Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Corso online di scrittura creativa

Corso online di editing

#aldomorto54: Timpano e Moro, reclusioni a distanza

Daniele Timpano, romano, classe 1974, è uno dei più interessanti tra i giovani protagonisti dell’attuale panorama teatrale italiano. Lessi per la prima volta qualcosa di suo, nello specifico il monologo Ecce Robot! Cronaca di un’invasione nell’antologia Senza corpo, edita da minimum fax nel 2009 con la curatela di Debora Pietrobono.

 

Lo ritrovai poi nel volume Storia cadaverica d’Italia (Titivillus, 2012) e nelle tre opere che esso contiene, Dux in scatola, Risorgimento pop e Aldo morto.

 

Proprio Aldo morto è al centro di un’interessante iniziativa che si intitola aldomorto54: cinquantaquattro repliche dello stesso spettacolo, per cinquantaquattro giorni consecutivi, a partire dal 16 marzo e fino all’8 maggio, con l’artista romano che rimarrà recluso all’interno del Teatro dell’Orologio di Roma, location della performance. Timpano, infatti, riceverà solo poche visite, programmate, e comunicherà attraverso i mezzi informatici, in particolare Twitter, con l’hashtag #aldomorto54.

Cinquantaquattro giorni di “prigionia”, come cinquantaquattro furono quelli di Aldo Moro, rapito proprio il 16 marzo del 1978 e ritrovato morto nel bagagliaio di una Renault 4 il 9 maggio dello stesso anno.

 

Irruzione del teatro nella realtà o di questa nel teatro?

L’idea ha il merito di essere, nella sua grande semplicità, di straordinaria simbolicità; e toccando con leggerezza e consapevolezza un nervo ancora scoperto della recente storia del nostro Paese, ha le carte in regola per essere qualcosa di importante.

 

La seguiremo.

See video
Il tuo voto: Nessuno Media: 4.5 (2 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.