Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Le ultime dal blog...

  • Autore: Morgan Palmas
    Lun, 02/08/2010 - 10:21
    Sul+Romanzo_le+sirene+di+rotterdam_Stefa

    Di Michela Polito

    Stefano Amato e il suo Le sirene di Rotterdam





    Le sirene di Rotterdam, romanzo di esordio di Stefano Amato (Transeuropa 2009, pp.177), non è un romanzo di quelli che ti segna o che ti cambia la vita irreversibilmente, però scorre e ti tiene compagnia, specialmente se condividete con il protagonista una certa alienazione, o meglio, una certa fobia verso le persone e appartenete al club di quelli che se ne stanno volentieri murati vivi nella propria camera a leggere libri. 


    L’impianto narrativo è quello del viaggio dell’eroe che deve superare una serie di prove per conquistare l’oggetto del desiderio. Nel caso di Dino Crocetti, protagonista e voce narrante, l’obiettivo è scovare il padre, fuggito da Siracusa abbandonando la famiglia dieci anni prima, e segnalato...
  • Autore: Morgan Palmas
    Lun, 02/08/2010 - 09:58
    Sul+Romanzo_simona+baldanzi.jpg

    Di Morgan Palmas

    Simona Baldanzi si racconta





    Buongiorno, vorrei iniziare chiedendole a quale età si è avvicinata alla scrittura e se è stato o meno un caso fortuito.


    Ricordo che alle elementari scrissi una storia su un ombrello rotto abbandonato in un fiume. Non ricordo bene la storia, però ricordo la sensazione che provai. Non scrissi per la scuola, per la maestra o per far contenti i miei genitori. Neanche scrissi di una cosa bella per fare colpo: un oggetto inutile e senza parole. Quell’ombrello rotto era un protagonista. Una cosa che mi emozionò e mi spaventò.


    Se consideriamo come estremi l’istinto creativo e la razionalità consapevole, lei collocherebbe il suo modo di produrre scrittura a quale distanza dai...
  • Autore: Morgan Palmas
    Ven, 30/07/2010 - 13:07

    FERNANDA PIVANO A CONEGLIANO NEL 1995 CON GINSBERG, ZANZOTTO, DE ANDRE'

    Le ultime dal blog...
  • Autore: Deborah Pirrera
    Ven, 30/07/2010 - 12:29
    Sul+Romanzo_La+battuta+perfetta_Carlo+DA

    Di Deborah Pirrera

    Carlo D’Amicis, “La battuta perfetta” (Minimum fax), la rivoluzione passa per la TV





    “Nello scrivere questo libro emerge il mio forte disagio nel vedere cosa siamo diventati; vorrei che questo libro venisse percepito dai lettori sottoforma di pietas, da intendere nel senso letterale del termine, strettamente latino, nei confronti della fragilità umana che è alla base di tutto questo”.


    Con queste parole Carlo D’Amicis, una delle voci di radio Rai tre e della nota trasmissione Fahreneit, descrive e anticipa il suo recente romanzo “La battuta perfetta” edito da Minimum fax.


    A leggerlo, in realtà, si fa fatica a rintracciarla questa “pena” di cui D’Amicis parla; più che altro ne viene...
  • Sul+Romanzo_Les+Thanatonautes_Bernard+We

    Di Angelica Gherardi

    "Les Thanatonautes" di Bernard Werber, autore semisconosciuto nel nostro paese





    Esiste un autore francese che vende milioni di copie in tutto il mondo, persino in Russia e in Corea, ma che in Italia è poco e mal conosciuto, “grazie” soprattutto alla pessima politica editoriale del nostro Paese. Sto parlando di Bernard Werber, moderno Jules Vernes, prolifico scrittore di quella che potrebbe essere definita fanta-esotero-reli-filosofo-scienza.
    Nel sorprendente Les Thanatonautes, (letteralmente I Tanatonauti, i viaggiatori della morte) del 1994 Werber ipotizzava un viaggio al di là della morte, per esplorare questo nuovo continente sconosciuto, l’aldilà appunto. Ma niente a che vedere con il film di Joel Schumacher: qui nessuna paura, niente effetti speciali, solo una ricerca scientifica e spirituale...
  • Autore: Mirko Tondi
    Ven, 30/07/2010 - 10:16
    Sul+Romanzo_Pietro+Tarricone.jpg

    Di Mirko Tondi

    Il mercato dell'editoria e il rispetto





    Vi sarà capitato probabilmente di leggere una recensione di un libro, un film o un album musicale che non corrispondesse per niente al vostro pensiero. Magari in quell'occasione vi è venuto qualche dubbio e ci avete riflettuto su, trovando eventuali punti di accordo con la recensione. Oppure vi siete detti che tanto è un fatto di gusti, o ancora che la critica non ci azzecca mai. 


    Vi sarà anche capitato di leggere su una guida turistica le mirabolanti attrazioni di qualche piccolo paesello sperduto nel nulla, che tra l'altro avete raggiunto dopo mille difficoltà connesse ai mezzi di trasporto non proprio efficientissimi. Arrivati lì, può darsi che vi siate accorti di attese troppo grandi rispetto alle descrizioni della guida. Qualche rudere e due strade...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.