Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Perché è importante leggere

Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Un triangolo perfetto per un thriller ad alta tensione. “L’uomo dei sussurri” di Alex North

Un triangolo perfetto per un thriller ad alta tensione. “L’uomo dei sussurri” di Alex NorthL’uomo dei sussurri (Mondadori, traduzione di Sara Bilotti e Luca Briasco) può essere categorizzato con molteplici etichette, peculiari a diversi generi letterari: un po’ mistery, un po’ thriller psicologico, un po’ giallo. Sta di fatto che l’esordio di Alex North lascia i lettori con il fiato sospeso nel corso delle 360 pagine del romanzo, fitte di descrizioni e dialoghi degni di una sceneggiatura cinematografica.

Dell’autore si sa poco se non che è inglese di Leeds, dove attualmente vive con moglie e un figlio. La sua formazione è legata a studi di filosofia, mentre, prima dell’ingresso nell’agone editoriale come scrittore, è stato impiegato nel dipartimento di Sociologia. Di contro, rumor colti in rete fanno anche riferimento a un noto scrittore sotto pseudonimo e di più non è dato sapere, in ogni caso restano i brividi e la suspense che ha saputo regalare in questo suo primo cimento letterario.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

La trama, molto intricata a tratti, con vari personaggi che si avvicendano nella narrazione e che richiedono la concentrazione del lettore per non perdere il filo, si svolge su due piani paralleli che poi finiscono per convergere.

Featherbank, piccola città della campagna inglese, è stata teatro nel lontano passato dell’uccisione di cinque bambini dopo il loro rapimento da parte di un serial killer, ora assicurato alle patrie galere, di nome Frank Carter. Nel presente però avviene l’assassinio di un altro bambino, chiamato Neil Spencer, con le medesime modalità di quelli precedenti. L’incubo sembra essere tornato a scuotere la realtà della ridente cittadina con il ritorno dell’“uomo dei sussurri”, che la classica leggenda metropolitana ha battezzato così per via di una filastrocca da lui bisbigliata fuori dai vetri delle case dove abitavano i piccoli che poi sarebbero diventati sue prede. Nella stessa cittadina si sono trasferiti Tom Kennedy e il figlioletto Jake, di sette anni, dopo che il destino è stato poco benevolo nei loro confronti con la morte di Rebecca, moglie e madre devota, deceduta in giovane età proprio sotto gli occhi del piccolo Jake.

Un triangolo perfetto per un thriller ad alta tensione. “L’uomo dei sussurri” di Alex North

È un evento che segna la vita del padre e del figlio che rimangono soli nel proprio dolore: Tom, che è anche uno scrittore affermato, non riesce più a dedicarsi alla scrittura, mentre Jake rimane talmente scioccato dalla dipartita della madre che comincia a vivere immerso in una propria realtà, fatta di colloqui con amici immaginari e strani disegni da lui realizzati, tutti da interpretare. L’incomunicabilità e la difficoltà a imbastire un rapporto costruttivo tra padre e figlio è uno dei temi di cui si tratta nel thriller, con il protagonista Tom che fa di tutto per abbattere il muro che si è costruito Jake. Il trasferimento nella nuova città e in una casa scelta da Jake su un sito internet non si rivela la migliore opzione, visto che padre e figlio cominciano a vivere un incubo fatto di presunte presenze che sembra vogliano attentare alla ricerca della loro tranquillità domestica. La nuova residenza della coppia è legata a eventi del passato, in cui ritornano a manifestarsi alcuni elementi del delitto di un altro bambino di cui non si erano ritrovate le tracce da anni, dal quale poi la trama prende accelerazione con accadimenti nel presente.

Altra figura di rilievo del thriller è il detective Pete Willis che ha lavorato ai casi delle misteriose uccisioni ed è ora impegnato nella caccia al killer di Neil Spencer. Il detective, ormai alla soglia dei sessanta anni, avverte il peso della stanchezza, sia a causa del lavoro, vissuto quasi come una missione, sia per gli ostacoli che la vita gli ha riservato nel corso degli anni, che gli hanno causato danni alla salute. Pete lotta infatti contro i demoni del proprio passato, che lo hanno visto fare a pugni per vincere la sfida contro l’alcolismo.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Lo scrittore Tom Kennedy, il figlioletto Jake e il detective Pete Willis, costituiscono dapprima i tre lati di un triangolo, che, con l’incedere del romanzo, assume l’emblema metaforico del classico triangolo perfetto. Le loro vite sono inestricabilmente interrelate e questo risalterà nell’avvincente trama de L’uomo dei sussurri, di cui non diciamo di più per non fare spoiler.

Incipit ed explicit chiudono perfettamente un cerchio creato magistralmente dall’autore, che ha avuto l’abilità di generare una forte tensione narrativa, a tratti inquietante, che tiene avvinghiato alle pagine il lettore amante del genere. Per talune tematiche, legate agli aspetti del paranormale, il thriller ci ha ricordato il film Il sesto senso con protagonista Bruce Willis. Anche per L’uomo dei sussurri si prospetta il balzo sul grande schermo, per rivivere le atmosfere e i misteri di Featherbank, assieme ai protagonisti del romanzo di Alex North.


Per la prima foto, copyright: Tim Lumley su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.8 (13 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.