In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Un patto d’amicizia inviolabile. “Piccola italiana” di Giacomo Cacciatore

Un patto d’amicizia inviolabile. “Piccola italiana” di Giacomo CacciatoreNel quadro di una spaventosa Italia fascista, assistiamo alla crescita turbolenta di una strana bambina e allo sviluppo di un’inaspettata amicizia, il tutto condito da una scrittura alquanto criptica: Piccola italiana di Giacomo Cacciatore (Fernandel) è un libro tanto enigmatico quanto ambizioso, una lettura che non è per tutti i gusti, ma che si rivela a ogni pagina carica di spunti brillanti.

La vicenda è ambientata nei tristi anni del fascismo italiano, atmosfera che il lettore interiorizza senza accorgersene, grazie alla viva rappresentazione che si fa strada fra i discorsi e i pensieri dei protagonisti. Un fagottino nero viene lasciato davanti alla porta di un convento e viene trovato da una delle suore assieme a una lettera straziante contenente il grido di una madre disperata, costretta ad abbandonare la sua bambina. La neonata è Agata Amodio e il suo cognome racchiude in sé il suo destino, anticipandone una personalità intrisa di amore e odio mescolati assieme. Una bambina infagottata in una coperta nera che sarà poi il suo grembiule, quando il nero si fa colore dominante, colore del diavolo, in questo gioco continuo di riferimenti e allusioni (amore/odio, bianco/nero, Dio/diavolo) che Giacomo Cacciatore ci regala fra le righe di Piccola italiana.

 

Vuoi conoscere potenzialità e debolezze del tuo romanzo? Ecco la nostra Valutazione d’Inedito

 

Agata Amodio sembra dunque destinata a un tormento causato da quell’originario torto, da quell’abbandono che segnerà indelebilmente ogni sua relazione, macchiandola fin dal principio del sospetto di tradimento. Fin da piccolissima, Agata si distingue fra tutti i bambini sia visivamente (per via della coperta nera che fa da contrasto rispetto a tutte le coperte bianche degli altri), ma soprattutto per il suo carattere deciso e irriverente, per quell’intelligenza fine e a tratti sinistra. Agata non teme nessuno, non si fa intimorire da nessuno e anzi, riesce in qualche modo a mettere sotto scacco tutti con il suo atteggiamento sfrontato. Le tragicomiche vicende che vedono in prima linea la temuta suora Burgio, il dottor Marcus, luminare di psichiatria, e la vigilatrice Itala Calcaterra sono gli esempi più efficaci di come Agata riesca a sottrarsi al sistema che la vuole docile e rispettosa.

Un patto d’amicizia inviolabile. “Piccola italiana” di Giacomo Cacciatore

 

Rimarcando la sua autonomia grazie alla sua sottile scaltrezza, Agata è sempre un passo avanti rispetto alle regole e all’ordine che il contesto fascista in cui vive vorrebbe imporle, piegandola definitivamente. Eppure, quest’anima divisa tra amore e odio riesce in qualche modo a far avviare nel suo cuore un processo di faticosa e contrastante amicizia con Virginia Levi, riservata ragazzina ebrea che diventerà sua compagna di avventure. La loro è una relazione particolare, fatta di lati oscuri, ma allo stesso tempo tenace e inviolabile, come il patto che arrivano a sottoscrivere e firmare. Un patto del tutto simile al patto di alleanza fra Italia fascista e Germania nazista che proprio in quegli anni viene sigillato. E mentre Giacomo Cacciatore delizia il lettore con continui parallelismi fra la storia delle due amiche e la Storia del nostro Paese, richiamando sempre l’attenzione del lettore alla memoria del passato che non va dimenticato, Agata comincia a elaborare un preciso progetto e le vite delle due ragazzine imboccano due binari separati che le porteranno su strade diverse…

Un patto d’amicizia inviolabile. “Piccola italiana” di Giacomo Cacciatore

GRATIS il nostro manuale di scrittura creativa? Clicca qui!

 

Con Piccola italiana Giacomo Cacciatore ci ricorda l’importanza di riuscire a sottrarsi alla norma, presentandoci la storia di un’amicizia dal carattere spiccatamente inusuale attraverso espedienti che vanno dal tragico al parodistico.Uno dei principali messaggi che l’autore vuole lasciarci è sicuramente quello di mantenere viva la memoria degli orrori del fascismo per reprimerne ogni eco. Piccola italiana è un romanzo di classe, che non va letto a cuor leggero prima di dormire, ma con vigile attenzione. Se si vuole veramente apprezzare questa lettura bisogna affrontarla con cautela, forse leggerla una seconda volta per abituarsi al tipo di scritturae per accertarsi di riuscire a interpretare i giusti (talvolta velati) riferimenti.


Per la prima foto, copyright: Luca Laurence su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 5 (4 voti)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.