Conoscere l'editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Corso online di editing

Corso SEC

Scrivere un romanzo (II) – Lezione 6.b

Sul+Romanzo_possibilit%C3%A0.jpg

Di Morgan Palmas

Chi è il narratore? È un quesito delicato e affascinante, si diceva sabato scorso. Talmente delicato e affascinante che potremmo parlare per settimane solo di tale argomento. 

Brevissima digressione, utile per smontare in un nanosecondo chi – non pochi – sostiene che i corsi o le riflessioni sulla scrittura non servono a niente, che basta leggere, bla bla bla, per scrivere. Senza meditazioni (frutto di studi accademici o altro, anche da autodidatta) sulla funzione del narratore non si va molto lontano e una rondine non fa primavera. Ponderare le azioni del narratore e la sua presenza in una storia abbisogna di teoria e pratica, non ci si può improvvisare. 
Chi lo fa, è probabile che metta in campo le scelte più comode o più ovvie, che, sia chiaro, possono funzionare, ma dov’è la qualità letteraria se non c’è alla base un confronto altresì sulle strutture che si vanno formando?

Possiamo parlare di tradimento, tradire il narratore rappresenta una delle bestialità da evitare in un romanzo, il narratore è un personaggio come tutti gli altri (più o meno inserito nella storia), con le sue caratteristiche e necessità. Ciononostante accade che lo si ritenga semplicemente contenuto in una frase: «Come racconto ‘sta storia, con l’io o in terza persona?», ci si ferma lì, sbagliando, perché limitarsi alla superficie non è mai una virtù, non solo nella letteratura. 

Se il narratore è un personaggio, potete, come s’è detto più volte, farlo evolvere, sviluppando un percorso originale e che renda i punti di vista molteplici. La molteplicità potrebbe essere un gruppo di narratori che convivono, per esempio tre: il ragazzo da giovane, il vecchio onnisciente e una sorella. Scindere uno dall’altro a volte non è così immediato.
Tanta narrativa ha utilizzato tecniche simili: la molteplicità del narratore appunto. Provate a immaginare una scena del vostro romanzo, ora riflettete se vi sia un altro punto di vista possibile, se cioè la persuasione del lettore possa compiersi attraverso uno spostamento di visuale. 
Chi permette ciò? Un personaggio della storia, ma potrebbe essere anche un nuovo narratore.

Possibilità è diverso da Necessità.

Mi preme sottolineare che le più diverse opportunità di scelta sono funzionali alla narrazione, non è dato il contrario, quindi, sì la creazione, sì la fantasia, come pure la scrittura istintiva, però il narratore non può, ripeto, essere improvvisato, c’è una necessità imprescindibile.

Ci inoltriamo ora in territori attigui: quale rapporto c’è fra narratore e intreccio?

In altre parole, chi narra ha di fronte a sé infinite scelte, come puntare sulla migliore, migliore in senso persuasivo?
Una domanda nient’affatto banale, se considerate che la persuasione giace su un contenitore disposto dal narratore. È un effetto per taluni magico, che, più concretamente, si nutre di elementi ben disposti. Che cosa significa ben disposti? Non è teoria. C’è una risposta, anzi alcune. 

Alla prossima.
Nessun voto finora
Tag:

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.