Come leggere un libro

Perché è importante leggere

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Una storia che non lascerà indifferenti. “Lo stato dell’unione” di Nick Hornby

Una storia che non lascerà indifferenti. “Lo stato dell’unione” di Nick HornbyFinché morte non ci separi, questa è una delle tante formule pronunciate durante il rito del matrimonio, ma ancora oggi è valida questa promessa? Quanti sono i novelli sposi che ci credono ancora fermamente a questa formula, quanti la mantengono fino al giorno in cui moriranno?

Pochi, molto pochi. Non è cinismo, è la realtà dei fatti e anche i dati Istat lo dicono. In Italia si stima che un matrimonio duri circa in media quindici anni e che in dieci anni i divorzi sono aumentati del 68%. Un dato preoccupante perché, nel momento in cui trovi la persona “giusta”, il tuo sogno è di restare al suo fianco tutta la vita, costruire la propria casa, avere dei figli, una vita sociale e lavorativa appagante, eppure non è così per tutti. Le ragioni sono svariate: diversi punti di vista, vita sessuale non appagante, tradimenti, aspettative diverse. Poi negli ultimi anni è stato introdotto il divorzio breve, perché, se fino a qualche tempo fa, una coppia si separava, dovevano passare circa tre anni per arrivare al divorzio definitivo, ora nel giro di qualche settimana si può tornare “liberi”.

Allora che si fa per evitare che questo accada? C’è chi organizza un viaggio lontano da tutto e tutti e cerca di recuperare la passione ormai spenta e c’è chi si affida a un consulente matrimoniale nella speranza di ricostruire un rapporto per lo meno pacifico.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Quest’ultima è la soluzione che adottano i protagonisti del nuovo romanzo di Nick Hornby, Lo stato dell’unione (Guanda Editore, traduzione di Elena Caporello).

Una storia che non lascerà indifferenti. “Lo stato dell’unione” di Nick Hornby

Una coppia, Tom e Louise, lui critico musicale disoccupato e lei gerontologa, dopo alcuni anni di matrimonio si trovano al capolinea a causa di un tradimento da parte di lei e, invece di separarsi immediatamente, decidono di comune accordo di iniziare una terapia di coppia da un analista. Per dieci settimane, s’incontrano sempre nello stesso giorno e nello stesso pub, che sta di fronte allo studio dell’analista, ordinano più o meno sempre le stesse cose e, prima di entrare dalla consulente matrimoniale, parlano mettendo a fuoco la loro relazione e tutto quello che li circonda. Attraverso metafore mediche (un matrimonio che fallisce è come un paziente moribondo), divergenze sulla Brexit, analogie tra sport e prestazioni sessuali, i protagonisti scopriranno cose impensabili prima della crisi, prenderanno una decisone e si arriverà a un finale inaspettato e imprevisto.

Tempo fa, proprie su queste pagine, avevo scritto un articolo chiedendomi che fine avesse fatto Nick Hornby, a mio parere troppo impegnato nel mondo del cinema e sempre più lontano dalla letteratura che lo aveva consacrato come uno degli autori più interessanti degli anni Novanta. Così a distanza di cinque anni dal suo ultimo romanzo, Funny Girl, ritorna con un libro inaspettato.

Il romanzo non ha descrizioni, è tutto un botta e risposta tra i due protagonisti, una tecnica che fa del libro un lavoro molto vicino a una pièce teatrale o a una sceneggiatura per un film, ma è proprio questo che lo rende affascinante e che conferma come Hornby sia un autore di razza.

Una storia che non lascerà indifferenti. “Lo stato dell’unione” di Nick Hornby

Tra dialoghi taglienti, ironici, amari i due protagonisti analizzano il loro matrimonio chiedendosi se prima di arrivare a questo punto avessero mai avuto qualcosa in comune. Qualcosa che li avrebbe tenuti legati e lontano da ogni idea di separazione. A nulla è servito l’arrivo di un figlio, dopo anni il loro rapporto è diventato noioso, patetico, prevedibile, eppure nelle loro parole s’intravede una piccola speranza e un chiarimento su cosa cambiare e cosa salvare della loro unione.

Particolarità del libro è che, nonostante i due s’incontrino per andare da un consulente matrimoniale, quest’ultimo non si vede mai, non entra mai in “scena”, certo ci sono i clienti del pub, una coppia che vedono uscire dal portone che varcheranno da lì a poco, ma tutto si concentra attorno al tavolo, dove siedono e dove consumano sempre una birra e un calice di vino.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

È un lavoro che si legge velocemente nel quale, capitolo dopo capitolo, il lettore viene affascinato dalla storia e brama per arrivare alla fine per capire che cosa succederà ai due protagonisti. Siamo lontani da un capolavoro come Alta fedeltà, ma anche stavolta Hornby regala una storia che non lascerà di certo indifferenti.


Per la prima foto, copyright: Kelly Sikkema su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 3 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.