Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Le ultime dal blog...

  • Autore: Carlotta Susca
    Mer, 16/06/2010 - 10:07
    Sul+Romanzo_DavideLongo.jpg

    Di Carlotta Susca

    Intervista a Davide Longo su “L’uomo verticale”





    Colpita dalla profondità di questo libro e dalla qualità della scrittura di Longo, non sono riuscita a formulare giudizio diverso da: “non sembra italiano, sembra un romanzo internazionale”. Giudizio vago e restrittivo: un libro ti può lasciare senza fiato, ma non gli si rende mai un buon servizio, se si accetta l’afasia con la scusa che sia un complimento.
    Il testo di Longo è ambientato in Italia, ma del disastrato Stivale il nome non compare che una volta; è sempre evidente in quale zona ci si trovi, anche se Longo tende a non esplicitarlo (ecco la perfetta intersezione fra particolare ed universale). Quanto al tempo, si è di poco, pochissimo, nel futuro, ed è avvenuto qualcuno dei quotidianamente annunciati disastri: la Rete è saltata, i paesi sono spopolati, bande di poco...
  • Autore: Stefano Verziaggi
    Mar, 15/06/2010 - 10:25
    Sul+Romanzo_donna+picasso.jpg

    Di Stefano Verziaggi



    Vi aspettiamo domenica 20 giugno a Bassano del Grappa: "Per una grammatica della paura". 


    Mentre i pargoli e le pargole più a scuola non vanno e attendono febbrili l’esito degli scrutini, noi continuiamo il nostro breve cammino di riflessione sulle tematiche della paura.


    Nella prima lezione ciascuno di noi ha scelto un termine “sinonimo” e ha provato ad esplorarlo, facendo anche dei piccoli esperimenti; qualcuno ha fatto lo sborooooone e ha prodotto un crogiolo di termini. E ora vedremo come fa!


    Per questa lezione,...
  • Autore: Morgan Palmas
    Mar, 15/06/2010 - 10:03
    Sul+Romanzo_sinonimi+e+contrari.jpg

    Di Morgan Palmas

    Sinonimi e contrari come necessità





    Mentre si scrive accade che di fronte a una parola vi sia la sensazione che manchi qualcosa, come se si fosse giunti quasi a ciò che si desiderava, quasi. Capita che non sia una questione di stile o di contenuti, ma di singoli termini.
    Leggiamo una parola, poi la confrontiamo con il resto della frase e la sensazione non cambia. No, non va bene. Siamo certi che sia quella dannata parola a suonare male dentro le nostre teste. Eppure non riusciamo a trovare una sostituzione valida. Quindi, di solito, prendiamo il dizionario dei sinonimi e contrari alla ricerca di qualcosa che ci illumini.


    Vi propongo il percorso inverso, per due motivi che sono uno la conseguenza dell’altro. 
    ...
  • Autore: Morgan Palmas
    Mar, 15/06/2010 - 09:47
    Sul+Romanzo_lingue.jpg

    Di Morgan Palmas

    La figura del traduttore, una nuova rubrica dedicata al mondo delle traduzioni editoriali





    Sara Crimi e Alberto Bracci Testasecca sono, fra le altre attività, traduttori in ambito editoriale, una professione che nel corso del tempo è divenuta sempre più gremita di persone, oltre che mal pagata. Ne parliamo con loro provando ad addentrarci in territori sconosciuti ai più. Qual è stato il vostro percorso formativo?


    Sara: Non posso che dare una risposta probabilmente già sentita: l’amore per le lingue straniere, la lettura e la scrittura è nato con me, mi appartiene da sempre. Il liceo linguistico, la facoltà di lingue, i frequenti viaggi all’estero e i corsi di approfondimento sono stati la strada “obbligata” che ho percorso per continuare a coltivare i miei interessi, senza – lo ammetto – darmi un obiettivo preciso. Durante e dopo...
  • Di Annalisa Castronovo

    La lettera di presentazione







    Supponiamo che oggi vi sentiate pronti. Il vostro manoscritto è ultimato. State pensando che abbiamo saltato qualche passaggio dall'ultimo articolo su registri linguistici e gergo? Be', il fatto è che lo scopo di questa rubrica non è mai stato quello di insegnare a costruire un romanzo, questo lo lascio fare a chi ne sa abbastanza sull'argomento. A chi gestisce il presente blog, ad esempio. Stavolta passiamo alla fase successiva. A quando si prende il coraggio a due mani e si decide di affrontare il giudizio di chi legge le opere altrui e di chi per mestiere ha la responsabilità di valutare la bontà del vostro lavoro e di capire se rientra nella linea editoriale della società per cui lavora, se quello che avete messo nero su bianco è vendibile oppure no. Oltre all'opera in formato cartaceo o - a seconda delle esigenze dell'editore - in formato digitale, vi servirà qualcos'altro. La fortuna? Quella non guasta mai ovviamente, ma non è a essa che mi riferisco...
  • Sul+Romanzo_pasta+fatta+in+casa.jpg

    Di Giovanni Ragonesi

    Scegliere il libro giusto da leggere 





    In taluni momenti, in talune fasi del proprio affaccendarsi quotidiano, non si trova nulla da leggere. Lo sguardo si aggrappa curioso e sconsolato agli scaffali di casa in cerca di una costa che susciti ispirazione. A volte capita di trovarla in un titolo che mesi fa, dagli scomparti lucidi di qualche libreria a ridosso del centro, o da qualche bancarella di un polveroso mercatino domenicale, ci ha attratto in maniera speciale, o per via del suo suono, oppure perché evocativo di chissà più che cosa… Eppure adesso, aperto tra le mani infastidite dal tasso d’umidità che raggiunge e oltrepassa l’80%, non riesce a incatenarci oltre pagina 10. Non era quello che si cercava, non si riesce a proseguire e sfogliare un’altra pagina sembra impresa così ardua che pare di più semplice realizzazione il trasporto di una cassa di pietre su per i sentieri di...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.