporca degli stessi sentimenti dell’altro.

    È questa la fragranza più pregnante quando si legge il libro di Fabio Modugno, Fratellastri: un intenso profumo di genuinità. Uscito per Mondadori, si piomba immediatamente in quello che si può solo immaginare come sentimento nello scoprire, attraverso una telefonata, di essere il figlio di un altro. Ma non uno qualsiasi. Il figlio di un «supereroe», di un mito. Fabio Camilli – ci vorranno diciotto anni perché all’anagrafe sia Fabio Modugno – è giovane, sta facendo il militare, il giorno in cui scopre di essere un altro. Ma qui le domande che sorgono sono tante e Fabio Modugno, in questo coinvolgente...

  • Autore: La Redazione
    Mar, 21/12/2021 - 11:30

    “Capita a tutti noi a volte di essere paralizzati. E disperati” – Lettera di David Foster WallaceDavid Foster Wallace, nel dicembre del 2005, riceve una lettera da Amy Bergen, che aveva da poco ascoltato il discorso che lo scrittore aveva tenuto al Kenyon College.

    Qui di seguito vi proponiamo la versione integrale della lettera inviatale come risposta da Foster Wallace.

     

    Cara Signorina Bergen,

    la Sua lettera è interessante e commovente, e sicuramente non vi ho trovato traccia di “lamenti” (benché abbia notato che lei e io abbiamo in comune una cattiva abitudine: entrambi facciamo in modo di giudicare noi stessi nel peggior modo possibile, prima che chiunque altro possa farlo – e poi facciamo in modo che chiunque parli con noi sappia che lo facciamo [perché? Perché ammirino il nostro rigore? Perché non abbiano il coraggio di giudicarci se già ci siamo detti tante cose brutte da soli?]). È un ‘problema di fiducia...

  • Autore: Daniele Villata
    Lun, 20/12/2021 - 11:30

    I begli occhi del Canzoniere di PetrarcaNel capolavoro di Petrarca, tra i tanti temi umani e letterari trattati, particolare importanza hanno gli occhi e la “visione”, che si fanno potente simbolo degli stati d’animo del poeta, e divengono riferimenti alla donna da egli amata. Gli occhi e lo sguardo sono presenti in numerosi sonetti della raccolta, e attraverso essi Petrarca rinnova la memoria del primo incontro con Laura, che, a sua volta, spesso è caratterizzata proprio dall’intensa luce proveniente dal suo sguardo.

    Naturalmente, per Petrarca si intendono anche gli “occhi mentali”, quelli grazie ai quali è possibile vedere anche ciò che non è presente, dunque avere una visione di Laura attraverso uno sguardo intellettivo che si serve della memoria. Il tema delle visioni e del vedere è tra i più presenti nei trattati medievali, ricordando gli studi sulla scienza de optica e sulla prospettiva, e...

  • Autore: La Redazione
    Lun, 20/12/2021 - 11:30

    I 10 libri di saggistica più venduti della settimanaVi presentiamo i 10 libri di saggistica più venduti nella settimana dal 06 al 12 dicembre 2021.

     

    La classifica è proposta da iBuk e riprende i dati elaborati dal Servizio Classifiche di Arianna sulla base di 1.600 librerie aderenti e diffuse sull’intero territorio nazionale.

     

    Il podio di questa settimana è occupato da Mondadori (in prima e terza posizione) e Feltrinelli (in seconda). Mondadori è la casa editrice più presente in top 10 con cinque titoli, seguita da Feltrinelli con due libri. Tutti gli altri editori hanno un solo saggio in classifica.

     

    10. Vivere senza pesi mentali. Come liberarsi da rimpianti, rancori e sensi di colpa di Raffaele Morelli (Mondadori)

    ...

  • Autore: Alessandra Piras
    Ven, 17/12/2021 - 11:30

    Un viaggio iniziatico donchisciottesco. “Randagi” di Marco AmerighiMarco Amerighi – traduttore, editor e ghostwriter – dopo aver vinto il Premio Bagutta opera prima con Le nostre ore contate è tornato in libreria col suo secondo romanzo, Randagi, pubblicato da Bollati Boringhieri, nel quale rappresenta i nati negli Settanta/Ottanta del secolo scorso.

    In tempi recenti è capitato spesso di vedere romanzi di formazione, comprese le narrazioni cinematografiche. Il successo della serie tv del fumettista Zerocalcare dimostra quanto sia una tematica sentita. Sempre per stare nella narrativa contemporanea, Mario Desiati ha parlato, sempre in epoca molto recente, di una generazione alla ricerca di punti di riferimento, col termine “Spatriati”.

    Anche se, bisogna dire subito, nel caso in esame ora il termine “formazione” non è esaustivo. Nel senso che risulta difficile incasellarlo e forse non è neanche giusto, come non è giusto...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.