Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Corso online di editing

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Corso online di scrittura creativa

Un premio letterario contro la violenza sulle donne

Un premio letterario contro la violenza sulle donneLa notizia arriva direttamente dall’Inghilterra, lanciata in pompa magna dal «Guardian». È nato un nuovo premio letterario, Staunch book prize, ed è dedicato esclusivamente ai thriller. E fin qui niente di nuovo, se non fosse per una particolarità che caratterizza questo premio: potranno partecipare solo autori di thriller in cui non ci sono donne «picchiate, molestate, sessualmente sfruttate, violentate o uccise».

Fondato dalla scrittrice e sceneggiatrice Bridget Lawless, lo Staunch book prize inizierà le proprie attività dal 22 febbraio, data di inizio per l’invio delle candidature, e proclamerà il romanzo vincitore il 25 novembre, in concomitanza con la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne. Della giuria farà parte, oltre a Lawless, che finanzierà anche il premio di 2 mila sterline, l’attrice e scrittrice Doon Mackichan, che ha scritto e presentato un documentario BBC sull’incremento della violenza sulle donne in tv.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

«Dato che la violenza contro le donne nella narrativa raggiunge una vetta ridicola, lo Staunch book prize invita gli autori e le autrici di thriller a farci saltare sulle sedie senza rispolverare gli stessi vecchi cliché, in particolare senza usare i personaggi femminili che subiscono abusi sessuali o sono fatti fuori (per quanto ingegnosamente)» così Lawless sul sito ufficiale del premio.

Lawless ha dichiarato di aver deciso di lanciare questo premio dopo aver notato la quantità di film presenti ai premi Bafta con scene di violenza carnale ai danni delle donne. Nonostante fosse stata chiamata nella giuria, la Lawless si astenne proprio per questo motivo.

 

LEGGI ANCHE – Gli scrittori più venduti in Inghilterra Sono donne e c’è anche un’italiana

 

«Ho penso di poter fare almeno una piccola cosa, ho pensato che avrei iniziato con i libri. Sono una fonte valida per molto materiale e se riusciremo a giocare una qualche influenza sarà comunque di aiuto» ha inoltre dichiarato. «Ci sono così tanti libri in cu le donne sono stuprate o uccise affinché un investigatore o un qualsiasi altro eroe mostri le sue abilità… Si tratta di dare il giusto riconoscimento a scrittori che inventano storie che non hanno bisogno di fare affidamento sulla violenza sessuale».

Un premio letterario contro la violenza sulle donne

«Di certo non solo la sola a essere sempre più disgustata da queste rappresentazioni di violenza a cui sono sottoposti i personaggi femminili nei libri, nei film e in televisione. Questo amplia, esagera, esalta a feticcio e normalizza quello che accade alle donne nel mondo reale. Ma so che ci sono scrittori e scrittrici in grado di creare delle storie thriller senza dover ricorrere a questi dispositivi» continua sul sito web del premio.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Lo Staunch book prize non prenderà dunque in esame opere che non soddisfano il criterio di base: l’assenza di personaggi femminili picchiati, molestati, sfruttati sessualmente, violentati o uccisi. È aperto a storie che abbracciano i vari filoni del thriller e a libri autopubblicati e inediti, oltre a quelli pubblicati secondo le vie tradizionali.


Copyright delle foto in ordine di inserimento: Mario Azzi e Luigi Manga.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (2 voti)

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.