Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Conoscere l'editing

Diffondi libro

Corso online di editing

"Giardini di loto" di Andrea Melone - GFL Step 2

Sul+Romanzo_Giardini+di+loto_Andrea+Melo

Di Morgan Palmas

Secondo step con il romanzo di Andrea Melone

Perché le parole pesano, sprofondano nelle azioni fittizie dei personaggi, si inarcano fra tensioni emotive e pensieri sussurrati o nascosti alle orecchie altrui. Provate a leggere la seguente scena erotica inserita nel libro, che io ho trovato – considerato il punto di vista femminile – assai calibrata.

“Bruno mi baciò fino alla gola. Salimmo sulla sua macchina triste, lui canticchiava a bocca chiusa. Arrivammo alla casina triste. Mi spogliai prima di lui, caddi sul letto, occhi chiusi, e lo aspettai con le cosce allargate, schifosa, grassa e triste. Bruno si sdraiò accanto a me, con le mani gli rifinii l’eccitazione, poi lo lasciai entrare da solo. Il dolore acutissimo mi produsse una floscularia lucente dentro il buio del cranio. Ridevo dentro di me per il rumore della lettiera di metallo. Il dolore proseguì, ma non dissi niente. Non sapevo come ingannare il tempo. Decisi di contare gli ictus di quel bacino che lavorava e sudava e si spremeva e ribuzzava: uno, due, tre, quattro, cinque, sei, arancia, susina, limone, arancia, susina, limone, arancia, susina, limone. Bruno uscì fuori senza avere finito, poi rientrò e io lasciai ricadere la testa sul cuscino. Che ore sono?, pensai. Mi fece inginocchiare e ricominciò, ma per fortuna venne presto. S’appoggiò sulla mia schiena, ansimante”.

Avevo parlato delle scene erotiche nella lezione 24 di “Scrivere un romanzo in 100 giorni”, la consapevolezza di Melone è fuori discussione.

Ecco invece la sensualità:

“Osservai a lungo la ragazza e le sue gambe ombreggiate sotto la veste. Teneva ostinatamente gli occhi bassi o chiusi negli incavi. Il disegno delle sopracciglia era sottile nel suo viso invernale; dirigeva col suo strumento il mio sguardo da civetta”.

E ora la femminilità:

“La donna abbassò le ciglia, serrò la bocca, poi, mentre si umettava le labbra. «Sono inguardabile», intonò. Acconciò i capelli a bulbo sopra la testa: «Come sto?» moina; testa inclinata verso la spalla, mano al fianco. L’uomo la guardava. «Stai molto bene», rispose”.

Ho provato ad analizzare l’erotismo, la sensualità e la femminilità in questa parte di “Giardini di loto”, i confini non sono sempre netti, interessante tuttavia notare la delicatezza della penna di Melone.

Per voi che cosa sono l’erotismo, la sensualità e la femminilità?

Prossimo step fino a pagina 212. Buona lettura. 

Nessun voto finora
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.