Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Le ultime dal blog...

  • Autore: Gerardo Perrotta
    Mer, 23/10/2019 - 12:30

    Misteriosi delitti nella Salò degli anni Trenta. Intervista a Massimo TedeschiDa pochi giorni in libreria per La nave di Teseo, La maledizione del numero 55 di Massimo Tedeschi è un giallo storico in piena regola. Ambientato nella Salò del 1938, alla vigilia degli eventi che porteranno questa piccola cittadina al centro della Grande Storia, le indagini di Italo Sartori (questo il nome del commissario, protagonista del romanzo di Tedeschi) sono l’occasione per entrare nel vivo dell’atmosfera che poteva viversi in un centro di provincia tra gli anni Trenta e Quaranta, in pieno regime fascista.

     

    La maledizione del numero 55 è un giallo ambientato nel 1938, in pieno regime fascista, e per di più a Salò, che qualche anno dopo sarà al centro di altri eventi storici. Per quale ragione ha scelto questo periodo? C’è qualcosa in particolare che l’affascina?

    Negli anni Trenta e Quaranta, per una serie di ragioni concomitanti e in parte indipendenti, il lago di Garda è epicentro...

  • Autore: Pierfrancesco Matarazzo
    Mer, 23/10/2019 - 12:30

    Un libro che vi resterà dentro. “La clausola del padre” di Joans Hassen KhemiriDi Jonas Hassen Khemiri ricordo un’intervista di qualche anno fa. Con i suoi lunghi capelli lisci, il viso bronzeo e i denti scintillanti, quest’uomo svedese di origine tunisina, divenuto famoso come autore nel 2003 con One eye red (best seller in Svezia con più di 200 mila copie vendute), raccontava il suo rapporto con la lettura. «La lettura deve essere pericolosa» diceva Khemiri, non è un vaccino contro l’ignoranza, né assicura al lettore di diventare una persona migliore. Quello che deve offrire è l’opportunità di partecipare a un gioco creato dall’autore per scuotere il lettore e farlo entrare in luoghi e situazioni in cui non si vorrebbe mai trovare. Nel suo ultimo romanzo (La clausola del padre – pubblicato in Italia da Einaudi e tradotto da Katia De Marco), Khemiri dimostra cosa voglia dire tener fede a un principio.

     

    ...
  • Autore: Irma Loredana Galgano
    Mer, 23/10/2019 - 10:30

    A che punto è il giornalismo in Italia? “Manifesto per la verità” di Giuliana SgrenaEsce con ilSaggiatore il nuovo libro di Giuliana Sgrena Manifesto per la verità, il quale in realtà più che un manifesto per la verità sembrerebbe un resoconto dettagliato dello stato malandato in cui versa l'informazione italiana, sintetizzabile con un'espressione utilizzata dalla stessa autrice: «il giornalismo sta morendo perché ci sono le fake news o le fake news proliferano perché il giornalismo sta morendo?»

    Lei è una giornalista, evidente e prevedibile quindi che concentri la sua attenzione sull'informazione giornalistica, ma il problema delle fake news, della violenza di genere, delle molestie sessuali, nonché il fenomeno migratorio e, soprattutto, il modo in cui tutto ciò viene percepito, discusso e affrontato non è certamente risolvibile con la sola riforma o modifica dei mass media. Necessita o necessiterebbe un cambio di paradigma culturale che deve partire dall'educazione, passare dall'istruzione,...

  • Autore: Marco Scarlatti
    Mar, 22/10/2019 - 12:30

    “Questa non è la mia faccia”. Una lettura a tu per tu con Neil GaimanQuesta non è la mia faccia, di Neil Gaiman (traduzione di Stefania Bertola), è l’ultimo lavoro pubblicato in Italia del grande autore inglese. Fresco di stampa per le “Strade blu” di Mondadori, come recita il sottotitolo raccoglie saggi sparsi su leggere, scrivere, sognare e su un mucchio di altra roba.

    Diviso in dieci parti, il libro unisce molti degli interventi, scritti e orali, dell’autore di American Gods nel corso degli anni: prefazioni di libri, articoli sul «Guardian» o sul «New York Times», discorsi di ringraziamento, ma anche incontri con scrittori e fumettisti del nostro tempo.

    Nella seconda parte (“Persone che ho conosciuto”), Gaiman ci mette a parte di aneddoti, momenti e ricordi intimi che riguardano autori contemporanei che hanno incrociato la sua strada d’artista, e che in qualche modo somigliano a lui perché, per certi aspetti e non sempre in modo corretto, sono stati identificati come semplici scrittori...

  • Autore: Morgan Palmas
    Mar, 22/10/2019 - 12:30

    Sette grandi dinastie che hanno retto i destini d’ItaliaDa poco in libreria con Le sette dinastie (Newton Compton editori), Matteo Strukul ritorna a occuparsi di Rinascimento e potere in Italia, con uno sguardo rivolto a sette grandi famiglie che hanno retto le sorti d’Italia, o meglio di alcune tra i più importanti Stati rinascimentali italiani.

    Con Matteo Strukul abbiamo cercato di fare il punto sul suo romanzo e su queste dinastie che, nel bene e nel male, hanno segnato la storia italiana.

     

    A distanza di un anno ci ritroviamo a parlare di un suo libro incentrato su potere e Rinascimento. Può raccontarci il cambiamento di prospettiva intercorso tra questo libro e i precedenti?

    Be’ in questo romanzo ho provato a raccontare il Rinascimento in modo corale. Protagonista non è una sola dinastia – i Medici – o magari un artista geniale come Michelangelo, ma piuttosto una moltitudine di grandi figure storiche: da Filippo Maria Visconti a Francesco Sforza, passando per Bianca Maria Visconti, Polissena Condulmer,...

  • Autore: Irina Turcanu
    Mar, 22/10/2019 - 10:30

    Un thriller tra arte e storia. “L’apprendista di Goya” di Sara Di FuriaUscito per La Corte Editore, L’apprendista di Goya, scritto da Sara Di Furia, ha tutti gli elementi necessari e sufficienti per potersi definire un thriller. C’è il sangue che corre grottesco e spaventoso come un leitmotiv, si allunga come un’ombra inafferrabile in mezzo a un secolo sanguinoso e c’è chi desidera conoscere a chi appartiene la mano che si è macchiata di quel sangue.

    Le vicende sono ambientate intorno alla seconda metà del Settecento, in una Madrid vivace ed effervescente, ma anche violenta. Come il titolo lascia intuire, la storia riguarda Goya, il celeberrimo pittore, nome per esteso Francisco de Goya y Lucientes, nato nei pressi di Saragozza, che conosce la sua fama proprio nell’attuale capitale spagnola.

     

    Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

    ...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.