In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

Le ultime dal blog...

  • Autore: Marcella Rizzo
    Mar, 07/07/2020 - 10:30

    Che cosa vediamo quando leggiamo – Per una fenomenologia della letturaChe cosa vediamo quando leggiamo di Peter Mendelsund (2020, editore Corraini, traduzione di Maria Teresa de Palma) è un’esplorazione unica e completamente illustrata di quella che viene chiamata fenomenologia della lettura.

    In quest’originale saggio Peter Mendelsund, che è art director associato presso l’editore Alfred A. Knopf e di Pantheon Books, indaga in modo provocatorio e insolito la maniera in cui noi lettori comprendiamo l’atto della lettura. Egli sostiene che la lettura è un atto di co-creazione e che le nostre impressioni su personaggi e luoghi devono tanto alla nostra memoria e alla nostra esperienza quanto al potere descrittivo dell’autore che stiamo leggendo.

    Tolstoj ha davvero descritto Anna Karenina? Melville ci ha mai veramente detto che aspetto abbia Ismaele? Forse Melville aveva in mente un’immagine specifica del suo Ismaele. Forse somigliava a qualcuno che aveva conosciuto nei suoi...

  • Autore: La Redazione
    Lun, 06/07/2020 - 14:23

    I 10 libri di saggistica più venduti della settimanaVi presentiamo i 10 libri di saggistica più venduti nella settimana dal 22 al 28 giugno 2020.

     

    La classifica è proposta da iBuk e riprende i dati elaborati dal Servizio Classifiche di Arianna sulla base di 1.600 librerie aderenti e diffuse sull’intero territorio nazionale.

     

    Il podio di questa settimana è occupato daPaperFIRST, Garzanti e Feltrinelli. Adelphi è la casa editrice più presente in top10 con tre libri, seguita da Feltrinelli ed Einaudi con due titoli a testa. Tutti gli altri editori hanno un solo saggio in classifica.

     

    10. Il lavoro dello spirito di Massimo Cacciari (Adelphi)

    ...

  • Autore: Erika Pau
    Lun, 06/07/2020 - 12:30

    Quando la prima regola è non innamorarsiNon si può scegliere chi amare. A chi non è mai capitato di detestare una persona al punto di innamorarsene? Gli ultimi a cui è successo, sono i protagonisti di Prima regola: non innamorarsi, l’ultimo romanzo di Felicia Kingsley, pubblicato da Newton Compton.

    Tutto inizia quando un ricco collezionista affida a Nick e Silvye, il compito di mettere a segno un colpo sensazionale: trovare il diario segreto di Casanova. I due non sanno, però, che la parte più difficile sarà lavorare insieme, passando dall’essere rivali al diventare complici. Silvye Coreau e Nick Montecristo sono l’una l’opposto dell’altro.

     

    Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

     

    Silvye ha ventisette anni, cresciuta con una madre opprimente, una truffatrice che le ha insegnato tutto riguardo l’arte del...

  • Autore: Marco Scarlatti
    Lun, 06/07/2020 - 10:30

    A lezione da un grande scrittore. Torna Chuck Palahniuk con “Tieni presente che”Tieni presente che, l’ultimo lavoro di Chuck Palahniuk (Mondadori, traduzione di Silvia Albesano), è un vero e proprio regalo. Per chi ama leggere e, ancora di più, per chi ama scrivere. E anche per chi ama capire come funzionano le macchine narrative. Leggere questo libro significa entrare nell’officina dello scrittore e vederlo mentre smonta il motore, lo pulisce, te ne mostra un pezzo e te ne spiega il funzionamento, e poi lo ricostruisce davanti a te.

    Scritto nello stile caustico e ironico che ha reso l’autore di Fight club una voce inconfondibile della notte americana, il testo potrebbe essere letto (e banalizzato) come un manuale di scrittura creativa: su questa semplificazione, però, sin dall’introduzione il lettore viene avvisato.

    «Se scriverò questo libro, peccherò di pessimismo.

    Se sei fermamente intenzionato a diventare uno scrittore, niente di ciò...

  • Autore: Annamaria Trevale
    Lun, 06/07/2020 - 10:30

    Cos’è la “Disagiotopia”? Il malessere contemporaneo secondo Florencia AndreolaLa ricercatrice Florencia Andreola è la curatrice di Disagiotopia – Malessere, precarietà ed esclusione nell’era del tardo capitalismo (D editore, 2020), un saggio a più voci che si propone di analizzare le molte facce di ciò che genericamente viene chiamato “disagio”, ma che negli ultimi decenni si è diffuso sia orizzontalmente, interessando vari aspetti della società, sia verticalmente, perché coinvolge persone di tutte le età: sono lontani, in definitiva, i tempi in cui si parlava soltanto del “disagio giovanile” come momento peculiare delle ultime generazioni.

    Ecco quindi che nelle pagine di questo saggio collettivo psicologi, sociologi, storici, urbanisti, architetti e storici ci raccontano come il disagio serpeggi nel mondo occidentale contemporaneo, alimentato dai tanti aspetti della generale crisi del modello economico capitalista, che ha generato crisi non solo del lavoro, ma anche dei rapporti sociali e familiari, del tessuto urbano, persino...

  • Autore: Angelina Martino
    Ven, 03/07/2020 - 12:30

    La ricerca di giustizia non deve essere mutevole. “Atti relativi alla morte di Raymond Roussel” di Leonardo SciasciaNessuna trama, nessuna presentazione di RaymondRussel, che entra in scena già cadavere senza un passato e senza un futuro, tranne quelle poche informazioni ritenute utili alle indagini.

    Sessanta pagine in Atti relativi alla morte di Raymond Roussel, Adelphi edizioni, in cui Leonardo Sciascia descrive la breve inchiesta, con frasi essenziali e parole efficaci, dirette, per mettere in risalto la sommarietà delle indagini ed insinuare il dubbio nelle conclusioni addivenute.

    Un linguaggio quasi ermetico, ma non per alludere a uno stile difficile e chiuso, quanto per dire che la parola è regina, essenziale, eppure funzionale al fatto, alla scoperta di un cadavere e alla sua inchiesta.

    L’azione inizia nel Commissariato di P.S. di Palermo. È il 14 luglio del 1933, arriva un telegramma indirizzato all’ill.mo signor Primo...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.