Interviste a scrittori

Conoscere l'editing

Come scrivere un romanzo in 100 giorni

Curiosità grammaticali

Una piacevole sorpresa. “Solo per vederti felice” di Rosario Pellecchia

Una piacevole sorpresa. “Solo per vederti felice” di Rosario PellecchiaChe cosa spinge un affermato professionista a cimentarsi in altre forme artistiche? Mi spiego meglio, perché un regista decide, a un certo punto della propria carriera, di pubblicare dei romanzi? Perché succede anche il contrario? È un argomento che spesso ho affrontato su queste pagine, forse perché personalmente sono molto affascinato da professionisti che non si accontentano di limitarsi a una sola forma artistica, ma preferiscono allargare il proprio campo visivo che gli permette di misurarsi con un pubblico ben diverso dal proprio.

È stato il caso di Paolo Sorrentino (autore di ben due romanzi), c’è stato Niccolò Ammaniti che dalla pagina scritta è passato dietro la cinepresa per la sua prima fiction e anche il compianto Giorgio Faletti, prima di diventare un autore di best seller, era noto soprattutto per il personaggio di Vito Catozzo.

Nel mondo della radio, sono tanti i nomi, più o meno noti, che si sono cimentati con la pagina scritta e non sto parlando di biografie, ma di veri e propri romanzi. Il più noto di tutti è l’amato-odiato Fabio Volo, poi ci ha provato anche Linus di Radio Deejay, Marco Baldini e oggi nella lista si aggiunge Rosario Pellecchia storico speaker di Radio 105 con il suo romanzo d’esordio Solo per vederti felice (Mondadori Editore).

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Ross è da poco entrato nei temuti anta, la sua vita è stata sempre caratterizzata dal desiderio di vivere in maniera spensierata e superficiale, una vita fatta di bevute con gli amici, una storia con Sara con la quale riesce subito a far casino (parole usate nella storia) e infine del suo lavoro come speaker radiofonico presso un’importante radio milanese. Un giorno riceve la chiamata della sorella che lo informa che le condizioni dell’anziana madre, affetta da demenza senile, sono peggiorate e infine lo informa che in agosto sarà lui a doversene occupare senza se e senza ma. Ross parte per il suo paese natale, Castellamare di Stabia, un luogo che gli stava stretto, che gli bloccava la creatività e che è ben lontano dal suo stile di vita attuale. Durante il viaggio si pone mille domande su come sarà il ritorno, come affronterà la malattia della madre, ma alla fine tra colpi di scena e bizzarre invenzioni riuscirà a dare alla madre un momento di felicità e. per quanto riguarda se stesso, capirà di essere una persona migliore.

Una piacevole sorpresa. “Solo per vederti felice” di Rosario Pellecchia

Sinceramente non mi aspettavo un romanzo del genere da Rosario Pellecchia, una storia di dolore e redenzione che arriva dritto al lettore senza troppi giri di parole e senza cercare e usare frasi a effetto.

L’autore, in qualche modo parla di se stesso, sarà un caso che il nome del protagonista è lo stesso che usa nel suo programma radiofonico? A ogni modo il romanzo inizia parlando di locali alla moda, eventi mondani, vacanze a Formentera e di colpo ci troviamo catapultati a Castellamare di Stabia dove il protagonista è costretto a restare per un mese rivedendo le cose che, in qualche modo, aveva voluto dimenticare: la vecchia carta da parati, la sua cameretta da ragazzo, gli gnocchi al sugo, la cartoleria e l’amico d’infanzia Ciro. A fare da contraltare a questa situazione c’è l’anziana madre che ormai vive in una confusione di ricordi e fantasie e sono propri questi su cui il protagonista farà perno affinché la mamma possa tornare a sorridere.

Una piacevole sorpresa. “Solo per vederti felice” di Rosario Pellecchia

Il romanzo è scritto bene e scorre molto velocemente grazie a una scrittura fluida che, come ho detto prima, non ha fronzoli da grande letterato e non cerca la frase a effetto che crei stupore in chi legge.

Commovente il contrasto con la vita del protagonista fatta prima di spensieratezza e subito dopo di responsabilità. Emozionante quando grazie alla madre e al suo sguardo, il protagonista ritrova se stesso.

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Un romanzo che è un chiaro omaggio alla vera madre dell’autore cui è dedicata la storia. Un libro che di certo non sconvolgerà la letteratura italiana, ma che commuove ed emoziona come pochi autori sanno fare e in questo Rosario Pelecchia è stata davvero una piacevole sorpresa.


Per la prima foto, copyright: Steven HWG su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 3 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.