Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

Le ultime dal blog...

  • Autore: Annamaria Trevale
    Mer, 29/01/2020 - 11:30

    “Psychokiller”, il nuovo inquietante romanzo di Paolo RoversiModenese trapiantato a Milano, dove ambienta molti dei suoi romanzi, Paolo Roversi è di nuovo in libreria con Psychokiller (SEM, 2020), un thriller che nasce al di fuori della collaudata serie dedicata al giornalista hacker Enrico Radeschi (pubblicata da Marsilio) e dopo la positiva esperienza di Addicted, pubblicato sempre da SEM esattamente un anno fa.

    Come il titolo fa intuire, siamo alle prese con la storia di un assassino che sembra particolarmente pericoloso: non solo commette una serie di efferati delitti, ma si diverte a filmare il momento in cui soffoca le sue vittime per poi spedire il video al commissario di polizia Diego Ruiz, a capo della squadra incaricata di indagare sulla vicenda, che si svolge ancora una volta a Milano. Da Roma arriva presto anche Gaia Virgili, una...

  • Autore: Marco Scarlatti
    Mer, 29/01/2020 - 11:30

    La pesante leggerezza del viaggio. “Il treno di cristallo” di Nicola LeccaUno dei pregi del Treno di cristallo, l’ultimo romanzo di Nicola Lecca (Mondadori), è che la trama del libro si può sintetizzare in poche righe. È la storia di Aaron Ancic, un diciottenne che compie un viaggio lungo l’Europa dell’Est per scoprire la verità su suo padre e se stesso.

    I poli di questo percorso sono Broadstairs, la cittadina inglese che ospitò Charles Dickens e che gli ispirò uno dei suoi romanzi più maturi e misteriosi, Casa desolata, e la capitale della Croazia, Zagabria, dove il romanzo incomincia inquadrando uno scorcio dell’adolescenza del padre di Aaron, il famoso pianista Borna Ancic.

    Le tappe sono altre città europee, per fortuna quasi tutte fuori dalle rotte più battute del turismo di massa: Dover, Amburgo, Praga,...

  • Autore: Carmela Parisi
    Mer, 29/01/2020 - 09:30

    Un mondo malato. “Contagiati” di Andrea MauriDodici sono i racconti che formano il libro di Andrea Mauri,Contagiati, edito da Ensemble. L’ultimo capitolo, Se scriverai non ti accadrà nulla, è un inno che l’autore fa alla scrittura che cita come unica fonte di consolazione e salvezza alla malattia.

    «Tra le riflessioni d’inchiostro nero lasciate ad asciugare sulla pagina si fa spazio un buco bianco di vuoto assoluto. L’assenza della scrittura coincide con uno stato di incoscienza in cui precipito senza preavviso. I medici mi spiegano che il virus può intaccare il cervello, e prima di perdere la consapevolezza dell’istante, trascrivo le parole esatte del dottore e ripeto dentro di me il mantra di famiglia: “Se scriverai non ti accadrà nulla”. Ho una paura fottuta che la bestia virale si beva la parte collegata alla scrittura.»

     

    Il fil rouge che accomuna tutti i racconti è la malattia. In ogni storia, un virus sconvolge la vita del protagonista e l’autore descrive come questo possa cambiare le persone ma soprattutto come...

  • Autore: Fulvia Mezi
    Mar, 28/01/2020 - 11:30

    L’incantesimo di Dante. Il Canto XXXII dell’InfernoChé gran disio mi stringe di savere

    Se ‘l ciel li addolcia o lo ‘nferno li attosca

    (If., canto VI, vv. 83-84)

     

    Un trait-d’union che unisce le tre Cantiche della Commedia è certamente la passione di Dante per la politica, le vicende interne alla sua Firenze, di cui è stato anche protagonista, quando venne nominato priore. Nel Canto VI dell’Inferno si premura di chiedere al concittadino Ciacco,punito tra i golosi, un parere sulla situazione di Firenze, che il dannato gli profetizza ormai prossima alla guerra civile tra guelfi bianchi e neri. Non solo: Dante vuole sapere dove incontrerà i fiorentini del passato, quelli di cui conosce e ammira le gesta. La risposta di Ciacco lo spiazza: «Ei son tra le anime più nere». E infatti  troverà, scendendo sempre di più nel “doloroso ospizio”, Farinata degli Uberti, a lui “avverso” perché ghibellino, ma che sempre si è distinto come difensore di...

  • Autore: Annamaria Trevale
    Mar, 28/01/2020 - 11:30

    La Palermo degli anni Ottanta e delle guerre di mafia. Intervista a Giuseppe Di PiazzaLa casa editrice HarperCollins Italia manda in libreria dal 16 gennaio 2020 I cinque canti di Palermo di Giuseppe Di Piazza, primo volume delle avventure di Leo Salinas, giovane e intraprendente cronista di nera nella travagliata Palermo dei primi anni Ottanta. Il romanzo era uscito per la prima volta da Bompiani nel 2012, ma ora riappare in una nuova edizione riveduta, dopo il successo dei successivi titoli della serie pubblicati sempre da HarperCollins Italia, Malanottata (2018) e Il movente della vittima (2019).

    Di Piazza, palermitano, ha alle spalle una lunga carriera giornalistica, iniziata presso «L’Ora» di Palermo e proseguita presso altri importanti quotidiani. Attualmente dirige il supplemento romano del «Corriere...

  • Autore: Francesco Borrasso
    Mar, 28/01/2020 - 09:30

    Alla scoperta delle poesie di Herman MelvillePuntata n. 102 della rubrica La bellezza nascosta

     

    «Un tempo, pur se il mare s’oscurava, le voci innalzavate forti e chiare, del fortunale il canto a sovrastare, la vela di tempesta issando allegri per dir: “Vita è tempesta – e che tempesti!” Quel che il futuro porterà – è il destino: come fanciulli scorrevate i mondi, senza tener la vita troppo cara, voi che la vita in pugno serravate, voi sfrecciavate sopra i quattro oceani da procellarie, e da galletti 14 in porto! Ah, non gettati via dalla memoria e persi poi: lieve canto negletto da un cuore intento a musica più alta; 15 mai vecchi, in cuori forti conservando di giovinezza i buoni sentimenti, come maree che nei fiumi s’insinuano vicino a me venite, mi apparite nuotando fuori da mari di volti estranei ormai e dal tempo cancellati, e m’avvolgete in sogno!»

     

    Spesso, nella vita, un uomo sceglie di sposare una causa, prova attraverso degli spostamenti a rispettare il...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.