Conoscere l'editing

Interviste a scrittori

Curiosità grammaticali

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Le ultime dal blog...

  • Autore: La Redazione
    Lun, 28/12/2020 - 11:30

    [Estratto] “Un tè con biscotti a Tokyo” di Julie CaplinFinalista nel 2019 del premio letterario Romantic Novelists’ Association, la scrittrice inglese Julie Caplin è specializzata nella narrativa romance, a cui ha dedicato un’intera serie, intitolata Romantic Escape, di cui Un tè con biscotti a Tokyo, appena pubblicato da Newton Compton (traduzione di Anna De Vito), è il primo volume edito in Italia.

    Fiona, la giovane protagonista, è una travel blogger che finalmente riesce a coronare il suo sogno: recarsi in Giappone, a Tokyo. Ma mentre si trova nella città dei suoi desideri scopre che lì si trova anche Gabe, l’ex che dieci anni prima le ha spezzato il cuore. Da qui un percorso nel tentativo di dimenticare il dolore del passato.

     

    Qui di seguito un estratto dal libro.

     

    Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

     

    Aeroporto internazionale di Haneda...

  • Autore: Gerardo Perrotta
    Lun, 28/12/2020 - 11:30

    Intervista a Simon Scarrow, l’attualità della storia romanaÈ da poco in libreria con un nuovo romanzo, Simon Scarrow.

    Incentrato sempre sulla storia dell’Impero Romano e sulle figure del tribuno Catone e del centurione Macrone, Il traditore di Roma (Newton Compton, traduzione di Andrea Russo) è il diciottesimo volume della saga Eagles of the Empire. E proprio da quei siamo partiti per la nostra chiacchierata con uno dei maggiori autori inglesi di romanzi storici.

     

    Il traditore di Roma è il diciottesimo romanzo della saga Eagles of the Empire, che ha avuto inizio nel 2000. Com’è cambiato il suo approccio alla narrazione negli ultimi venti anni?

    Credo che il cambiamento maggiore sia derivato dal fatto che man mano che la serie procedeva sono diventato sempre più preso dai personaggi. Macrone e Catone sono come vecchi amici per me ed è sempre un piacere trascorrere del tempo in loro compagnia quando mi siedo per scrivere un libro. Sono anche più concentrato sul mettere in...

  • Autore: La Redazione
    Mer, 23/12/2020 - 12:58

    Perché si dice «essere un Cincinnato»?Lucio Quinzio Cincinnato fu un condottiero romano del V secolo A.C. che decise a un certo punto di trascorrere una vita bucolica in campagna. Fu console nel 460 A.C. e per due volte dittatore (458 A.C. e 439 A.C.).

     

    Appartenne alla gens Quintia e si conoscono alcuni aspetti della sua esistenza grazie a Tito Livio. Inoltre, fu così celebre da meritarsi la menzione dantesca nel VI Canto del Paradiso.

     

    Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

     

    La tradizione vuole che interrogato sulla scelta bucolica rispose che la patria non aveva più bisogno delle sue capacità.

    Essere un Cincinnato vuol dire che nonostante i meriti conquistati in vita, si preferisce un’attitudine semplice, in disparte e frugale.

    Sai che cosa significa «trovarsi nell’occhio del ciclone»?

  • Autore: Pierfrancesco Matarazzo
    Mer, 23/12/2020 - 12:26

    Ri-Svegliarsi negli anni Venti insieme a Paolo Di Paolo«Le decadi, dice Hemingway, finiscono ogni dieci anni, mentre le epoche possono finire in qualsiasi momento».

     

    Decidere da dove iniziare a parlare dell’ultimo lavoro di Paolo Di Paolo (Svegliarsi negli anni Venti. Il cambiamento, i sogni e le paure da un secolo all'altro – collana Strade Blu di Mondadori) è una sfida che mi ha costretto a rivedere l’incipit di questa recensione più e più volte, scegliendo prima una frase di Saul Bellow, poi una di Virginia Woolf, sostituita da Paul Valéry, fino alla citazione al quadrato che leggete, estratta direttamente dal “Paolo Di Paolo pensiero”.

    Nessuna però sembra cogliere appieno la chiave di lettura di questo libro, tanto che, alla fine, avevo deciso di eliminare la citazione e iniziare a raccontarvi quanto fosse complesso etichettare questo testo (un romanzo o un saggio?), parlandovi della sua capacità di raccontare il cambiamento che stiamo vivendo in questo tormentato primo ventennio del XXI secolo, del parallelismo con gli stessi...

  • Autore: Annamaria Trevale
    Mer, 23/12/2020 - 11:30

    “Fiori”, ancora un’avventura per i Bastardi di Pizzofalcone. Incontro con Maurizio de GiovanniFiori (Einaudi, 2020) è il decimo romanzo che Maurizio de Giovanni ha scritto raccontando la saga deiBastardi di Pizzofalcone, il gruppo di poliziotti chiamati a evitare la chiusura di un commissariato su cui è caduto un marchio d’infamia, per il comportamento disonesto di alcuni loro colleghi. Nonostante il pesante bagaglio di problemi personali e professionali che ciascuno di loro si porta dietro, questi poliziotti molto diversi tra loro riescono a diventare una valida squadra, capace di risolvere con successo crimini a volte inesplicabili.

    In questo caso, come lascia immaginare il titolo, il punto di partenza è l’assassinio di Savio Niola, un anziano fiorista che una mattina viene rinvenuto assassinato in modo cruento in mezzo ai fiori del suo storico chiosco. Da lui si servivano da decenni gli abitanti del quartiere, ai quali sapeva consigliare cosa scegliere per trasmettere messaggi speciali...

  • Autore: Irina Turcanu
    Mer, 23/12/2020 - 11:30

    Intervista a Scott Turow, ecco “L’ultimo processo” di Sandy SternAnche le più brillanti scoperte in ambito medico devono sottostare ad alcune logiche di mercato che rendono le situazioni complessee, in mezzo a questa costellazione di eventi, carpire la verità non è semplice. Con L’ultimo processo Scott Turow mette in scena proprio una circostanza di questo genere.

    Tradotto in italiano da Sara Crimi e Laura Tasso per Mondadori, L’ultimo processo è una lettura accattivante e profondamente attuale che pone l’accento su questioni che tormentano l’umanità da decenni e che, nell’ultimo anno, hanno sollevato moltissimi dibattiti. La pandemia non c’entra, il libro è uscito in lingua originale nella prima metà del 2020. Ciononostante, per i temi trattati, sembra che Scott Turow abbia avuto una grandissima lungimiranza.

    Sandy Stern è al suo ultimo processo. Alle spalle ha una carriera strepitosa e davanti ha i suoi ultimi anni di vita che non può e non vuole passare più nelle aule di tribunale. Anche la figlia, Marta,...

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.