In cucina con Leonardo da Vinci, cuoco provetto

Come leggere un libro

Perché è importante leggere

Intervista a Nicholas Sparks, ecco come nascono i suoi romanzi

Un ottimo condensato di mistero e intrigo. “Assassinio sul Naviglio”

Un ottimo condensato di mistero e intrigo. “Assassinio sul Naviglio”I romanzi, ma anche più in generale, le storie noir sono statisticamente le più vendute in Italia. Vuoi perché il mistero, l’intrigo affascina, vuoi perché sono storie che ci fanno immedesimare nell’eroe di turno che scopre l’arcano, che scioglie la matassa dell’intreccio, insomma per questi e tanti altri motivi, i noir, i gialli piacciono a tutti.

Da una recente indagine, risulta che gli italiani possiedono nella loro libreria almeno un libro di questo genere, che sia di un autore famoso o no, non ha alcuna importanza. Alzi la mano chi non ha letto “campioni” di genere quali Il codice Da Vinci di Dan Brown e per restare in Italia Io uccido di Giorgio Faletti e la lista potrebbe essere anche più lunga.

Dopo i tanto blasonati autori americani (Stephen King, Ken Follett) anche in Italia si scrivono tanti romanzi noir, ci sono concorsi letterari dedicati a questo genere (Giallo in Provincia, Concorso Giallo Carta…) e ci sono addirittura editori che pubblicano solo romanzi gialli. Ciò ti fa capire l’importanza del noir e il suo potenziale commerciale.

 

Desideri migliorare il tuo inedito? Scegli il nostro servizio di Editing

 

Detto ciò, non voglio dire che se sei un autore emergente, dedicarti a questo genere sia la soluzione più veloce e più facile per arrivare nelle librerie e di conseguenza al grande pubblico. Perché scrivere gialli di successo è cosa complessa. Bisogna avere le idee chiare in testa, avere abilità nel creare intrecci misteriosi, una buona dialettica, tanta fantasia e soprattutto capacità di catturare il lettore fino all’ultima pagina.

Di sicuro un noir con tutte queste caratteristiche è Assassinio sul Naviglio (De Ferrari Editore) di Roberto Caputo e Nadia Giorgio.

Gli autori non sono certo alle prime armi. Roberto Caputo vanta una lunghissima esperienza nel campo della politica milanese, avendo ricoperto più volte ruoli di primissimo piano al Comune e alla Provincia. Nadia Giorgio, a sua volta, è una giornalista e scrittrice che nel suo passato si è occupata di comunicazione, digital marketing e public relation. I due si conoscono da anni e insieme decidono di scrivere a quattro mani il loro primo romanzo con protagonista il commissario Ferrari che diventerà una presenza quasi fissa nei loro lavori successivi. Assassinio sul Naviglio è il settimo noir che lo vede di nuovo protagonista con tutta la sua squadra.

Un ottimo condensato di mistero e intrigo. “Assassinio sul Naviglio”

Siamo a Milano. Il corpo senza vita della figlia di un agente della CIA viene ritrovato alle prime luci dell’alba, sui Navigli. Il commissario Ferrari si imbatte in una storia complicata dai risvolti internazionali. Le indagini cominciano e si scopre ben presto che al centro di un complotto ci sono rampolli dell’alta borghesia, abissi di follia e disperazione, soldi, potere e bella vita fanno da sfondo a una storia, dove non c’è solo un omicidio, ma anche i rapporti tra Italia e Stati Uniti. In gioco non c’è solo la morte della giovane, ma tutti rischiano qualcosa compresa la loro stessa vita.

Gli autori mettono in scena una storia che fa trattenere il fiato fino all’ultima pagina. Una storia dal sapore internazionale, che non ha nulla da invidiare alle storie anglosassoni e alle produzioni letterarie mondiali. Tutto viene detto e tutto viene smentito nel giro di pochissimo tempo. Nella trama sono coinvolti: polizia, servizi segreti, corpi consolari e apparati stranieri in una Milano sempre più vicina all’Europa e sempre più lontana da un certo provincialismo tipicamente italiano. Una città che non sfigura come teatro d’intrighi rispetto alle città più comuni come Londra, Parigi o Berlino.

 

Vuoi collaborare con noi? Clicca per sapere come fare

 

La storia è molto più articolata rispetto ai loro precedenti lavori (Milano della mala, Trenta giorni per innamorarsi, Anime rotte e Passaggio all’inferno) romanzi che vedono il commissario Ferrari sempre come protagonista e che andrebbero letti in successione anche per capire ed entrare meglio nella psicologia del poliziotto e quindi farsi catturare ancora meglio da questo noir che ribadisco essere un ottimo condensato di mistero e intrigo.


Per la prima foto, copyright: Cristina Gottardi su Unsplash.

Il tuo voto: Nessuno Media: 2 (1 vote)
Tag:

Commenti

Invia nuovo commento

Image CAPTCHA
Se il codice inserito non è corretto, viene segnalato un errore (box rosso). Se il codice inserito è corretto e il tuo commento viene segnalato lo stesso come spam non ti preoccupare, non riscriverlo; la redazione lo pubblicherà al più presto.

Il Blog

Il blog Sul Romanzo nasce nell’aprile del 2009 e nell’ottobre del medesimo anno diventa collettivo. Decine i collaboratori da tutta Italia. Numerose le iniziative e le partecipazioni a eventi culturali. Un progetto che crede nella forza delle parole e della letteratura. Uno sguardo continuo sul mondo contemporaneo dell’editoria e sulla qualità letteraria, la convinzione che la lettura sia un modo per sentirsi anzitutto cittadini liberi di scegliere con maggior consapevolezza.

La Webzine

La webzine Sul Romanzo nasce all’inizio del 2010, fra tante telefonate, mail e folli progetti, solo in parte finora realizzati. Scrivono oggi nella rivista alcune delle migliori penne del blog, donando una vista ampia e profonda a temi di letteratura, editoria e scrittura. Sono affrontati anche altri aspetti della cultura in generale, con un occhio critico verso la società contemporanea. Per ora la webzine rimane nei bit informatici, l’obiettivo è migliorarla prima di ulteriori sviluppi.

L’agenzia letteraria

L’agenzia letteraria Sul Romanzo nasce nel dicembre del 2010 per fornire a privati e aziende numerosi servizi, divisi in tre sezioni: editoria, web ed eventi. Un team di professionisti del settore che affianca studi ed esperienze strutturate nel tempo, in grado di garantire qualità e prezzi vantaggiosi nel mercato. Un ponte fra autori, case editrici e lettori, perché la strada del successo d’un libro si scrive in primo luogo con una strategia di percorso, come la scelta di affidarsi agli addetti ai lavori.