In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come realizzare i propri desideri. I consigli di Bruce Lee

14 scrittori famosi e le loro ultime parole

Un romanzo che scava dentro. “La teoria di Camila” di Gabriella Genisi

Un romanzo che scava dentro. “La teoria di Camila” di Gabriella GenisiLa teoria di Camila, romanzo di Gabriella Genisi edito da Giulio Perrone, è un libro capace di scavare dentro le persone, per trovare quella chiave di volta in grado di sconvolgere il corso ordinario degli eventi. Uno spartiacque tra la vita vissuta fino a quel momento e quella che deve ancora venire.

Un messaggio improvviso, che riesce a cambiare ogni cosa; tutte le certezze che, fino a quel momento, erano i pilastri dell’esistenza, crollano e ci si ritrova a dover fare i conti con un passato più grande di noi e contro fantasmi che pensavamo non esistessero più.

«Esiste un tempo variabile per diventare adulti. Il mio arrivò un venerdì sera di fine giugno, dopo una partita di calcetto.» La morte non è mai facile da accettare e quella di un padre è un avvenimento che sconvolge tutto. «È quando perdi tuo padre che tutto cambia, che cresci di colpo, che scavalchi il muro e passi dall’altra parte della tua vita».

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Il protagonista di La teoria di Camila è un professionista di quarantanove anni, con un matrimonio finito alle spalle e uno in corso, che si ritrova a fronteggiare la perdita del genitore, ricevendo la notizia direttamente da Camila, la badante Ucraina, che ha accudito l’anziano padre fino all’ultimo istante. Sono tante le lezioni di vita che provengono dalle situazioni e dalle persone più svariate e una delle più importanti può essere data da una ragazza straniera, che riesce, con la sua teoria, ad alleviare il dolore con un semplice abbraccio.

«Prendemmo il caffè insieme, seduti in cucina, uno di fronte all’altra. Era così strana la nostra intimità adesso che mio padre non c’era più. Mi metteva a disagio. La ragazza raccontò com’era andata quell’ultima sera, quali erano state le ultime parole del suo professore. Non lo avevo chiesto, in effetti. In quest’ultimo anno io e lei avevamo parlato pochissimo, e non so neppure se volevo saperlo. Forse no, certi dettagli sono inutili, aggiungono dolore al dolore. Ma Camila aveva bisogno di raccontare, di raccontarmi che gli era stata accanto fino all’ultimo respiro. Di averlo raccolto, quel respiro. In un abbraccio ancora».

Un romanzo che scava dentro. “La teoria di Camila” di Gabriella Genisi

Tutti pensiamo di conoscere le persone che ci stanno accanto, quelle con le quali siamo cresciuti; anche Marco pensava di comprendere suo padre, quell’uomo tutto d’un pezzo stimato da alunni e colleghi. Ben presto però si renderà conto che non è così; che in fondo lui non aveva mai capito realmente chi fosse il suo papà.

Gabriella Genisi riesce con una straordinaria abilità narrativa, a intrecciare le storie di due uomini; di un padre e di un figlio che hanno fatto scelte diametralmente opposte, sia in campo affettivo che lavorativo, ma che si assomigliano e si ritrovano dopo la morte, in un grande abbraccio ideale, che riuscirà a trasformare la vita di Marco.

L’amore descritto sotto vari punti di vista: l’amore genitoriale, l’amore che finisce, la passione tra due amanti e l’amore vero, quello che supera le circostanze e i falsi moralismi, quello di chi è costretto a vedersi di nascosto, perché alla luce del sole non è possibile farlo. Un affetto smodato per una nipote, che diventerà una figlia e la comprensione amorevole per una donna, che vive per la scienza e non per la famiglia.

Un romanzo che scava dentro. “La teoria di Camila” di Gabriella Genisi

«Tua madre era un genio. Sprecata per le aule di un liceo o per i piccoli esperimenti nel laboratorio della scuola. Cercava nella Fisica proporzione e armonia, e risposte concrete alle domande sul cosmo. Avrebbe dovuto insegnare all’università, o fare ricerca. Oggi forse avrebbe diretto il Cern o ottenuto il Nobel, ma quelli erano altri tempi, era obbediente e ligia al dovere, incapace di ribellarsi alle convenzioni. […] Era felice solo quando studiava, quando una nuova formula le riusciva. In quei momenti i suoi occhi splendevano, le guance si arrossavano. Diventava quasi bella.»

 

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Un romanzo che insegna a credere sempre in una seconda possibilità, che c’è ancora tempo per realizzare i propri sogni, quelli che si inseguivano da bambini, che non è mai troppo tardi per invertire il senso di marcia e la rotta della propria vita, che va vissuta intensamente a qualsiasi età.


Per la prima foto, copyright: Ethan Sykes.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.