Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Le ultime dal blog...

  • Autore: Maria Cianciaruso
    Mar, 12/11/2019 - 11:30

    E se l’amico fedele all’improvviso non c’è più?L’amico fedele è il titolo del romanzo di Sigrid Nunez, tradotto in italiano da Stefano Beretta e pubblicato da Garzanti.

    Parlare di qualcuno che non c’è più non è mai facile e se questa persona ha accompagnato la tua intera esistenza, allora è ancora più complicato. Un diario, una narrazione rivolta a chi non c’è più, a quell’amico fedele che ha deciso di andarsene troppo presto, questa è la trama del libro. Una donna, una giovane studentessa che si lega al suo professore, con un filo invisibile che non si spezzerà mai. Da quelle lezioni universitarie sono passati anni, le loro vite si sono svolte in parallelo, loro due non hanno mai smesso di vedersi.

    «Avrebbe, avrebbe. I morti dimorano nel condizionale, il modo dell’irrealtà. Ma c’è anche la sensazione straordinaria che tu sia diventato onnisciente, che niente di ciò che facciamo, pensiamo o sentiamo possa esserti tenuto nascosto. La sensazione straordinaria che tu legga queste parole, che tu le conosca ancor prima che io le scriva.»

     

    ...
  • Autore: Francesco Borrasso
    Mar, 12/11/2019 - 09:30

    Quello che accade nell’ombra. “Fulgore della notte” di Omar VielPuntata n. 95 della rubrica La bellezza nascosta

     

    «Mi sento un fantasma, mi sono defnitivamente abituato al modo bizzarro in cui ci muoviamo per casa.Immagino che sia anche per questo che Kate ti trovaadorabile. In tua compagnia non mi sente arrivare néandare via, non sbatto le porte né scendo di corsa lescale. Ora so che le pareti hanno dei segreti e che lospecchio dell’armadio mi riflette solo per nascondere un passaggio che porta sul retro della casa. Ora socome entri ed esci dal college senza farti vedere, manon potrò mai dirlo a Stephen e sperare che lui micreda. Capisco anche che esiste un Gordon del finesettimana capace di vivere nell’incanto della tua presenza e un Gordon di tutti i giorni che sbatte le portee scende rumorosamente le scale. E ancora, un unico Gordon disposto a credere che tu gli permetta diesprimere solo quanto per lui ha un significato. Perciòti chiedo, che ne pensi della parola amore?»

    ...
  • Autore: La Redazione
    Lun, 11/11/2019 - 13:30

    I 10 libri di saggistica più venduti della settimanaVi presentiamo i 10 libri di saggistica più venduti nella settimana dal 28 ottobre al 03 novembre.

     

    La classifica è proposta da iBuk e riprende i dati elaborati dal Servizio Classifiche di Arianna sulla base di 1.600 librerie aderenti e diffuse sull’intero territorio nazionale.

     

    Il podio di questa settimana è occupato daCentro Ambrosiano, Solferino e PaperFirst. Tutti gli editori hanno un solo saggio in classifica.

     

    10. Le verità nascoste. Trenta casi di manipolazioni della storia di Paolo Mieli (Rizzoli)

    ...

  • Autore: Irina Turcanu
    Lun, 11/11/2019 - 11:30

    Il ritorno del commissario Soneri. Intervista a Valerio VaresiGli invisibili è il quindicesimo appuntamento con il commissario Soneri, il tanto amato personaggio di Valerio Varesi, che questa volta indaga le sorti di un cadavere privo di identità.

    Uscito per Mondadori, è un piacevole intreccio di intrattenimento e sottili riflessioni sul mondo, sui suoi paradossi, sui suoi limiti, ma anche sulle sue macchinose burocrazie, sul senso etico, sull’importanza dell’identità.

    Il fiume, il Po, tre anni addietro ha restituito il corpo di un uomo. Un cadavere mai reclamato, un uomo in una cella frigorifera all’obitorio, senza alcuna giustizia o storia. La pianura padana, il Po, non è un ambiente facile da interrogare, anzi le sue nebbie rischiano di avvolgere la memoria e rimescolare gli indizi. Soneri però non si lascia intimidire.

    Il ritmo è piacevole e calzante, solletica la curiosità di scoprire di più, colmare i possibili vuoti, qualora Soneri lo si incontrasse ora per la prima volta.

    In occasione...

  • Autore: Riccardo Bonini
    Lun, 11/11/2019 - 11:30

    Un ritratto sentimentale incisivo e commovente. “Transiti” di Rachel CuskUna delle caratteristiche formali vincenti della narrazione di Rachel Cusk, emersa con evidenza fin dall’opera rivelatrice del talento della scrittrice anglo-canadese (Resoconto, datato 2014) è quella di restituire una narrazione non imitatrice della vita, ma costruita con l’imprevedibile nullità che, attraversando buona parte dei momenti dell’esistenza, costituisce la vita stessa. Non esiste un filo rosso, non si segue nessuna trama, i rapporti umani non sono premeditati né pre-condizionati, ma ci si sente invece sballottati casualmente, agitati da forze che solo in parte dipendono da noi, che nel corso della nostra maturazione possiamo solo cercare di trarne il miglior grimaldello per scardinare la tristezza della routine e delle cattive abitudini. È la stessa potenza narrativa che sottende a Transiti, opera seconda dell’ideale trilogia sentimentale-intimista uscita per i tipi di Einaudi alle porte della scorsa primavera per la traduzione di Anna Nadotti, e che si concluderà con Kudos, in...

  • Autore: Davide Spinelli
    Lun, 11/11/2019 - 09:30

    Viaggi americani – Emily Dickinson, la perdità è l'infinito a metàNel 2016, il fine autore teatrale Terence Davis ha avuto l’ardire di portare la storia di Emily Dickinson sul grande schermo, lasciando a Cynthia Nixon l’onore e l’onore di interpretarla in A Quite Passion. La parola “ardire” non è casuale, perché raccontare la poetessa americana significa al contempo raccontare un turning point decisivo nella storia della poesia occidentale, non solo dal punto di vista propriamente letterario ma anche da quello sociale, che oggi andrebbe sotto il nome di “questioni di genere”; raccontare Emily Dickinsonsignifica parlare di tutte le donne che, anche oggi, scrivono poesia e vivono di letteratura.

    Il cosiddetto “caso Emily Dickinson” scoppiò nel 1890, quando fu pubblicata una piccola raccolta di poesie che, nel giro di due anni, contò undici ristampe e portò la giovane poetessa a un successo del tutto inatteso. Sulla sua biografia tanto è stato scritto, a partire dall’elemento inequivocabile che da sempre ha affascinato gli studiosi, ossia...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.