Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Le ultime dal blog...

  • Autore: Pierfrancesco Matarazzo
    Mer, 08/01/2020 - 11:30

    La rotta del colibrì di Sandro Veronesi«Per andare dove non sai, devi passare per dove non sai». Di tutte le frasi che ho trascritto sulla prima pagina del nuovo romanzo di Sandro Veronesi, Il colibrì (edito da La nave di Teseo nella collana Oceani), è quella che meglio rappresenta lo spirito con cui il lettore si dovrebbe avvicinare alla storia di Marco Carrera. Il protagonista de Il colibrì è esattamente il personaggio che ci si aspetterebbe da Veronesi (da Caos calmo a Terre rare): toscano, benestante, professionista irreprensibile, ingenuo, in cerca (inconsapevolmente e suo malgrado) di qualcosa di non ben definito che gli cambi la vita. Quel qualcosa si materializza in Daniele Carradori, che piomba nello studio oculistico di Marco Carrera per metterlo in guardia dalla moglie Marina di cui Daniele è psicoterapeuta.

    Gli incipit sono sempre stati uno dei punti di forza di Veronesi, che riesce a catturare l’attenzione del lettore come pochi fra i narratori contemporanei italiani, quello che spesso accade però è la diluizione di tale effetto, colpevoli le sue liste della spesa, le...

  • Autore: Fabio Cozzi
    Mer, 08/01/2020 - 09:30

    Contro i “pacchi” del marketing. “La solitudine del critico” di Giulio FerroniGiulio Ferroni, professore emerito di Letteratura Italiana alla Sapienza di Roma, è uno dei critici letterari più importanti e curiosi, che nel corso della sua carriera ha sempre tentato di fare un bilancio, un’analisi dello stato di salute della critica. Ferroni ha appena pubblicato per Salerno editore un piccolo saggio dal titolo La solitudine del critico: leggere, riflettere, resistere. Oggi, con un po’ di mestizia ma anche con una testarda volontà di non arretrare, non può che prendere atto di una sempre maggiore marginalità del suo mestiere.

    Fare una passeggiata sui social media è molto corroborante: tutti si credono in grado di esprimere giudizi su tutto. Sembra di assistere a quella famosa scena del film Sogni d’oro di Nanni Moretti, dove il regista-attore in una delle sue frequenti sfuriate gridava che tutti si sentivano in grado di parlare di cinema, mentre lui non parlava delle cose che non conosceva («Parlo mai di epigrafia greca?», sbottava il nostro durante lo...

  • Autore: Irma Loredana Galgano
    Mar, 07/01/2020 - 11:30

    Cosa sta accadendo al nostro mondo? “Voci da Uber” di Maria Anna MarianiTante storie. Ognuna racconta una vita, uno spaccato di essa almeno. Brevi capitoli che sono come luci di un’installazione e che si illuminano a intermittenza. Il filo conduttore è la stessa autrice, la quale “salta” da un'auto all'altra e, nel breve tempo del tragitto di volta in volta percorso, riflette, si interroga e chiede, immagazzina informazioni… tutta materia che diventerà poi l'energia illuminante la sua installazione, la sua opera. Il suo libro.

    Ancor prima di salire sull'auto Uber prenotata, Mariani ne segue il tragitto attraverso l’app installata sul suo smartphone. Ogni singolo avanzamento, ogni corsa, tutto viene tracciato e resta tracciabile. Ciò avrebbe potuto e dovuto essere un ottimo deterrente per aggressioni e violenza, ma neanche questo è servito. Non abbastanza almeno, stando ai dati diffusi dalla stessa azienda nel...

  • Autore: Marco Scarlatti
    Mar, 07/01/2020 - 11:30

    Sulla gioventù e sulla giovinezza. “Il sacrificio dei pedoni” di Gian Ruggero ManzoniÈ da poco uscito per i tipi della Castelvecchi Il sacrificio dei pedoni, di Gian Ruggero Manzoni, romanzo sulla giovinezza e sulla gioventù.

    La gioventù della seconda metà degli anni Settanta, ormai lontana, distante da quella di oggi: per gli ideali, per l’impegno o il disimpegno politico, per il linguaggio.

    E la giovinezza di sempre, coi suoi ideali, il suo impegno o disimpegno politico, il suo linguaggio.

    Ci sono dei passaggi che, nonostante parlino dei ragazzi di quegli anni, molti dei quali – come recita la dedica all’inizio del libro – «non ci sono più», sembrano riferirsi al nostro oggi, alle sue tensioni e ai suoi disinganni.

    «Molti pensano che siamo in fondo,» dice la voce narrante a suo padre, quando per un brevissimo periodo tornerà al suo paese natale, in Romagna, «che ormai è vicina la resa dei conti, il Movimento fa sempre nuovi adepti, molti...

  • Autore: Virginia Addazii
    Mar, 07/01/2020 - 09:30

    “Il treno dei bambini” di Viola Ardone viaggia spedito nel cuore dei lettoriIl treno dei bambini di Viola Ardone, pubblicato da Einaudi Stile Libero, è uno dei casi editoriali dell’anno. Basti pensare che alla fiera del libro di Francoforte le case editrici hanno fatto a gara per aggiudicarsi la pubblicazione e che il romanzo verrà tradotto in almeno venticinque lingue. Un successo internazionale insomma. Ma cosa lo rende così speciale?

    La storia catapulta il lettore all’indomani della Seconda guerra mondiale, in una Napoli devastata dal conflitto. Qui la popolazione allo stremo fatica a mettere in tavola anche un semplice pezzo di pane. Proprio come l’Amalia della Napoli milionaria di Eduardo De Filippo, Antonietta Speranza, mamma di Amerigo, il piccolo protagonista del romanzo, tira a campare con il commercio illegale di caffè. Nei bassi dei vicoli della città tutti si arrangiano come possono e quando il Partito Comunista escogita il modo per strappare i bimbi dalle misere condizioni in cui vivono, sono tante le famiglie che aderiscono...

  • Autore: Gabriele Ferrari
    Ven, 03/01/2020 - 11:30

    Quando l’amore esplode, il furor di FedraDopo aver analizzato le passioni travolgenti della Medea e dell’Atreo senecani, è opportuno analizzare un nuovo versante passionale: l’amore che, quando degenera in furor, diviene sentimento debordante e incontenibile.

    L’amore della Fedra di Seneca si configura come sindrome psichiatrica poiché il carattere elegiaco dello stesso viene sublimato, sussunto e oltrepassato; in conseguenza di ciò, è possibile analizzarlo nell’ottica della medicina Pneumatica e dei suoi paradigmi. L’entrata in scena della protagonista ha i caratteri di una melancolia covata a lungo: parlando pateticamente alla sua patria natìa, si lamenta di essere ostaggio consegnata in “penatos invisos” e sposata a un nemico che ella non esita a definire “profugus” in quanto egli si sta facendo complice di un adulterio aiutando Piritoo a rapire Persefone, dea dell’Ade. La critica nei...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.