Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Come leggere un libro

In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Un poliziesco in musica. “Gli accordi di Stradivari” di Marco Ghizzoni

Un poliziesco in musica. “Gli accordi di Stradivari” di Marco GhizzoniGli accordi di Stradivari di Marco Ghizzoni per TEA Editore è un susseguirsi di equivoci e misteri suonati sulle corde dei violini cremonesi.

Quando lo Stradivari Conte de Fontana del 1702 scompare dal Museo del violino di Cremona, il commissario Valentina Raffa ha un bel daffare. Sexy da morire – almeno secondo l’ispettore Tranquillo, segretamente innamorato e, suo malgrado, scarsamente considerato – ma con una situazione sentimentale alquanto disastrata, il commissario si trova coinvolta nell’indagine più di quanto avrebbe voluto. Il giovane e affascinante liutaio olandese Peter Van Basten la scarica nel bel mezzo del primo appuntamento proprio per sottrarre il famoso violino. Ma è solo uno dei tanti sfortunati eventi che animano il romanzo e nulla va come dovrebbe, sia per i ladri sia per le forze dell’ordine.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

Questo romanzo è un poliziesco musicale. C’è la fuga, l’improvviso e lo scherzo. Ghizzoni non fa morire nessuno – niente tempo da requiem dunque –, preferisce scandire la durata del suo romanzo secondo il tempo rapido della truffa e dell’inganno. Eppure c’è anche l’adagio del custode Martino Seghizzi che se la dorme quando lo Stradivari gli viene soffiato da sotto il naso ma guai a toccargli le amatissime barrette di cioccolato perché in quel caso la sua sonata diventa vivacissima. Quello dell’ispettore Tranquillo, nomen omen, è un valzer d’amore che il pover’uomo suona e balla da solo mentre i vari loschi figuri che si aggirano intorno all’affare del violino rubato sono impegnati in un andante moderato in cui ciascuno escogita piani per raggirare l’altro in un confusionario via vai. Adelmo Mazzolini, il rigattiere amante della bella vita, delle auto di lusso e delle donne – “quel genere di donne” – indebitato fino al collo con il Gringo, lo strozzino di Cremona, e Sergio Nogherot, il braccio destro del Gringo,“tozzo e forte come un bisonte”, sono solo alcuni dei tipi poco raccomandabili che affollano le strade della Cremona descritta dall’autore.

Un poliziesco in musica. “Gli accordi di Stradivari” di Marco Ghizzoni

Ma se ai cattivi, contrapponiamo i buoni – il commissario Raffa, l’ispettore Tranquillo e il questore De Paoli Ambrosis – presto ci accorgiamo che anche loro non sono proprio immacolati e il limite fra giusto e sbagliato non sembra così netto. A completare il quadro ci sono poi le tante altre figure che popolano il romanzo e che danno un tocco di colore a questa città di provincia. L’autore riesce a restituirla in tutta la sua concretezza tanto che, continuando la lettura in chiave musicale, si può tranquillamente affermare che Ghizzoni abbia saputo comporre trovando la giusta armonia.

Con Gli accordi Stradivari l’autore si riconferma molto abile nella caratterizzazione dei personaggi che popolano la Bassa del Po. Nato a Cremona e cresciuto in un paesino di provincia, prende spunto dal bar gestito per due decadi da sua madre per costruire le storie e i personaggi che animano i suoi romanzi. Da questi luoghi e da queste esperienze nasce la cittadina fittizia di Boscobasso, teatro dei polizieschi Il cappello del maresciallo, I peccati della bocciofila e L’eredità del Fantini in cui vengono narrate le vicende del commissario Bellomo e di altri individui bizzarri. Ne Gli accordi Stradivari, benché la vicenda si sposti dal paesello alla città dei liutai, un piccolo riferimento a Boscobasso non sfuggirà al lettore che ha a cuore i romanzi precedenti.

Un poliziesco in musica. “Gli accordi di Stradivari” di Marco Ghizzoni

Quella dell’autore è una sinfonia in crescendo, sempre vivace e allegra nei dialoghi, volta a mostrare il carattere buffo delle persone e delle situazioni. Le circostanze, a volte paradossali, riescono a strappare un sorriso grazie alla vena comica che accompagna la narrazione. Ghizzoni inoltre, come un bravo musicista che suona il celebre Stradivari rubato, sa dosare le pause tra una vicenda e l’altra, mischiando i piani narrativi e lasciando il lettore in sospeso e con la voglia di continuare la lettura come un ascoltatore che aspetta la ripresa della melodia.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

Quando alla fine l’azione precipita nella stretta finale, tutti i nodi vengono al pettine e c’è, più o meno, il ritorno all’ordine come nelle classiche commedie degli equivoci ma nel frattempo il lettore ne vede delle belle tra tradimenti, minacce, arresti e un violino scomparso che riappare e svanisce di mano in mano.

Ne Gli accordi di Stradivari Marco Ghizzoni mescola il poliziesco con il genere comico e ciò che ne viene fuori è un romanzo che “suona bene”.

Il tuo voto: Nessuno Media: 4.8 (4 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.