Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Una violenza che non sai spiegare. “MOD – Nel nome della morte” di Corrado Ori Tanzi

Una violenza che non sai spiegare.  “MOD – Nel nome della morte” di Corrado Ori TanziCorrado Ori Tanzi è tornato in libreria lo scorso giugno con il black fantasy MOD – Nel nome della morte (EKT – Edikit).

Corrado Ori Tanzi nasce a Milano nel 1965. Giornalista professionista, è autore della raccolta di racconti Prigionieri di un Sogno (Libreria dello Sport, 2001). Per la casa editrice Milano Neraha pubblicato: Milano fa Male (2011), Febbre di Ferragosto (2012), Hotel Botola (2012). In passato ha collaborato con il portale MilanoNera e attualmente scrive per Mescalina.

MOD – Nel nome della morte è l’ultima fatica di Ori Tanzi, che presto avrà più di un seguito.

Il romanzo fa parte infatti della collana I Seriali, che si propone l’obiettivo di coniugare le modalità del romanzo a quelle del fumetto: Mod avrà infatti tre sequel con uscita bimestrale, concludendo così il suo ciclo per la fine di quest’anno.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

Come ogni mattina, un uomo si reca al lavoro a bordo della propria bicicletta; la sua vita è ordinaria, solitaria e tranquilla. A lui va bene così. Ma in quel maledetto giorno, su quella maledetta strada, il destino dell’uomo si ribalterà. Egli verrà infatti investito da un SUV, morirà e finirà in ciò che molti di noi immaginano come l’aldilà: o, se vogliamo, in una specie di limbo – come una sala d’attesa – dal quale le anime vengono prelevate per essere trasferite nel vero aldilà. Al suo arrivo, l’uomo conterà trentatré anime, lui è la trentaquattresima. All’improvviso, una figura irromperà da un portone e chiamerà, si suppone in ordine di arrivo, tutte e trentatré le anime, lasciando il nostro protagonista, il trentaquattresimo, in balìa di se stesso. Che lui sia il primo della tornata successiva? Non ci è dato saperlo, perché l’uomo deciderà di ripercorrere i suoi passi per tornare indietro, fino a quando si ritroverà nel bagno di un ristorante. Guardandosi allo specchio, noterà di essere diverso nell’aspetto: si scopre inaspettatamente attraente, i capelli bianchi hanno lasciato spazio a una lunga e liscissima chioma nera e, ringiovanito di almeno trent’anni, e riscopre una forza e una resistenza fisica ormai perdute e dimenticate da tempo. Nella tasca del soprabito che si trova a indossare c’è un biglietto, dove per alcuni istanti compariranno queste parole: Ti chiamerai Mod.

Una violenza che non sai spiegare.  “MOD – Nel nome della morte” di Corrado Ori Tanzi

In seguito, l’uomo scoprirà di trovarsi ad Alphabet City. Inizialmente soggiornerà presso una pensione, ma non molto tempo dopo troverà una casa e un’occupazione presso la Duquesne & Son grazie ai due proprietari, Dylan Duquesne e sua figlia Ines, e loro diverranno la sua nuova famiglia.

Ben presto, il protagonista si troverà costretto a commettere atti orribili e di una violenza ineguagliabile: Mod era destinato a tornare indietro per compiere una missione sulla falsa riga di un Angelo della Morte, o questa è la punizione eterna che sarà costretto a scontare per essere scampato al suo destino?

«Un giorno la risposta mi si rivelerà, non può essere altrimenti. Ne ho diritto, non sono capitato dentro a un gioco normale, qualcuno dovrà darmi delle spiegazioni. Ora posso solo dirle che faccio a pugni con una certezza: la morte non è una pena più dannata del peso che mi porto addosso.»

Una violenza che non sai spiegare.  “MOD – Nel nome della morte” di Corrado Ori Tanzi

In Mod – Nel nome della morte tutto gira intorno agli impulsi: il protagonista non sceglie direttamente le sue vittime;ma quando ne vede una, lui sa cosa deve fare. Non commette mai le violenze in prima persona, ma ha il potere di farlo fare a qualcun altro per lui. Dopo ogni omicidio, ne paga però le conseguenze. Secondo Dylan, nel ragazzo c’è ancora «troppo sangue umano» affinché le sue azioni non lo sconvolgano.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Mod è come un Corvo senza cerone e con più poteri; ma se nel caso del secondo ci appare tutto giustificabile, nel caso del primo vi è una violenza gratuita e ingiustificata. Nel corso della lettura appare però sempre più chiaro che la violenza maggiore è proprio ai danni di Mod. Un gioco di impulsi che non sono più i suoi, che non può più controllare o fermare. Un soldato forse al servizio di qualcuno, di qualcuno dall’alto, che lo sta punendo o si sta servendo di lui per portare a compimento qualcosa che non ci è dato sapere in questo primo volume, ma che speriamo di approfondire nelle prossime uscite.


Per la prima foto, copyright: Alejo Reinoso su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 3 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.