Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Una nuova avventura di Imma Tataranni. “Via del riscatto” di Mariolina Venezia

Una nuova avventura di Imma Tataranni. “Via del riscatto” di Mariolina VeneziaA ottobre, su Rai 1, è andata in onda la fiction Imma Tataranni, sostituto procuratore, che ha riscontrato un ottimo successo di critica e di pubblico. A interpretare la protagonista pignola e vulcanica è Vanessa Scalera (per la quale il ruolo sembra cucito su misura), affiancata da altri convincenti interpreti come Massimiliano Gallo (visto ultimamente nei Bastardi di Pizzofalcone) nei panni del marito Pietro, e Alessio Lapice (Il primo Re) in quelli del giovane appuntato Calogiuri. Una menzione speciale poi spetta a Carlo Buccirosso, che interpreta con perfetta ironia il sostituto procuratore Vitali, che mal tollera il carattere incontenibile della detective ma che, alla fine di ogni caso, deve riconoscere il suo valore.

Imma Tataranni, però, nasce come personaggio “di carta”: a crearlo è stata Mariolina Venezia, vincitrice del premio Campiello nel 2007 con Mille anni che sto qui (Einaudi). La serie gialla, pubblicata da Einaudi, è iniziata con Come piante tra i sassi (2009) e proseguita poi con Maltempo (2013), Rione serra venerdì (2018) e l’ultima, recentissima uscita, Via del riscatto. Imma Tataranni e le incognite del futuro.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Il personaggio di Imma si distingue per la sua ferrea convinzione nel doversi attenere alle regole: da adolescente, si rifiutava di passare le versioni ai compagni; da sostituto procuratore, denuncia la moglie del prefetto che timbra il cartellino e poi va a fare shopping. Il suo abbigliamento (tacchi alti, maglioncini infeltriti e spesso leopardati abbinati a colori improbabili) le fa ridere dietro da tutta la procura, ma il suo fiuto infallibile l’ha resa famosa e stimata in tutta la città. Va detto che la coprotagonista è senz’altro Matera, che la Venezia ci fa conoscere quasi dal vivo, nella sua storia, nel suo passato e nel presente, minacciato sempre di più da un turismo di massa che se da una parte le dà il lustro che merita, dall’altro invece rischia di minacciare la delicata tradizione millenaria. La scrittrice descrive la sua città (con i famosi Sassi che la fanno da padrone) con un amore che non sfocia mai nel campanilismo, ma che anzi sa mantenere il dovuto distacco per mettere in luce le criticità di una intera regione.

Una nuova avventura di Imma Tataranni. “Via del riscatto” di Mariolina Venezia

Nell’ultimo romanzo dovrà indagare sull’omicidio di Antonello Ribba, giovane agente immobiliare, trovato morto tra le mura di un antico palazzo nobiliare ormai diroccato. La famiglia Sinagra, infatti, molto chiacchierata in paese fin dai tempi della misteriosa dipartita della signora, sta cercando di vendere il palazzo per porre un freno ai sempre più gravi problemi economici. Imma conoscerà il vecchio Girolamo, l’anziano capostipite che ha capito di stare a un passo dalla morte ma nonostante questo non smette di ostacolare le mire avide dei figli Guido e Carolina, per i quali la morte del genitore è solo garanzia di salvezza. Dovrà dunque immergersi tra fantasmi, superstizioni e tra acidi e velenosi pettegolezzi delle comari. Come se non bastasse, dovrà fare anche i salti mortali per mantenere il proprio equilibro interiore, sempre più divisa tra il marito Pietro, il suo porto placido e sicuro, e l’appuntato Calogiuri, diventato nel frattempo maresciallo: la confidenza e la stima tra i due, infatti, sta lasciando il posto a un’amicizia sempre più intima. Dal canto suo, la figlia adolescente Valentina, ribelle alle rigide imposizioni materne, è più sfuggente del solito…

Una nuova avventura di Imma Tataranni. “Via del riscatto” di Mariolina Venezia

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Imma Tataranni è ormai diventata un personaggio a tutto tondo, superando a pieni voti il test del pubblico. Montalbano, Schiavone, Bertè e gli altri colleghi di carta comincino a tremare: la sceriffa è tornata in città.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.3 (3 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.