Corso online di Scrittura Creativa

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Corso online di Editing

Corso SEC - Scrittura Editoria Coaching

Le ultime dal blog...

  • Autore: Carmela Parisi
    Ven, 04/09/2020 - 12:30

    Streghe o guaritrici? L’arte delle segnatriciÈ difficile descrivere cosa sono le segnatrici, hanno in loro mille sfaccettature, sono donne enigmatiche che appartengono a un mondo quasi magico o immaginario e che per anni sono state l’unica risorsa per un piccolo borgo tra le montagne, Borgo Cardo. In tutto il romanzo infatti sono state viste in due diverse angolazioni dai vari personaggi, sia buone che cattive. Per tratteggiarle usando le parole della scrittrice: le segnatrici sono il confine sottile tra una strega e una guaritrice. Queste donne sono proprio il punto da cui parte tutto il romanzo dal titolo appunto Le segnatrici di Emanuela Valentini edito da Piemme.

    «Il folletto che fa i dispetti se non gli lasci il latte appena munto. La paura che si nasconde tra le dita dei piedi e va lavata via con un bagno di fiori bianchi. Il malocchio. Le male parole. L’anima che cade per terra. Il sangue mestruale per legare l’uomo amato. Il confine sottile tra guaritrice e strega.» Mi guardò con intensità. «Le segnatrici sono sempre state una realtà vivida e importante di queste montagne […]»

    ...
  • Autore: Gerardo Perrotta
    Ven, 04/09/2020 - 10:30

    Premio Campiello 2020 – Intervista a Sandro FrizzieroSommersione di Sandro Frizziero, finalista dell’edizione 2020 del Premio Campiello e pubblicato da Fazi, è un viaggio nell’abisso dell’animo umano, in mezzo alle radici dell’odio di un vecchio pescatore che l’autore sceglie di non nominare. Così come fa per l’isola su cui il nostro protagonista vive.

    E proprio da questo siamo voluti partire per l’intervista che Sandro Frizziero ci ha rilasciato per il nostro speciale dedicato al Premio Campiello.

     

    Il protagonista del suo romanzo non ha nome. Quali sono le ragioni di questa scelta?

    Non ho sentito, mentre scrivevo, il bisogno di dare un nome al mio pescatore. Il narratore che si rivolge a lui con il “tu” lo conosce così bene che non ha bisogno neppure di chiamarlo. Credo che così facendo il mio racconto assuma una sorta di valore universale che può condurre il lettore oltre a quello che, per certi versi, potrebbe...

  • Autore: Erika Pau
    Ven, 04/09/2020 - 10:30

    La storia di Amadou, la forza di un sogno e l’inganno dell’Occidente«Quella che segue è la storia romanzata, ma con elementi di verità, di una delle vittime di questa nuova forma di schiavitù».

     

    Così si apre Non dire addio ai sogni, ultimo romanzo di Gigi Riva edito Mondadori.

    «Cosa sono diventato?» si chiede Amadou, il giovane ragazzo senegalese protagonista di una storia incredibile che lo vedrà diventare uomo in fretta, tra varie difficoltà e speranze disattese.

    Il viaggio di Amadou inizia a Palo, nel suo Senegal, la calda e materna terra che ama e che da sempre accoglie i suoi sogni. Del resto, ha solo quattordici anni e i suoi unici impegni sono andare a scuola e sognare. Sognare di diventare un calciatore, un terzino destro come il suo preferito, Dani Alves. Sognare di giocare in Europa con le più importati squadre. Diventare quello che per cui sembra essere nato. E in una calda mattina, quel sogno sembra quasi sfiorare la realtà.

    ...
  • Autore: Stefano Fornaro
    Gio, 03/09/2020 - 12:30

    Giulio II, l’uomo che cambiò la storia della ChiesaI contemporanei e gli storici lo hanno definito il “Papa guerriero” o “Papa terribile”, certo non fu uno dei tanti pontefici di passaggio e il suo nome dice tutto: Giulio II. All’anagrafe più correttamente Giuliano Della Rovere, figlio di Raffaello Della Rovere e Teodora di Giovanni Manirola. Il ragazzo francescano che dal convento di La Pérouse entrò nell’Ordine dei frati minori conventuali e poi divenne cardinale a Roma di San Pietro in Vincoli. E da qui la sua longeva carriera ecclesiastica lo portò alla massima carica: il papato, che resse dal 1503 al 1513.

    Personaggio determinato, iracondo e a tratti rude, Giulio II della Rovere non fu un Papa qualunque. E l’idea di riportarne in auge scelleratezze e grandi gesta è venuta alla scrittrice Alessandra Selmi.

    Con il suo Le origini del potere, la saga di Giulio II, il Papa Guerriero (casa editrice NORD, 2020) la professoressa di scrittura editoriale alla Cattolica di Milano realizza un romanzo storico di...

  • Autore: Annamaria Trevale
    Gio, 03/09/2020 - 10:30

    Perché “Scrivere fa bene”. Intervista a Giada CipollettaScrivere fa bene (Dario Flaccovio Editore, 2020) è un manuale di auto-aiuto scritto da Giada Cipolletta e pubblicato in una collana dedicata alla psicologia. Non si tratta quindi di un testo propedeutico alla scrittura creativa, come qualcuno potrebbe pensare dal titolo, ma di un percorso che vuole invitare a utilizzare la scrittura come mezzo per esprimere i propri pensieri ed emozioni: anche se viviamo in un mondo pieno di parole e se in apparenza ne facciamo un uso sempre più frequente (ad esempio sui social), non è detto che questo nostro uso sia corretto e in grado di esprimere davvero le nostre idee.

    Giada Cipolletta, autrice eclettica impegnata su vari fronti della comunicazione, ha scritto un libro che mescola temi scientifici e riflessioni personali, in cui spesso si rivolge confidenzialmente al lettore e non esita a raccontarsi in prima persona. Ne abbiamo parlato con l’autrice in questa intervista.

    ...
  • Autore: Irina Turcanu
    Gio, 03/09/2020 - 10:30

    Premio Campiello 2020 – Intervista a Remo RapinoLiborio è un pazzo, una cocciamatte, affronta la vita un passo alla volta spiegandosi tutte le disgrazie con una sola ragione: i segni neri. In Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio di Remo Rapino (Minimum Fax) echeggia il Novecento, la scuola, il crescere in fretta, l’apprendistato in una bottega, la Seconda guerra mondiale e poi la Resistenza, la fabbrica, ma anche il manicomio e la solitudine. Forse è questa la nota distintiva di Liborio, la più marcata: la solitudine. Perde i cari in tenera età e chi entra nella sua vita è più una cometa che un albero. È solitario anche nel modo in cui interpreta la vita e la felicità. Che il denominatore comune ultimo della pazzia sia, in verità, l’esser soli? Questo è solo uno degli interrogativi che sorgono nel leggere la vicenda di Bonfiglio Liborio che Remo Rapino ci racconta dalla sua nascita e fino al momento in cui si congeda da questo mondo.

    Ciò che sorprende maggiormente, però, è la lingua. Le parole di Liborio risuonano nella mente, forti, pregnanti, autentiche. Parla a modo suo e si fa presto a lasciarsi trascinare dal suo...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.