In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Jack Kerouac

Fernanda Pivano intervista Jack Kerouac

See video
Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)

Commenti

Mentre Ginsberg si stupiva di vedere scritto su un muro «Ginsberg you are God», Kerouac aveva abbandonato tutte le sue speranze giovanili, aveva perso la sua vitalità, era distrutto dall’alcool e dal rimorso. L’ultima volta che venne in Italia era stato invitato dalla Pivano che si trovò di fronte un uomo sconfitto e smarrito. Lui che aveva corso per le strade d’America senza sosta, alla fine aveva abbassato il capo, scegliendo di tornare ad essere semplicemente Ti Jean (così lo chiamava la madre), aveva scelto di fermarsi e tornare a casa; alla fine «nella parabola artistica e umana di Kerouac vince la casa non la strada. Vince la madre non l’individuo» . Mentre il mondo leggeva il suo libro, Jack Kerouac si abbandonò all’alcool ed a se stesso. Fernanda Pivano ce lo descrive con immensa tristezza, ricordando l’ultima volta che vide il «suo» Kerouac:

"Mi vergognavo come una ladra. Ero lì, seduta vicino a Jack Kerouac, il fantasma dei pensieri che avevano dato forma alla gioventù della seconda metà del secolo; lo guardavo, disfatto e irraggiungibile come un leone ferito legato in una trappola, coi clowns del circo a saltellargli intorno per beffarsi di lui, mentre ripeteva nel microfono: “Sono ubriaco”, finché mi ha chiesto sottovoce: “Ma cosa ci sto a fare qui dentro?”, Mi vergognavo perché non sapevo come aiutarlo".

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.