In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

Le ultime dal blog...

  • Autore: La Redazione
    Ven, 19/07/2019 - 10:30

    Alpi va in maiuscolo o minuscolo?Alpi va in maiuscolo o minuscolo? Quest’oggi torniamo su un argomento del quale ci siamo già occupati in passato, cioè l’uso dell’iniziale maiuscola o minuscola in presenza di nomi che indicano elementi geografici. Così come abbiamo fatto per “polo nord”, vediamo se la parola “alpi” va in maiuscolo o in minuscolo.

    Immediatamente ci viene in aiuto Treccani.it che nel suo dizionario indica che si tratta di un toponimo, cioè di un nome proprio di luogo, nel caso specifico del più elevato sistema montuoso d’Europa. Come per tutti i toponimi, in genere si usa l’iniziale maiuscola e non minuscola, quindi si scrive “le Alpi” e non “le alpi”.

     

    Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

     

    Cosa succede quando invece vogliamo indicare...

  • Autore: La Redazione
    Gio, 18/07/2019 - 16:41

    Morto Luciano De Crescenzo. Ecco il suo caffè “sospeso”Avrebbe compiuto ad agosto novantuno anni, Luciano De Crescenzo. È morto invece oggi a Roma.

    Autore di numerosi best seller, tra cui Storia della filosofia greca, De Crescenzo esordì nel 1977 con Così parlò Bellavista. Napoli, amore e libertà, che segnò anche nel 1984 il suo esordio alla regia. Di recente per Mondadori aveva pubblicato Sono stato fortunato – autobiografia. Ha scritto oltre quaranta opere, è stato tradotto in 21 lingue e ha venduto oltre 14 milioni di copie nel mondo.

    Oltre al film già citato, la sua carriera come regista vede altri tre film: Il mistero di Bellavista (1985), 32 dicembre (1988) e Croce e delizia (1995).

    Qui di seguito una pagina tratta da Il caffè sospeso. Saggezza quotidiana in piccoli sorsi, pubblicato da Mondadori nel 2008...

  • Autore: Gianluca Garrapa
    Gio, 18/07/2019 - 12:30

    Vero come una favola. “Una merce molto pregiata” di Jean-Claude GrumbergUna merce molto pregiata è una storia scritta da Jean-Claude Grumberg per Guanda (traduzione di S. Sichel).

    La verità sconvolgente dello sterminio nazista raccontata con una scrittura emozionante e particolare. Lo scrittore francese principia il romanzo rivolgendosi direttamente al lettore e lo coinvolge, conducendolo dentro la favola: c’erano un bosco e un treno misterioso che lo attraversava partito da Drancy. Sul palcoscenico immaginario delle pagine: il padre di una famiglia ebrea che deve sacrificare uno dei due gemelli, Henry e Rose, nati qualche mese prima, e una povera boscaiola, che non può avere bambini.

    L’andamento della narrazione è altalenante, e alterna il punto di vista della vecchia, l’ambiente del bosco, della natura, capitoli lunghi e descrittivi, a passaggi brevi in cui si racconta lo spazio della cultura nazista, gli ambienti angusti del campo di sterminio. Da un lato la Madre del bosco, del desiderio sano che alleva e cura, e dall’altro il...

  • Autore: La Redazione
    Gio, 18/07/2019 - 12:30

    I 10 libri di narrativa italiana più venduti della settimanaVi presentiamo i 10 libri di narrativa italiana più venduti nella settimana dal 08 al 14 luglio 2019.

     

    La classifica è proposta da iBuk e riprende i dati elaborati dal Servizio Classifiche di Arianna sulla base di 1.600 librerie aderenti e diffuse sull’intero territorio nazionale.

     

    Sul podio troviamo libri editi da Bompiani, Sellerio ed Einaudi. Einaudi è la casa editrice più presente in Top10 con tre titoli, seguita da Sellerio con due libri. Tutti gli altri editori hanno un solo romanzo in classifica.

     

    10. L'amica geniale. Vol. 1 di Elena Ferrante (E/O)

    ...

  • Autore: Giovanna Nappi
    Gio, 18/07/2019 - 10:30

    Quando gli anziani sono nemici dei giovani. “Rossa” di Chiara RapacciniRossa, romanzo di Chiara Rapaccini edito La nave di Teseo, si offre al lettore come un distopico. A dare il nome al libro, una protagonista riconoscibile, connotata cromaticamente e caratterialmente e posta al centro di una storia dalle molteplici sfaccettature.

    Ci ritroviamo in un mondo in cui tutti gli esseri umani sono definiti in base alla categoria cui appartengono. I Piccoli e gli Anziani, due fazioni contrapposte e in aperta lotta: i primi, vittime di un piano malvagio orchestrato dai secondi, aggrappati all’idea di sopravvivere e per questo decisi ad appropriarsi della linfa vitale di quelle creature spesso indifese. La loro assicurazione sulla vita, il famoso elisir di lunga vita, è proprio il sangue di quei bambini, fonte cui si abbeverano con ingordigia.

     

    Desideri migliorare il tuo...

  • Autore: Irina Turcanu
    Mer, 17/07/2019 - 12:30

    Due scrittori, uno pseudonimo e una stimolante caccia al colpevoleDopo il grande riscontro di lettori con Nostalgia del sangue, ritorna con Il destino dell’orso Dario Correnti, pseudonimo dietro al quale si celano due menti abilissime nella creazione di una stimolante caccia al colpevole. Il romanzo, edito da Mondadori, è una corsa frenetica tra le pagine per scoprire chi sia la mente criminale che si nasconde dietro gli omicidi apparentemente scollegati.

    A indagare ci sono due giornalisti. O meglio, un giornalista della nera, Marco Besana, e Ilaria Piatti, la sua giovane collega, ancora da assumere in redazione.

    Se Marco all’inizio è distaccato, anzi propende per la soluzione orso omicida, Ilaria è sicura che dietro la morte di un industriale milanese ci sia dell’altro. Glielo dice l’istinto e anche una serie di elementi che rompono il puzzle dell’orso assassino e ne costruiscono un altro.

    Mistero, delitti irrisolti della preistoria e non solo, adrenalina, rapporti umani e...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.