Come leggere un libro

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Perché è importante leggere

Una donna che lotta per i suoi sogni. “Company Parade” di Margaret Storm Jameson

Una donna che lotta per i suoi sogni. “Company Parade” di Margaret Storm JamesonCompany Parade è l’ultimo romanzo di Margaret Storm Jameson, uscito in Italia quest’autunno con Fazi Editore. Ambientato subito dopo la fine della Grande Guerra, in una Londra ancora prostrata e abbattuta, il romanzo segue le vicende di una giovane e intraprendente donna, Hervey Russel.

Hervey se n’è andata dallo Yorkshire per raggiungere la capitale. Non ha con sé un soldo ma ha forza di volontà e coraggio da vendere. Lavora in un’agenzia pubblicitaria e sogna di scrivere un romanzo. Nella Londra del 1918 Hervey è una donna sola in un mondo di uomini. Le difficoltà sono tante e sono ovunque, ma non basteranno a tarparle le ali.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

Se da un lato Company Parade è un incredibile affresco di una società che è appena uscita dalla guerra, fatta di uomini e di donne, di una moltitudine di voci caleidoscopica, dall’altro lato è anche il ritratto di una solitudine, quella di Hervey.

Jameson riesce a descrivere in maniera estremamente realistica e dettagliata lo sfondo, la città e tutto quello che sta “dietro”. E su questo sfondo spicca il personaggio di Hervey, così curato e pieno di sfaccettature, angoli di luce e di buio, completo nella sua profondità.

Una donna che lotta per i suoi sogni. “Company Parade” di Margaret Storm Jameson

Hervey è una donna che ha osato l’impensabile. Lasciarsi alle spalle un marito e un figlio per seguire un sogno. Nel 1918. Sembra impossibile, eppure l’ha fatto. Ma Hervey non è una donna senza cuore, un cuore ce l’ha. È fatta di coraggio e di fragilità allo stesso tempo. È resiliente, si piega al peso della città che non la accetta e che la fa sentire sola, si piega al peso del ricordo di suo figlio, si piega al peso degli uomini che cercano di farla sentire inferiore. Ma poi, come i tronchi degli alberi più sottili e flessuosi, ritorna dritta, verticale. Dritta sulla sua spina dorsale, un passo dopo l’altro. È solo tutto doppiamente faticoso. Qualsiasi cosa. Ci sono tanti tipi diversi di gabbie: se è riuscita a scappare dal freddo Yorkshire, ce ne sono ancora molte di sbarre da forzare.

«Avrebbe voluto correre gridando contro le tenebre agitate dalla burrasca. Ancora non sapeva che la gabbia erano i suoi pensieri e il suo stesso corpo. All’improvviso balzò in piedi e iniziò a picchiettare con le mani sul davanzale.»

 

Intorno a Hervey ruota un campionario ampio e disparato di personaggi: l’ex militare, la donna di dubbia reputazione, la bella e raffinata critica letteraria, un uomo che la ama, lo scrittore sicuro di sé, l’artista. Ma i rapporti interpersonali sono difficili e sempre bloccati dalle convenzioni sociali, dai pregiudizi, dalle cattiverie, dalla paura, dalla diffidenza, dalla gelosia. In un mondo che si porta ancora addosso le ferite sanguinanti della guerra aprirsi, esporsi, sembra una follia. Quello che è successo non è stato solo un fatto militare e politico. Ha segnato le persone nel loro modo di vedere, di pensare, di relazionarsi. Si è ancora tutti troppo vulnerabili, troppo sulla difensiva, troppo spaventati che possa accadere di nuovo. I personaggi si portano addosso questi segni. Ecco allora che stare nel mondo diventa difficile. Avere rapporti umani è difficile. Entrare nell’editoria è difficile. Guadagnare soldi è difficile. Vivere è difficile.

«Pensò a Hervey, che aveva sempre le mani gelide ma comunque piene di vita, come una foglia. L’amava tanto, e senza secondi fini: voleva solo vivere con lei, poterla toccare e sentire la sua voce, flautata e limpida come quella di nessun’altra donna al mondo.»

Una donna che lotta per i suoi sogni. “Company Parade” di Margaret Storm Jameson

In una terra bruciata i germogli dei sentimenti fanno il triplo della fatica per vedere la luce. Eppure Hervey non perde mai il suo sguardo speciale sulle cose. In una Londra grigia, nel 1918, è solo una giovane donna piena di sogni che non è ancora stata spezzata dalla vita.

«A volte, mentre passeggiava, vedeva qualcosa che la faceva ridere a crepapelle. A volte si sentiva minacciata dalle persone e dagli edifici, e doveva persuadersi per non scappare. Era felice senza saperlo; tutto la faceva ridere, proprio come tutto la faceva piangere. La sua mente non stava mai ferma, sospesa come una foglia nel vento.»

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Company Parade è un romanzo a cui ci si affeziona inevitabilmente. Per come è scritto, per i personaggi, per la storia, per la forza, l’energia e i sogni. Ed è anche un romanzo importante. Perché abbiamo tutti bisogno di un’Hervey. Che sia come modello di quello che vorremmo diventare, o di quello che non vorremmo diventare. Hervey è un simbolo. È una donna che combatte. Oltre a ogni femminismo o pseudo femminismo. Hervey è un essere umano che lotta per i suoi sogni. Per questo è importante.


Per la prima foto, copyright: Sharon McCutcheon su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.