Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

14 scrittori famosi e le loro ultime parole

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

Una foresta di laser

ForestMarshmallow Laser Feast è il nome di un gruppo di creativi, fondato nel 2011 da Memo Akten, Robin McNicholas e Barney Steel, L’attenzione di questi artisti è rivolta al variegato mondo delle installazioni e delle performance ad alto tasso di “digitalità”, e diverse sono le creazioni al loro attivo.

 

L’ultima fatica si intitola Forest, ed è una monumentale installazione interattiva. Costituita da più di centocinquanta “alberi” fatti da bastoni e laser, rappresenta una sorta di gigantesco strumento musicale a disposizione dei visitatori. Basta toccare uno dei bastoni, infatti, per ascoltare un determinato suono. In questo modo, chi visita l’opera si sgancia dal suo consueto ruolo di mero “spettatore”, e diventa istantaneamente il co-creatore di una nuova e differente opera d’arte.

 

Qualcuno ha accostato Forest a un’installazione dell’artista giapponese Yayoi Kusama intitolata Infinity Mirrored Room. L’opera di Marshmallow Laser Feast, che “esiste” anche come performance, ha dalla sua parte, però, l’elevato grado di interattività, non solo incoraggiata, ma addirittura richiesta al visitatore.

 

C’è da dire che la foresta è di per sé un luogo della fantasia molto frequentato, con la sua suggestione di spazio “interminato” e indeterminato. In questo contesto, la luce viene sfruttata da un lato come forte elemento di definizione dei confini stessi dell’opera, dall’altro allo scopo di creare un’atmosfera straniante, rarefatta, onirica.

 

E che con la luce, e non solo, quelli di Marshmallow Laser Feast ci sappiano fare, è davvero fuor di dubbio. Vedere per credere.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.