Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Le ultime dal blog...

  • Autore: Morgan Palmas
    Mar, 09/03/2010 - 10:52

    "La virtù ricercata più di tutte è il conformismo. La fiducia in se stessi è il suo opposto. Il conformismo non ama le realtà e i creatori, ma i nomi e le tradizioni".
    Ralph Waldo Emerson


    La redazione di Sul Romanzo vi augura
    buona lettura!
    http://issuu.com/sulromanzo/docs/sulromanzo-anno1-numero0-marzo2010








    covermarzo2010.png
  • di Annalisa Castronovo

    Nello scorso articolo il discorso sulla punteggiatura è rimasto in sospeso, così lo riprenderemo proprio dai puntini di sospensione /.../. Metterò le mani avanti chiarendo una volta per tutte che essi vanno usati tre per volta e non a due a due o a quattro a quattro o più. Stanno a rappresentare una sospensione – per l'appunto –, un'incertezza, un'esitazione. Nella lettura indicano una pausa più breve del punto e spesso vengono utilizzati per riprodurre le pause tipiche del parlato laddove la virgola sarebbe inappropriata in quanto sminuzzerebbe in modo insensato il significato complessivo di una o più frasi. Tale funzione, però, non può certo diventare né il viatico né la scusa per costellare di puntini qualsiasi discorso o brano. A questo proposito non sarò graffiante tanto quanto lo è Umberto Eco nel Secondo diario minimo né divertente quanto Beppe Severgnini in uno dei suoi articoli che condivido e vi invito a leggere, ma mi limiterò a illustrare l'uso corretto di tali puntini. Come ho voluto chiarire altrove: «Il loro significato è diverso da quello della virgola, al posto della quale – purtroppo – appaiono spesso; indicano, invece, un...

  • Autore: Morgan Palmas
    Lun, 08/03/2010 - 16:48
    Sul+Romanzo_il+male.jpg

    Di Morgan Palmas



    Ho partecipato sabato e ieri a un incontro stimolante: “Male e letteratura”. Andrea Ponso (moderatore), Demetrio Paolin, Emanuele Tonon, Giuseppe Genna, Giorgio Vasta e Adone Brandalise hanno proposto la loro visione di “male e letteratura”.


    In un presente che ci soffoca, quasi ci addormenta, che ci aiuta il più delle volte a non pensare, come poter relazionarsi al presente e al futuro senza riflettere sul senso del male e sulla letteratura?
    Relatori assai diversi fra loro, quelli che ho ascoltato, eppure alcune prospettive sono comuni. 


    In breve, con una...
  • Autore: Morgan Palmas
    Lun, 08/03/2010 - 12:56
    Sul+Romanzo_equit%C3%A0+nell%27etica+eco

    Di Morgan Palmas



    [Seguito parte 9]
    Si citavano la scorsa volta questioni di natura giuridica e politica. Si legga anzitutto questo manifesto contro il contributo editoriale. Si veda, nei primi articoli, come uno dei nodi sia il rapporto fra aspetti giuridici e aspetti etici. 


    La legge è chiara in tale senso, non vi è nessuna illegalità nel costituire e gestire una casa editrice a pagamento, infatti il fulcro non è giuridico, bensì politico. È la politica, cioè chi legifera, che dovrebbe, nel caso fosse...
  • Autore: Morgan Palmas
    Lun, 08/03/2010 - 10:49
    Sul+Romanzo_Galaad+Edizioni.jpg

    Di Morgan Palmas
     


    Buongiorno, vorrei anzitutto chiederle qual è stato il percorso professionale che l’ha portata a divenire editor in una casa editrice.


    Ho seguito un percorso di studi che ha ben poco a che fare con l’editoria. Non ho mai smesso, però, di coltivare la mia passione per la letteratura e pian piano mi sono resa conto che il mio lavoro non poteva più convivere con i miei interessi. Nel settembre 2006 ho fondato, insieme al mio socio Paolo Ruggieri, la Galaad Edizioni. Non ho mai seguito corsi o master, ma negli ultimi anni mi confronto quotidianamente con le gioie e i dolori del lavoro redazionale. In fondo, continuo a fare ciò che ho sempre fatto: leggere e scrivere.
    ...
  • Autore: Morgan Palmas
    Sab, 06/03/2010 - 10:35
    Sul+Romanzo_writers+dream.jpg

    Di Morgan Palmas



    Ciao Linda, grazie per avere accettato la nostra intervista. Raccontaci brevemente quando e come ti è venuta l’idea di aprire il sito Writer’s Dream.


    Ciao Morgan, grazie a te. La nascita di Writer’s Dream, dici? È avvenuta quasi due anni fa, ormai, il forum – perché il WD è nato inizialmente come forum – è stato fondato il 10 marzo del 2008. È stato poi aperto ufficialmente il 1 aprile, e aveva come scopo semplicemente la condivisione dei miei testi e la formazione di un gruppo di appassionati di scrittura. Poi, per caso, ho scoperto dell’esistenza dell’editoria a pagamento e non mi sono data più pace.


    Chi bazzica online e cerca informazioni...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.