Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

14 scrittori famosi e le loro ultime parole

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Una nuova indagine firmata Penelope Poirot, tra Dostoevskij e Agatha Christie

Una nuova indagine firmata Penelope Poirot, tra Dostoevskij e Agatha ChristiePenelope Poirot e il male inglese (Marcos y Marcos, 2017) riporta in libreria la simpatica eroina nata dalla penna di Becky Sharp, che già avevamo avuto modo di apprezzare in Penelope Poirot fa la cosa giusta, pubblicato sempre dalla casa editrice milanese. Dietro a Becky Sharp (ri)troviamo la copywriter e traduttrice Silvia Arzola, la quale, pure per il suo pseudonimo, pesca a piene mani nella grande letteratura del passato – ricorderete, infatti, che Becky Sharp è il nome della protagonista de La fiera della vanità di Thackeray.

Se il primo romanzo della Sharp era ambientato in Toscana, in questa seconda avventura Penelope si sposta nella Liguria di metà anni Novanta, seguendo i passi del Grand Tour, il lungo viaggio effettuato dai giovani aristocratici del XVII secolo, che aveva nell’Italia una delle mete più ambite. Viaggiare era il metodo migliore per combattere il “male inglese”, quella forma di dolce malinconia a cui Penelope ha deciso di dedicare un reportage. Reduce dal successo della sua autobiografia, Una nipote, la protagonista parte per Portofino insieme a Velma Hamilton, fedele assistente e vittima prediletta delle eccentricità della strambissima Penelope, che, forte del suo cognome, ereditato dall’illustre parente, non si tira indietro di fronte a misteri e a intricati casi da risolvere.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Penelope e Velma sono ospiti presso villa Travers, la lussuosa abitazione che la signora Poirot era solita frequentare nelle estati della sua adolescenza. La casa era stata chiusa per anni, dopo che uno dei figli di Isaac Travers, Samuel, era scomparso in seguito a un’uscita in mare con la sua barca. Insieme a Penelope e Velma, nella villa sono presenti anche il capofamiglia Isaac con l’altro figlio, Francis; la vedova di Samuel, Lea; i figli del defunto e della prima moglie Fiammetta, Andrew e Margherita; Amilcare, amico di Andrew; il giornalista Pepe Pestacozzi con la fidanzata Millie; infine Matilde, amica di Lea, e i domestici di villa Travers, Renata e Renzo Basso. Il clima vacanziero è teso fin da subito: a renderlo ancor più pesante è il carattere di Lea, donna vitale, ma anche poco sensibile e sempre pronta a mettere a disagio chiunque le stia accanto. Così, tra colazioni, cene, pettegolezzi e il caldo sole ligure, si consuma improvvisamente un delitto.

Lea viene uccisa. Il cadavere viene ritrovato con in bocca la carta con cui si confezionano i ghiaccioli azzurri all’anice tanto amati dalla figliastra Margherita, ma anche dal compianto Samuel. Naturalmente ci penserà Penelope a indagare – d’altro canto, con un cognome del genere, non può certo esimersi!

Una nuova indagine firmata Penelope Poirot, tra Dostoevskij e Agatha Christie

Tra le pagine del libro di Becky Sharp c’è un omaggio esplicito ai Fratelli Karamazov di Dostoevskij, ma la sensazione è anche quella di ritrovarsi sull’isola di Dieci piccoli indiani di Agatha Christie: sarà un piacere per il lettore cercare di scoprire, pagina dopo pagina, l’identità dell’assassino e cosa lo ha spinto a un delitto tanto atroce. Inoltre, all’enigma che accompagna l’omicidio di Lea, si aggiungono altri inquietanti quesiti: dov’è finito Samuel Travers e cosa si nasconde dietro la morte, avvenuta molti anni prima, di Fiammetta? Quei fatti possono essere in qualche modo collegati con quanto accaduto a Lea?

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Penelope Poirot e il male inglese è un ottimo libro per chi cerca un giallo ben scritto, arricchito da una piacevole dose di ironia, che rende la lettura ancora più coinvolgente. Un romanzo godibile nella trama e nello stile narrativo, una lettura accattivante e impreziosita da un mix riuscito di suspense e simpatici siparietti, di cui la frizzante Penelope è l’assoluta protagonista. Se questo romanzo è stato il vostro primo “incontro” con quest’autrice, non riuscirete a resistere alla tentazione di recuperare al più presto anche il primo Penelope Poirot fa la cosa giusta, immergendovi, per l’occasione, nelle magiche atmosfere delle colline del Chianti. E, soprattutto, dopo Penelope Poirot e il male inglese conterete i giorni che vi separeranno dall’uscita in libreria di una terza avventura firmata da Becky Sharp.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.7 (3 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.